Un cartellone sulle strisce pedonali. La realtà supera la fantasia

 

Usodimare via cartellone sulle strisce

 

In tema di cartelloni ne abbiamo viste tante in questi anni. Ma dobbiamo ammettere che quando all’account twitter di Bastacartelloni è arrivata la segnalazione del lettore Muraghe neanche noi ci credevamo. Pensavamo fosse un fotomontaggio o una immagine magari risalente agli splendidi anni 2010-2011.  Così siamo andati a verificare sul posto ed era tutto vero!

Via Antoniotto Usodimare, una traversa di Circonvallazione Ostiense, a pochi passi dalla sede de La Repubblica. Un garage ha piantato un parapedonale nel mezzo delle strisce pedonali. Il cemento è fresco e dunque l’installazione risale a massimo due o tre giorni fa.

Ma la cosa più incredibile è che l’intero attraversamento è disseminato di parapedonali abusivi, posizionati in modo del tutto casuale. Per cui il pedone o ancor peggio il disabile in carrozzina si trovano a dover fare uno slalom per arrivare dalla parte opposta della strada. Guardate qui sotto.

Usodimare via cartellone sulle strisce 2

 

Paletti, parapedonali, new jersey, insomma c’è di tutto in uno spazio che per sua natura dovrebbe essere libero. Prima ancora che qualcuno cominci a inveire contro le ditte pubblicitarie di Roma, precisiamo che con ogni probabilità in questo caso le ditte non c’entrano niente. Neanche la più spregiudicata si sarebbe spinta fino a questo punto. L’iniziativa è evidentemente del garage che ha pensato di difendere così l’accesso al parcheggio dalle auto in sosta irregolare.

E qui arriviamo alla vera causa del male. Questo cartello infatti è il sintomo della “parcheggite“, una patologia tutta romana che spinge l’automobilista a lasciare l’auto ovunque ci sia uno spazietto libero. E’ una fermata del bus? Chisseneimporta! E’ un attraversamento pedonale? “Tanto ce passeno”! Insomma l’ingenuo garagista ha ritenuto che senza un ostacolo quell’area sarebbe stata occupata dalle auto e dunque l’ha tutelata così.

Il garagista sarà pure ingenuo (che poi quel parapedonale pubblicitario dove l’ha trovato? L’ha rubato da qualche parte?), ma la responsabilità maggiore è dei municipi che non disegnano le strade e le strisce in modo da evitare il parcheggio selvaggio. Se invece di questo ampio spazio si fosse costruito un marciapiede salvagente, al centro del quale dovevano essere tracciate le strisce e gli scivoli, tutto questo non sarebbe successo. Un esempio lo vedete qui sotto: un attraversamento vicino la nuova fermata Metro Jonio, protetto da marciapiedi.

Metro b1 Jonio strisce via Scarpanto

 

E invece in via Usodimare la situazione è questa.

Usodimare via cartellone sulle strisce 4

Usodimare via cartellone sulle strisce 3

 

Abbiamo segnalato alla Polizia di Roma Capitale questo assurdo cartellone e ci auguriamo che venga rimosso subito e il garage sanzionato. Ma il problema resta. Manca un arredo urbano corretto e il senso di legalità da parte dei cittadini che pensano tutto sia permesso. Sindaco Marino: riprendiamo il controllo della città!

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Forse qualcuno dovrebbe spiegare all'architetto che il muro non serve a cingere il giardino bensì proprio a crearlo, ossia a contenere la terra dove mettere le piante. Quello che doveva essere un parcheggio interrato è venuto un po' fuori terra e da qui la necessità del muro. twitter.com/rep_roma/statu…

Piano per la #mobilità durante le festività natalizie: il migliore da molti anni, nonostante qualche ombra. Per la prima volta viene prevista l'attivazione fissa delle #ZTL e i collegamenti con alcuni parcheggi... 👇📰 diarioromano.it/piano-per-la-m…

#Domenica di giochi a villa Ada per i bambini. La giornata sarà dedicata al #Festival dei Giochi di Strada tra i quali il tiro alla fune, i birilli, la corsa dei sacchi e molto altro. Ingresso da via di Ponte Salario fino al tramonto

test Twitter Media - #Domenica di giochi a villa Ada per i bambini.
La giornata sarà dedicata al #Festival dei Giochi di Strada tra i quali il tiro alla fune, i birilli, la corsa dei sacchi e molto altro. Ingresso da via di Ponte Salario fino al tramonto https://t.co/H3ClE8Wsnz

Se questa discarica in via Prenestina deve proprio rimanere lì, probabilmente a disposizione di occupanti abusivi, perché non metterci un cassone? È più decoroso ed evita agli addetti di raccogliere da terra. Neanche le cose facili … @Sabrinalfonsi

test Twitter Media - Se questa discarica in via Prenestina deve proprio rimanere lì, probabilmente a disposizione di occupanti abusivi, perché non metterci un cassone? È più decoroso ed evita agli addetti di raccogliere da terra.
Neanche le cose facili …
@Sabrinalfonsi https://t.co/cgVKt12ZPc
Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Colonna della Pace, in abbandono

Davanti la basilica di Santa Maria Maggiore c’è l’unica superstite delle otto colonne che ornavano la volta della Basilica di Massenzio, lasciata nel degrado con le erbacce ad infestarla.

Leggi l'articolo »

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close