Un cartellone abusivo! Pessimo segnale

Nessun commento

Aurelia Antica cartellone abusivo nov 15

Aurelia Antica nov 15

 

Le foto ci arrivano da Franco Quaranta, attuale presidente dell’Associazione Bastacartelloni-Francesco Fiori e ci fanno piombare in un passato che non vorremmo ricordare. Quando ogni giorno la redazione del blog bastacartelloni riceveva dalle 15 alle 20 foto di impianti appena istallati, montati ovunque, in luoghi improbabili. Quel fenomeno che è stato uno dei principali elementi di degrado della Roma alemanniana, contro il quale le associazioni cittadine si sono battute con tenacia, fino ad ottenere una buona riforma del settore.

In questi ultimi due anni la città è stata lentamente ripulita: da una parte il Campidoglio ha ripreso il controllo del territorio, eliminando la gran parte dei cartelloni irregolari (ricordate cosa erano gli spartitraffico??) e dall’altra le stesse ditte hanno cercato di mettersi in regola. Sapendo infatti che ai futuri bandi potrà partecipare solo chi non abbia commesso illeciti, non conviene agli operatori del settore autoescludersi dal mercato romano.

E il punto sta proprio qui. Se alcune ditte hanno ripreso in queste ore a installare cartelloni senza alcuna autorizzazione lo hanno fatto perché ritengono che la riforma sia finita in qualche cassetto. Perché archiviata la giunta Marino e rimossa l’assessore Leonori, pensano che né il commissario, né il futuro sindaco completeranno il procedimento. Quindi – si saranno detti sfregandosi le mani – ricominciamo come prima. Freghiamocene del Piano Regolatore, delle sanzioni, dei canoni, del codice della strada. Riprendiamo a vivere alla giornata e a piantare cartelloni. Anche se restano solo per 4 o 5 mesi, intanto avremo incassato un po’ di soldi.

E’ forse questo il ragionamento fatto dalla ditta proprietaria di questo cartello che lo ha piantato tra sabato e domenica notte in via Aurelia Antica, sotto il ponte dell’Olimpica. Il cemento fresco alla base, la posizione al centro del marciapiede, la mancata distanza dal ciglio stradale. Tutti indizi del vecchio e noto sistema.

Ma soprattutto il fatto che l’impianto sia sprovvisto di targhetta identificativa!

Aurelia Antica cartellone abusivo nov 15 2

 

E non potrebbe essere diversamente. La Romatech Pictures srl (vecchio codice 0122) è infatti stata dichiarata decaduta dall’albo delle ditte autorizzate ad operare a Roma nel maggio del 2013 (con determinazione dirigenziale n. 1345 del 16/5/2013). Insomma si tratta di un cartello abusivo, di una ditta abusiva e radiata.

Piccola cosa, dirà qualcuno. Ci hanno solo voluto provare! E invece non è affatto una piccola cosa. E’ un pessimo segnale che qualcuno sta lanciando alla città. Che tornino i camion bar ovunque, che si ripiantino cartelli irregolari, che appaiano le bancarelle sulle fermate dei bus a Termini! Qualcuno sta spingendo per una mini-restaurazione. La giunta Marino ha commesso molti errori ma le cose buone fatte non vanno vanificate. I cittadini resteranno vigili e se da parte del commissario Tronca ci sarà inerzia, non resteranno a guardare.

Articoli correlati

Partecipa alla discussione

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con (richiesto)

Tweets

Una mozione votata da tutti i partiti tranne @OrlandoCorsetti sposta gli #urtisti in via delle Muratte. Così si vanifica il Tavolo del Decoro e si apre a contenziosi da parte di altri ambulanti. Un assurdo bipartisan. @AndreaCoiaM5S @PD_ROMA @DePriamo diarioromano.it/?p=37789

Piccole precauzioni che anche Roma sta prendendo dopo il caso del #coronavirus apparso in Cina. Rischio contagio remoto, ma meglio essere pronti. @AeroportidiRoma @INMISpallanzani diarioromano.it/?p=37771

Video diario