Valle Aurelia: la stazione appena rifatta già devastata dai writers

Dal lettore F. S. riceviamo queste foto che fanno accapponare la pelle. Si tratta di una stazione, quella di Valle Aurelia, completamente ristrutturata pochi mesi fa e già vandalizzata da graffitari senza scrupoli.

Le reti perimetrali, gli arredi e diversi pilastri sono completamente imbrattati e la stazione appare come un luogo abbandonato nonostante siano stati spesi milioni di euro per rimodernarla.

Una devastazione operata in più notti e da più persone. A giudicare dai graffiti, infatti, occorre del tempo per realizzarne di così grandi e numerosi. Come è possibile che nessuno se ne sia accorto? A cosa servono le tante telecamere di sorveglianza che sono state installate se non riescono a controllare un fenomeno relativamente semplice?

La Stazione Valle Aurelia fu costruita per il Giubileo del 2000 ed è la prima in Italia ad essere stata realizzata interamente su un viadotto. E’ considerata essenziale per il completamento dell’anello ferroviario a nord quando finalmente aprirà la fermata Vigna Clara della quale abbiamo parlato diverse volte. Ferrovie dello Stato hanno deciso di ristrutturarla nel 2018 per migliorare il collegamento con la Metro A e con l’occasione le hanno dato un aspetto più moderno. Le vecchie strutture verdi sono state sostituite con pannelli bianchi molto più luminosi, mentre gli interni sono stati illuminati da led a basso impatto energetico. Le scale mobili sono state rinnovate e i pavimenti coperti da un gres di colore grigio che resiste maggiormente agli urti.

Grazie agli amici di UrbanFile possiamo mostrarvi il precedente aspetto della Stazione.

 

E vediamo adesso come si presentava a gennaio 2019, prima dell’intervento vandalico dei graffitari.

(foto UrbanFile)
(foto UrbanFile)

Insomma un luogo di stampo europeo che non ci faceva vergognare con i turisti, peraltro numerosi, che usano questa stazione proprio per recarsi in Vaticano. Ma l’illusione di vivere in una città normale è durata poco. La stazione è ora completamente ricoperta da graffiti senza senso e quel che è peggio i writers che li hanno realizzati se la stanno ridendo perché si sentono padroni del mondo e autorizzati a far tutto. Si saranno pure vantati sui social per aver compiuto la loro impresa “coraggiosa”. Che poi di coraggio ce ne vuole ben poco se il luogo è privo di vigilanza.

Chiederemo alle Ferrovie se intendono preservare il lavoro svolto e i soldi dei cittadini che sono stati spesi. Non è tollerabile che i vandali restino impuniti. E’ un pessimo segnale per tutti.

 

 

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

2 risposte

  1. Mi chiedo se non sarebbe più conveniente affidare la sorveglianza a qualche ditta specializzata invece di spendere soldi per la pulizia per poi rifarla dopo un mese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Ma ancora così siamo messi, a sprecare i rifiuti differenziati rendendo inutile l'impegno dei cittadini che differenziano correttamente? Questa doveva essere la prima azione da mettere in campo: valorizzare la pur poca differenziata che si fa a Roma! twitter.com/Lavoratori_Ama…

“Procedure più snelle e personale adeguato”, per non perdere l’occasione del #pnrr Centinaia di milioni di euro non spesi nel 2021 dimostrano quali rischi corra #Roma. La denuncia di Caudo con la richiesta di analizzare il problema... 👇📰 diarioromano.it/procedure-piu-…

Il giardino Don Baldoni ha il suo campo di pallavolo. Inaugurato venerdì, all’interno della parte di est di Villa Chigi e installato grazie al lavoro del II Municipio. I ragazzi del quartiere lo chiedevano da tempo (foto R. Ferraresi) #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Il giardino Don Baldoni ha il suo campo di pallavolo.

Inaugurato venerdì, all’interno della parte di est di Villa Chigi e installato grazie al lavoro del II Municipio. I ragazzi del quartiere lo chiedevano da tempo (foto R. Ferraresi)
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/8Sjqd0ooEP

Le Sette Sale a Colle Oppio, la più raffinata cisterna del mondo antico Alimentava le Terme di Traiano e conteneva 6 milioni di litri d'acqua. E' chiusa al #pubblico da troppo tempo ma un #bando da 5 milioni di euro potrebbe permettere il suo recupero 👇 diarioromano.it/le-sette-sale-…

Domenica sospeso il tram 2 Domani, 23 gennaio, per lavori alla sede tramviaria, il 2 verrà sostituito dai bus e il 19 farà capolinea a Valle Giulia. La tratta fino a Risorgimento sarà servita da una navetta #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Domenica sospeso il tram 2

Domani, 23 gennaio, per lavori alla sede tramviaria, il 2 verrà sostituito dai bus e il 19 farà capolinea a Valle Giulia. La tratta fino a Risorgimento sarà servita da una navetta
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/lo8GliFXs7

Riprendere il controllo sui tavolini riguarda anche le tipologie di arredo. Mentre l'assessore al #commercio cerca di limitare l'atavico #abusivismo delle OSP, perché l'assessore alla Cultura e la Sovrintendenza non mettono mano agli arredi consentiti? 👇 diarioromano.it/riprendere-il-… Retweeted by diarioromano

Visto che recentemente ha affermato: "Il tema del decoro urbano e della pulizia della città è per noi centrale", speriamo che l'assessore @GotorMiguel voglia accogliere il suggerimento. Disponibili a dare una mano se occorre. @lorenzabo @gualtierieurope twitter.com/diarioromano/s… Retweeted by diarioromano

Riprendere il controllo sui tavolini riguarda anche le tipologie di arredo. Mentre l'assessore al #commercio cerca di limitare l'atavico #abusivismo delle OSP, perché l'assessore alla Cultura e la Sovrintendenza non mettono mano agli arredi consentiti? 👇 diarioromano.it/riprendere-il-…

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close