Via dei Colli della Farnesina chiusa da 4 mesi per potature

Buongiorno, vi invio alcune immagini sulla situazione di Via dei Colli della Farnesina, da oltre 4 mesi in queste condizioni. Strada residenziale, alternativa alla circolazione della galleria Giovanni XXIII (ed era stata conciata così durante la chiusura della stessa per lavori, costringendo così tutto il traffico sulla sola Camilluccia).
Le indicazioni sulla chiusura sono visibili ai due estremi della via, assolutamente non chiare, specialmente quella sotto, addossata ai cassonetti, nonché ripetute a tratti anche all’interno. Frasche potate vecchie e nuove in mezzo alla strada, cittadini smarriti (o ‘furbi’) che transitano lo stesso, oltre i residenti.
Un altro esempio della sciatteria estrema… 4 mesi per potare e portare via le potature???

Cordiali saluti,

Alberto Pellegrini

 

 

 

Che dire? La gestione del verde a Roma ha ormai raggiunto punte di assurdo mai sperimentate prima, nel silenzio ed assenza di tutti i responsabili.

Per capirci qualcosa in più abbiamo raggiunto telefonicamente il XV° Municipio. La storia ha dell’assurdo. Tutto nasce dall’ormai consueta caduta di rami, provocata dalla totale assenza di manutenzione del verde. Così il 1° luglio, a seguito del ramo di un pino caduto sulla carreggiata, i Vigili del Fuoco dispongono la chiusura della strada. Tutti si aspettavano un intervento del Comune in pochi giorni per eliminare altri eventuali rami pericolanti. Ma per tutto luglio non si riesce a trovare una squadra del Servizio Giardini disponibile. Finalmente ad agosto, un paio di operai fanno capolino ma si presentano con un cestello del tutto inadeguato all’altezza degli alberi.

La chioma dei pini supera in certi punti i 30 metri ma il cestello del comune arrivava sì e no a 15. E così nuovo blocco! Nessuno si è più fatto vedere in zona fino a ieri quando – grazie alla sollecitazione dei cittadini – pare siano ripresi i lavori. Una squadra del Servizio Giardini, questa volta con un macchinario più adeguato, ha cominciato le potature all’altezza di via Vaccari e  per completare l’intervento su tutta la strada dovrebbe essere necessaria una settimana. Se tutto fila liscio, lunedì prossimo via dei Colli della Farnesina dovrebbe essere riaperta.

I residenti hanno vissuto un incubo in questi mesi. Per raggiungere le proprie abitazioni erano costretti a giri lunghissimi e in molti casi a lasciare l’auto a valle, percorrendo a piedi la salita. La soluzione del senso unico alternato, con un semaforo a monte e uno a valle, non è stata attuata perché il Municipio non ha neanche i pochi spicci necessari a noleggiare un semaforo. Una situazione davvero triste se si considera che a Roma si pagano le tasse locali (addizionali Irpef e Imu) più care d’Italia.

Ringraziamo Alberto Pellegrini per la segnalazione e lo invitiamo a tenerci informati sulla riapertura della strada.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

2 risposte

  1. Confermo che effettivamente la strada e’ stata finalmente riaperta.

    Sorvoliamo sull’intervento sul verde, limitato ai soli rami pericolanti, mentre tutto il resto (sterpaglie, piante invadenti sul marciapiede e schifezze varie) e’ rimasto invariato.

    Viabilita’ e sicurezza (forse) salve, ma quanto a decoro…

    1. Grazie per averci informato. Continueremo a seguire le vicende di via Colli della Farnesina, purtroppo nelle stesse condizioni di tanta parte della città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Al @corriereroma evidentemente non lo sanno che le stradine del centro storico sono di competenza del Municipio di @Sabrinalfonsi, quello che ha buttato mezzo mln di € sulla carreggiata di via Sistina invece di sistemare i tanti tratti pedonali inagibili. roma.corriere.it/notizie/cronac…

#ATAC raddoppia i premi a Dirigenti e Quadri, e poi chiede un prestito al Comune Al diavolo l'erogazione del servizio #TPL ai cittadini: l'amministrazione #Raggi continua a mantenere in piedi l'azienda a puro beneficio dei suoi dipendenti #sapevatelo 👇📰 diarioromano.it/atac-raddoppia…

Via Tuscolana, la facciata del Liceo Darwin era stata ripulita a dicembre e ora è devastata da scritte e manifesti di estrema destra. #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Via Tuscolana, la facciata del Liceo Darwin era stata ripulita a dicembre e ora è devastata da scritte e manifesti di estrema destra.
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/hxRkR1zzFG

Pietro Calabrese, l’assessore responsabile che però non c’entra mai nulla. Anche sul #parcheggio del Galoppatoio, proprietà comunale di 2000 posti in pieno centro per cui il concessionario paga €900/mese, l'assessore afferma: "nun me compete!?!" 🤷🏻‍♂️ 👇📰 diarioromano.it/pietro-calabre… Retweeted by diarioromano

L'unica vera opposizione all'amministrazione capitolina viene portata avanti dai cittadini, dalle associazioni e dai @RadicaliRoma... Oggi si chiede ancora chiarezza sul referendum #Atac... @romamobilita @CarloCalenda @virginiaraggi @MercurioPsi @giocaudo @ComitatoCaudo

test Twitter Media - L'unica vera opposizione all'amministrazione capitolina viene portata avanti dai cittadini, dalle associazioni e dai @RadicaliRoma... Oggi si chiede ancora chiarezza sul referendum #Atac...
@romamobilita @CarloCalenda @virginiaraggi @MercurioPsi @giocaudo @ComitatoCaudo https://t.co/GsdlGsG4Kz

Pietro Calabrese, l’assessore responsabile che però non c’entra mai nulla. Anche sul #parcheggio del Galoppatoio, proprietà comunale di 2000 posti in pieno centro per cui il concessionario paga €900/mese, l'assessore afferma: "nun me compete!?!" 🤷🏻‍♂️ 👇📰 diarioromano.it/pietro-calabre…

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close