L’attraversamento pedonale di piazza Vittorio è ancora più pericoloso!

Non solo dopo un mese e mezzo dall'investimento a morte di un pedone l'attraversamento non è stato messo in sicurezza, ma addirittura una riasfaltatura parziale ha cancellato le strisce pedonali

Altre due settimane sono passate dall’ultima volta che abbiamo parlato dell’attraversamento omicida di piazza Vittorio e incredibilmente la situazione è addirittura peggiorata.

Non solo non sono stati posti in essere gli interventi decisi dalla commissione mobilità, ma addirittura una riasfaltatura parziale della strada ha ricoperto le strisce pedonali dell’attraversamento, rendendolo ancora più pericoloso.

Basta assistere all’attraversamento di qualche pedone per rendersi conto della pericolosità di quel tratto di strada.

 

 

 

L’immagine del professor Visentin, colui che ha perso la vita su quell’attraversamento, che qualcuno ha affisso ad un albero lì vicino si va sempre più sbiadendo ma le inette e criminali amministrazioni municipale e comunale non sono ancora riuscite a non rendere vana quella tragedia.

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Ci si sente un po' come il Sordi de "Le vacanze intelligenti" al cospetto dell'arte contemporanea allestita in alcune piazze del centro. #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Ci si sente un po' come il Sordi de "Le vacanze intelligenti" al cospetto dell'arte contemporanea allestita in alcune piazze del centro.
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/v16Erf5mA8

Come funzionano le emettitrici di biglietti #Atac? Le strane differenze di dati Secondo l'Agenzia per la Mobilità, nel 2018 le macchinette erano efficienti al 98%. Ma i #cittadini avevano inondato l'azienda di segnalazioni... 👇📰 diarioromano.it/come-funzionan…

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close