Arriva il Dizionario per la Sicurezza Stradale: tra le 40 schede anche i cartelloni

1 Commento

DIZIONARIO Locandina Inaugurazione

 

Dalla A di alcol alla Z di zone 30, passando per la B di Bastacartelloni. E’ la seconda edizione del “Dizionario per la Sicurezza Stradale” che verrà presentata mercoledì 15 alle ore 9.30, alla Sala del Cenacolo della Camera dei Deputati, con ingresso da vicolo Valdina.

Un libro fortemente voluto dalla Fondazione Luigi Guccione, l’Ente Morale per le Vittime della Strada, che da anni lotta con un obiettivo ambizioso: ridurre del 50% la mortalità sulle strade entro il 2020. Un termine stabilito assieme alle più grandi organizzazioni internazionali in materia che hanno indetto il periodo 2011-2020 come “decennio della sicurezza stradale”. E i passaggi da fare in questo lungo cammino sono tanti. Come tanti gli ostacoli che in questi anni si sono frapposti ad una circolazione stradale più ordinata e civile che porti l’Italia a livelli europei quanto a numero di vittime della strada.

Il volume è articolato come un vero e proprio dizionario, diviso in schede ordinate alfabeticamente. E due di queste sono dedicate alla storia che molti nostri lettori ben conoscono, quella dei cartelloni pubblicitari a Roma. L’editore ha chiamato chi scrive a redigere una delle schede e a raccontare delle 5 vittime che la follia degli impianti pubblicitari a Roma provocò tra il 2009 e il 2012. E la storia di una piccola associazione, quale bastacartelloni, che ha contribuito – assieme agli amici di Vas e Cartellopoli che citiamo nel testo – a cambiare pagina.

Oggi a Roma cartelloni pubblicitari pericolosi non ce ne sono quasi più. E forse un po’ del merito è anche di questi cittadini che non si sono voltati dall’altra parte.

Chiunque volesse partecipare alla presentazione del libro (sono stati invitati il Ministro Del Rio, il viceministro Nencini e molti tra deputati e senatori) potrà inviare una email a flgonlus@gmail.com

 

 

Articoli correlati

1 Commento

  1. Roma / Presentazione del “Dizionario per la sicurezza stradale” / Camera dei deputati / 15 luglio 2015 | SICUREZZA STRADALE

    […] Roma / Presentazione del “Dizionario per la sicurezza stradale” / Camera dei deputati / 15 luglio 2015 Dalla A di alcol alla Z di zone 30, passando per la B di Bastacartelloni. È la seconda edizione del “Dizionario per la Sicurezza Stradale”, presentato nella mattinata di mercoledì 15 luglio 2015, presso la Sala del Cenacolo della Camera dei Deputati. Un libro fortemente voluto dalla Fondazione Luigi Guccione, Ente Morale per le Vittime della Strada, che da anni lotta con un obiettivo ambizioso: ridurre, entro il 2020, del 50% la mortalità sulle strade. Un termine stabilito assieme alle più grandi organizzazioni internazionali che si occupano di tale materia, che hanno dichiarato il periodo 2011-2020 “decennio della sicurezza stradale”. E i passaggi da fare in questo lungo cammino sono tanti. Come tanti gli ostacoli che in questi anni si sono frapposti ad una circolazione stradale più ordinata e civile, che porti l’Italia a livelli europei quanto a numero di vittime della strada. Il volume è articolato come un vero e proprio dizionario, diviso in schede ordinate alfabeticamente. E due di queste sono dedicate alla storia che molti nostri lettori ben conoscono, quella dei cartelloni pubblicitari a Roma. L’editore ha chiamato chi scrive a redigere una delle schede e a raccontare delle 5 vittime che la follia degli impianti pubblicitari a Roma provocò tra il 2009 e il 2012. E la storia di una piccola associazione, quale bastacartelloni, che ha contribuito – assieme agli amici di Vas e Cartellopoli che citiamo nel testo – a cambiare pagina. Oggi a Roma cartelloni pubblicitari pericolosi non ce ne sono quasi più. E forse un po’ del merito è anche di questi cittadini che non si sono voltati dall’altra parte. FONTE: http://www.diarioromano.it/arriva-il-dizionario-per-la-sicurezza-stradale-tra-le-40-schede-anche-i-c… […]

Partecipa alla discussione

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con (richiesto)

Tweets

I limiti di polveri sottili superati anche dopo 4 giorni di #bloccodeltraffico. Forse perché l'#inquinamento è prodotto anche da altre fonti, come roghi e stufe a pellet. Occorre visione complessiva. @virginiaraggi @materia__prima. diarioromano.it/?p=37705

Comunicazione di servizio per @AceaGruppo: illuminazione accesa in p.za della Rotonda, inclusi fari che illuminano il Pantheon. Parlato con tecnici ARETI in loco che confermano non sia normale. Ma tanto non pagate voi, vero?

test Twitter Media - Comunicazione di servizio per @AceaGruppo: illuminazione accesa in https://t.co/Y52rAjxSAR della Rotonda, inclusi fari che illuminano il Pantheon. Parlato con tecnici ARETI in loco che confermano non sia normale. Ma tanto non pagate voi, vero? https://t.co/YxIXK5Vp6W

Finalmente si riesce a fotografare il Pantheon senza intrusi, che siano bancarelle o auto della @PLRomaCapitale. Ben lieti di riconoscere il ben fatto, per una volta, a @virginiaraggi. Persi oltre 3 anni ma finalmente è fatta (e che duri!)

test Twitter Media - Finalmente si riesce a fotografare il Pantheon senza intrusi, che siano bancarelle o auto della @PLRomaCapitale.
Ben lieti di riconoscere il ben fatto, per una volta, a @virginiaraggi. Persi oltre 3 anni ma finalmente è fatta (e che duri!) https://t.co/oFX7eSSpoj
Video diario
  • La puzza in via Mascagni

    Un odore insopportabile, anzi una vera puzza in via Mascagni al Salario. Questo è il Natale che passeremo a Roma tra i rifiuti. Veronica