Continua la propaganda senza scrupoli sui “risultati” di ATAC: facce sorridenti, foto di gruppo, centinaia di autobus nuovi, filobus, minibus elettrici, servizio migliorato, assenze diminuite, tempi di attesa ridotti… chi più ne ha più ne metta. Ma vediamo un po’ come stanno le cose nel dettaglio.

“Ho già messo in circolazione 400 nuovi bus” dice la Sindaca. In realtà sono di più, sono 420 bus: i 150 di Marino + 15 con fondi del Giubileo + 38 a noleggio (quelli bianchi) + 227 “turchi” rossi – quelli con gli adesivi giganteschi “+ bus x Roma” (certo, sprechiamo soldi e tempo per queste carnevalate).

 

 

L’Amministrazione 5 stelle ha rimesso su strada 45 filobus, comprati dall’Amministrazione Alemanno e abbandonati in deposito. Tante critiche, ma sicuramente un merito.

 

 

Entro l’estate 2019 dovevano arrivare anche 25 minibus elettrici, che erano quelli vecchi fermi ormai da tempo, revisionati e rimodernati. Per ora ne sono arrivati solo 18, ma comunque girano per il centro su due linee, per la gioia di tanti che li apprezzano (tra cui noi – anche se avremmo preferito l’acquisto di modelli più moderni, piuttosto che il recupero di quelli obsoleti).

Dal 2016 ad oggi sono dunque arrivati tutti questi mezzi. Qual è stato il risultato nel 2019? Un calo di produzione del -3,5%, anche se si registra un primo accenno di ripresa rispetto al 2018, dopo un inarrestabile crollo del -27% in soli 8 anni. Qualcosa non quadra.

Il contratto prevede un servizio programmato di 101 milioni di km, mentre nel 2019 ne sono stati fatti quasi 17  in meno (mancano i risultati definitivi di dicembre ma il servizio è quello).

Secondo il Concordato consegnato ai giudici, dovevano essere fatti almeno 94,2 milioni di km nel 2019, invece ne sono stati fatti ben 10 milioni in meno, con perdite di decine e decine di milioni di euro per mancata produzione.

Com’è possibile? E con che faccia continuano a parlare di mirabolanti risultati?

 

 

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I nostri ultimi Tweets

La situazione della Roma Nord a Maggio 2024.
Continuano i disagi per i pendolari della ferrovia ex concessa sia come ritardi che cancellazioni. Proseguono i lavori presso la stazione di Acqua Acetosa ma resta sempre carente l’informativa agli utenti.

A seguito di notizie di stampa sull’iniziativa del “treno dell’inclusività” ci sono pervenute numerose richieste per conoscere costi e dettagli.

Comunichiamo di aver inviato proprio stamattina ad ATAC S.p.A. un Accesso Civico Generalizzato per ottenere tali informazioni.

Il nostro impegno continua ma le pubblicazioni non saranno più regolari.
Dopo quasi 10 anni rallentiamo il ritmo, pur restando una voce attenta e aperta al contributo di cittadini e comitati. Un momento di riflessione a metà mandato di @gualtierieurope.

Load More

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

C’è chi si ATACca e chi no

I report ATAC sul servizio bus, tram e metro del 1° trimestre ’24 mostrano risultati eccellenti, in netto contrasto con l’esperienza reale degli utenti. Qual è il trucco?

Leggi l'articolo »