Un’amministrazione ancora chiusa a riccio

Ascolto e partecipazione sono tra le parole d’ordine della nuova amministrazione capitolina, ma esse presuppongono la possibilità di comunicare  in entrambi i versi tra cittadini e istituzioni, cosa che al momento appare quasi del tutto preclusa.

Riportiamo di seguito il contributo di un amico del blog che, da cittadino, ha provato ad entrare in contatto con il nuovo governo di Roma.

 

Qualche tempo fa ho cercato di scrivere agli uffici di Roma Capitale per condividere un post su un blog internazionale che offre dei consigli concreti e costruttivi alla nuova giunta. (sustainablerome.net) Ho scritto all’indirizzo che usavo per le ultime giunte ed e’ tornato indietro con un generico messaggio di errore.  Non trovando altri indirizzi email sulla pagina istituzionale di Roma Capitale (!), ho scritto all’Ufficio per i Rapporti con i Cittadini.  

Mi hanno risposto entro qualche giorno:

può inviare l’email sia al nostro indirizzo di posta elettronica oppure a protocollo.gabinettosindaco@pec.comune.roma.it
Distinti saluti

Come richiesto, ho scritto ai due email indicati ma non ho avuto risposta (dopo due settimane).

Per curiosità sono andato a vedere i siti istituzionale di altre capitali, come Londra, dove ho trovato una pagina molto chiara indicando come contattare il sindaco. Ho scritto un email di prova e, come mi aspettavo, dopo tre secondi e’ arrivato una risposta automatica ringraziando per l’email, aggiungendo informazioni utili che riguardano le modalità di comunicazione, ecc. Ecco la risposta:

   To: mayor@london.gov.uk
    Subject: Rome

Thank you for writing to the Mayor of London, Sadiq Khan
The Mayor is committed to responding to queries as quickly as possible but has received a lot of correspondence since taking office and he is in the early stages of putting together a team to take forward his policies.
Depending on the nature of your query, it may take a bit longer for us to respond to your query.
Further information on our service standards and the work of the Mayor of London are available on our website at: http://www.london.gov.uk/contact-us/service-standards and  http://www.london.gov.uk/contact-us
Please note that we refer relevant queries to the relevant Greater London Authority (GLA) functional body for them to reply, for example transport related queries will be passed on to Transport for London (TfL) and queries related to policing oversight will be forwarded to the Mayor’s Office for Policing And Crime (MOPAC).
Thank you for taking the time to write to the Mayor of London.
 
Yours sincerely,

 

Neanche i Tweet hanno avuto riscontro.  Vorrei aiutare lo staff del sindaco (ho contribuito con tanti tweet alla campagna #RomaPulito per esempio) ma mi sembra assurdo che gli uffici di Roma Capitale non hanno nessuno che risponde a un email o un tweet.

Come ultimo sforzo, ho scritto dei consigli concreti all’URC.

Intanto, allego qualche osservazione, spero utile, per il vostro lavoro.  Non sono intessato alle critiche ma a contributi costruttivi.
Nell’interesse di aiutare a risolvere i problemi di Roma allego qualche appunto sulla User Experience del sito di Roma Capitale.
1. Non trovo nessun email per la sindaca o i membri della giunta.
2. Non trovo opzioni multilingue, neanche in inglese
3. Errori nei link “Reclami, segnalazioni, suggerimenti sui servizi di Roma Capitale possono essere presentati con diverse mdalità: al Contact Center chiamando il numero 060606, agli URP recandosi di persona o scaricando il  modulo da inviare tramite mail, anche certificata, fax e posta ordinaria e, infine, al Portale previa identificazione.porta a un errore “ Il link Portale risulta: “Not Found The requested URL /reclaminet was not found on this server.” 
4. Nel documento “La Social Media Policy di Roma Capitale” il link a Twitter risulta “https://twitter.com/account/suspended”  Anche in questo documento il link ““Segnalazioni, reclami e suggerimenti” non funziona “utilizzare l’apposita sezione della Home page del Portale Istituzionale (www.comune.roma.it) “Segnalazioni, reclami e suggerimenti”, previa identificazione.”
5. la pagina Facebook @virginia.raggi.m5sroma/ porta ancora la campagna elettorale ma non è indicato un profile istituzionale. 
6. la pagina Twitter @virginiaraggi porta ancora la campagna elettorale ma non è indicato un profile istituzionale.

