La funivia di Casalotti serve perché il bus 146 non passa mai !?!

L'unica opera di trasporto progettata dai 5stelle è una funivia che costa 110 milioni. Eppure basterebbe far funzionare la linea bus che fa lo stesso percorso

La funivia da Battistini è la proposta per superare l’isolamento del quartiere periferico di Casalotti dovuto alla mancanza di un servizio di mobilità pubblica efficiente, e per disincentivare l’uso del mezzo privato, causa di inquinamento e traffico. Secondo le promesse dell’attuale Amministrazione, l’impianto doveva essere pronto e funzionante entro il 1° semestre 2021.

Come detto dallo stesso Comitato di quartiere e ribadito dalla Sindaca Raggi, se le condizioni del trasporto pubblico dovessero offrire collegamenti più efficaci, è sempre possibile smontare la funivia e reimpiegarla altrove.

Il percorso della funivia è attualmente svolto su strada dalla linea bus 146. Avevamo già confrontato i 2 mezzi in un precedente articolo. Vediamo come viene svolto oggi il servizio su gomma.

La linea 146 è una linea fondamentale per il quadrante. Connette i quartieri Casalotti, Bastogi, la Metro A, e ben 5 ospedali (Policlinico Gemelli, Presidio Columbus, Ospedale Cristo Re, Casa di cura Villa Aurora, Clinica Ancelle del Buon Pastore), ed oltre una decina di Istituti scolastici di ogni ordine e grado, tra cui l’Università Niccolò Cusano.

La Consigliera del XIII Municipio Dott.ssa Arianna Ugolini ha fatto un’apposita interrogazione, che abbiamo potuto consultare. Dai documenti ufficiali risulta un servizio pesantemente ridotto. Nel mese di Febbraio 2021 sono stati messi su strada solo il 77% dei mezzi previsti e nel mese di Marzo solo l’82%. Il servizio reale, come dichiarato il Gestore stesso, è stato ulteriormente ridotto e rallentato a causa di lavori stradali vari sul percorso (autorizzati dal Comune).

Dai dati forniti, si può desumere un passaggio, in piena ora di punta (7:30-8:30), di un bus ogni 15 minuti circa. Secondo quanto riportato dal Comitato Casalotti, il bacino d’utenza è di 2.500 passeggeri l’ora. Quindi a fronte di un fabbisogno teorico di almeno 25 autobus l’ora (tutti pieni al 100%), ne passano 4. Un servizio praticamente inesistente.

A questo si aggiungono ulteriori disservizi. Sulle app che danno i tempi di attesa alle fermate, solo l’84% dei bus è mediamente monitorato (da contratto dovrebbe essere almeno il 96%). Inoltre né il 146, né gli altri autobus in periferia trasmettono dati sull’affollamento a bordo, perché il contratto non lo prevede (il Gestore è il privato Roma TPL, anche se i bus riportano logo e livrea ATAC).

È ben comprensibile il desiderio dei residenti di Casalotti di avere un servizio migliore, anche a costo di una funivia. È molto meno comprensibile la totale assenza del Comune non solo nel migliorare un collegamento così importante, ma nemmeno nel far rispettare il servizio previsto dal contratto. Serve davvero la funivia (prezzo base 110 Milioni€)?

 

 

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

2 risposte

  1. Quanto costa un autobus?
    Con i 100 milioni della funivia se ne potrebbero comprare una ventina da destinare a quella linea e avere anche i soldi per nuovi autisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

L’assessore Calabrese va a controllare i bus di #Roma TPL e trova condizioni “assolutamente inaccettabili” Peccato essersene accorto a fine mandato, dopo aver prorogato di 4 anni il contratto a Roma TPL... 👇📰 diarioromano.it/lassessore-cal…

A Corso Vittorio è stato rifatto l'asfalto ma non la segnaletica, come fosse un inutile orpello. Nel punto in foto nel 2018 è stata investita a morte una 22enne. In Comune continuano a giocare con la morte. #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - A Corso Vittorio è stato rifatto l'asfalto ma non la segnaletica, come fosse un inutile orpello. Nel punto in foto nel 2018 è stata investita a morte una 22enne. In Comune continuano a giocare con la morte.
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/pzzeH0zKGU

Fare opposizione per il #PD: ovunque ma non in Assemblea Capitolina Per censurare i comportamenti della sindaca i consiglieri del PD hanno presentato un esposto al Prefetto, anziché portare la crisi nella sua sede propria, ossia l'aula Giulio Cesare 👇📰 diarioromano.it/fare-opposizio…

Qualcuno gli spieghi che le punte di diamante della sua campagna elettorale (@daniele_diaco @M5SGuadagnoE) stanno di fatto rallentando progetto con inutili commissioni in piena conferenza dei servizi che danno adito ad assurde proteste contro il @GRAB_Roma dentro Villa Ada twitter.com/virginiaraggi/… Retweeted by diarioromano

Per superare la Salaria, altezza Prati Fiscali, occorre salire queste scale ridotte a latrina e discarica. Un odore nauseabondo completa il quadro. #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Per superare la Salaria, altezza Prati Fiscali, occorre salire queste scale ridotte a latrina e discarica. Un odore nauseabondo completa il quadro.
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/yGSDL7Z9UK

Il povero Francesco trovato ieri morto all'Esquilino era conosciuto dai servizi sociali di Roma Capitale, per cui le istituzioni non possono ancora una volta far finta di niente. Quanto ci mettono a spendere una parola @virginiaraggi @Sabrinalfonsi e @montemi1? twitter.com/diarioromano/s…

La morte annunciata di un senza fissa dimora nel rione Esquilino chiama in causa le gravissime responsabilità di @virginiaraggi e @Sabrinalfonsi, con i servizi sociali ridotti ormai a puro business per qualcuno. Qualcosa da dire assessore @montemi1? 👇 diarioromano.it/?p=45388

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

La storica fontanella a secco

La storica fontanella di via Nera, di fronte l’ingresso di Villa Ada, non funziona e ha il beccuccio vandalizzato. Appello ad Acea per la riparazione (da Osservatorio Sherwood)

Leggi l'articolo »

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close