Verde in abbandono: in arrivo una soluzione provvisoria per evitare gli incendi

Verde incolto
Verde in abbandono in via Zabaglia (foto A. Rubinetti)

 

 

Più volte vi abbiamo parlato della grave situazione del verde pubblico a Roma dopo la revoca degli appalti alle ditte coinvolte in Mafia Capitale. Troppe strade, giardini e aree rurali sono in abbandono: oltre a rendere infrequentabili i parchi, li mettono a rischio di incendio soprattutto con il gran caldo di questi giorni (come le fiamme divampate alla Serpentara).

E più volte abbiamo chiesto una soluzione almeno temporanea, in attesa che i bandi di gara vengano indetti nuovamente. Non si può infatti lavarsene le mani e dire: purtroppo l’appalto era illegale e ora la città finisca in malora.

Finalmente qualcosa si muove. Il Campidoglio, infatti, ha lanciato una task force anti-incendi. Si tratta di una collaborazione tra i volontari della Protezione Civile, Il Servizio Giardini e l’Ama. Sono circa 7 milioni di metri quadri di verde sui quali intervenire rapidamente, entro le prossime due settimane.

Come potete vedere dalle diapositive predisposte dall’assessorato all’Ambiente, la città è stata divisa in 8 lotti che saranno gestiti da 40 mezzi e 8 trattori. Dovremmo quindi finalmente vedere un minimo di manutenzione sui fianchi laterali delle strade di grande viabilità e sugli spartitraffico oltre che sulla pista ciclabile che parte da Ponte Milvio oramai ridotta ad una selva.

 

Manutenzione verde

 

Secondo le previsioni dell’assessorato ogni giorno saranno 65 gli operatori impegnati con una media di 80 mezzi.

 

Manutenzione verde 2

 

In una città che ha la grande ricchezza di 45 milioni di metri quadri di verde urbano fare spallucce – come più volte abbiamo dovuto constatare da parte delle istituzioni che si trinceravano davanti la scusa degli appalti truccati – non era sopportabile.

Ora ci sarà da vedere se effettivamente questi interventi saranno reali e riusciranno a mantenere una parvenza di decoro alle nostre aree verdi.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Al Celio marciapiedi in asfalto e pure disastrati. In un rione storico come il Celio non solo ancora vi sono marciapiedi in asfalto, ma molti risultano disastrati, vere e proprie barriere invalicabili per i disabili motori #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Al Celio marciapiedi in asfalto e pure disastrati.

In un rione storico come il Celio non solo ancora vi sono marciapiedi in asfalto, ma molti risultano disastrati, vere e proprie barriere invalicabili per i disabili motori
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/U4uu20fkiI

Noi facciamo richiesta formale al Dip. Ambiente, ma non sarebbe meglio che l’assessore @Sabrinalfonsi spiegasse subito cosa sta succedendo con le fototrappole? Tanto più se non c’è nulla da nascondere. twitter.com/diarioromano/s…

@rcalcina @comuneroma @ComunediTrieste Lo potevi fare con un comandante vigili serio e onesto e osteggiato come quello scelto da Marino quando iosegnalo funzionava poi adesso neppure più sistema funziona. Tralasciando quando ti contatta vano minacciando anche parenti vigili perché lavoravano troppo... Retweeted by diarioromano

Che brutto il plexiglass intorno alle aree archeologiche. Da tempo immemore alcune aree archeologiche a Roma sono circondate da indegni pannelli in plexiglass rovinati e imbrattati. A quando la loro rimozione? #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Che brutto il plexiglass intorno alle aree archeologiche.

Da tempo immemore alcune aree archeologiche a Roma sono circondate da indegni pannelli in plexiglass rovinati e imbrattati. A quando la loro rimozione?
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/OidSLFYrT1

Semplicemente sconfortante, segno che in fondo nulla è ancora cambiato. @gualtierieurope twitter.com/battaglia_pers…

@gualtierieurope @Corriere A proposito di rifiuti, ha forse chiarito la questione delle fototrappole tutte disattivate? Retweeted by diarioromano

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close