 

PaginaRaggi

Nel ringraziare l’amico per il contributo, possiamo testimoniare anche noi di come scrivere al Sindaco, all’assessore alla mobilità o alla Presidente della Commissione Cultura sia esercizio inutile, non essendo degnati neanche di un riscontro generico. E questo sia quando si scrive da semplici cittadini che da rappresentanti di associazioni.

È questo un atteggiamento anzitutto scorretto, oltre che miope, soprattutto da parte di chi non smette di professare l’importanza della rete nei rapporti tra cittadini e istituzioni. La netiquette prevede infatti che quando si riceve un messaggio gli si dia una risposta e nel caso in cui di messaggi se ne ricevono molti, si può mettere in piedi un meccanismo che fornisca a breve un riscontro automatico, salvo poi verificare, a cura magari di uno staff, l’opportunità di un’ulteriore risposta personalizzata.

L’impressione è invece che l’attuale governo cittadino non ne voglia sapere di ascoltare cittadini e associazioni, come se fosse convinto di avere al proprio interno tutte le risorse per risollevare Roma dal baratro in cui è sprofondata. Purtroppo più di un segnale sta dimostrando che invece di aiuto ne hanno bisogno sia la Giunta Raggi che la maggioranza in Assemblea Capitolina, e ben farebbero a cominciare ad aprirsi almeno a coloro che hanno dimostrato di non avere interessi nascosti ma solo di tenere al decoro e prestigio di Roma.

Sommessamente, ci sentiremmo di consigliare al Sindaco Raggi di dare priorità a dei meccanismi di ascolto dei cittadini, piuttosto che lavorare ai video auto-promozionali che possono anche aspettare qualche settimana (anche perché sinceramente i contenuti scarseggiano ancora).

Mantenendo lo spirito di servizio che ci contraddistingue, vogliamo concludere suggerendo ai nuovi amministratori una formula di risposta automatica ai messaggi che a nostro avviso darebbe il segno di un interesse sincero per i cittadini. L’abbiamo presa dal romanzo “Molto forte, incredibilmente vicino” (Guanda, 2005) di J. S. Foer, dove parrebbe riferita all’astrofisico Stephen Hawking:

Grazie della sua lettera. Purtroppo, a causa della grande quantità di corrispondenza che ricevo, non sono in grado di scrivere risposte personali. Le assicuro però che leggo tutte le lettere, e le metto da parte con la speranza di dare a ciascuna, un giorno, la particolare risposta che merita. Fino a quel giorno,

                                                                    La saluto con viva cordialità

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Il bilancio #Atac a confronto con quello di #Atm. Due mondi differenti. L'azienda milanese a parità di dipendenti offre un servizio migliore e investimenti cinque volte maggiori. Per Atac l'aiuto del #Comune è indispensabile. #Roma #4agosto ▪️ 👇📰 diarioromano.it/il-bilancio-at… Retweeted by diarioromano

Il bilancio #Atac a confronto con quello di #Atm. Due mondi differenti. L'azienda milanese a parità di dipendenti offre un servizio migliore e investimenti cinque volte maggiori. Per Atac l'aiuto del #Comune è indispensabile. #Roma #4agosto ▪️ 👇📰 diarioromano.it/il-bilancio-at…

La puzza e l’abbandono probabilmente sono voluti: così chi arriva a Roma capisce subito che questa non è una città come le altre. . #Roma #fotodelgiorno 📸

test Twitter Media - La puzza e l’abbandono probabilmente sono voluti: così chi arriva a Roma capisce subito che questa non è una città come le altre.
.
#Roma #fotodelgiorno 📸 https://t.co/z0M8ABrPuM

Il #distanziamento solo sui #treni dei ricchi. Dei pendolari non interessa a nessuno. Atac riduce le corse e la gente si accalca. Ma gli intellettuali da spiaggia si indignano solo quando si toccano i #Frecciarossa usati da manager e politici. ▪️ 👇📰 diarioromano.it/il-distanziame… Retweeted by diarioromano

Il #distanziamento solo sui #treni dei ricchi. Dei pendolari non interessa a nessuno. Atac riduce le corse e la gente si accalca. Ma gli intellettuali da spiaggia si indignano solo quando si toccano i #Frecciarossa usati da manager e politici. ▪️ 👇📰 diarioromano.it/il-distanziame…

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close