Trasporto pubblico: Milano si fa beffe di Roma

Nessun commento

ATM, la società di trasporto pubblico di Milano, il 9 Maggio scorso aveva già il Bilancio 2018 approvato.

Il bilancio è stato chiuso con un utile di esercizio di +18,5 Milioni di euro. ATM ha fatto investimenti per la considerevole cifra di 173 Milioni di euro, destinati per lo più al rinnovo del parco mezzi (tra cui autobus elettrici ed ibridi), ma anche per nuove tecnologie, come il sistema di pagamento con carte contactless direttamente al tornello.

L’ottimo servizio ha fatto registrare una crescita del 5% dei passeggeri trasportati, per un totale di 789 milioni di utenti. ATM ci tiene ad evidenziare come i milanesi che usano il trasporto pubblico siano ben il 42%, contro il 33,7% di Torino e solo il 29,2% di Roma.

Molto serrati anche i controlli, con oltre 293.000 multe elevate

Passiamo a Roma. Del Bilancio 2018 non si sa ancora nulla. Strano, perché ci furono strepitosi annunci del “parziale positivo semestrale”, un valore comunque senza cifre e non ufficiale.

L’anno scorso il Bilancio fu pubblicato a fine settembre, con imbarazzanti scuse che costrinsero addirittura i Commissari Giudiziari a smentire che fosse imputabile a loro richieste. Una figuraccia colossale.

Per adesso sappiamo dell’incredibile record(!?) di 170.000 multe fatte da ATAC nel 2018. ATAC trasporta 1.100 milioni di passeggeri l’anno, ATM molti meno, 789 milioni, ma ha comminato 293.000 multe, ovvero in proporzione il +240%. Un raffronto ancora una volta imbarazzante.

 

 

Se questi sono i record di ATAC, come sarà andato il Bilancio 2018 secondo voi?

 

 

 

 

Articoli correlati

Partecipa alla discussione

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con (richiesto)

Tweets

Tra 15 giorni stop alle auto diesel euro3 nell'anello ferroviario. Ma #Atac ha ancora il 41% dei suoi bus euro3. Invece di accelerare l'acquisto di quelli a metano, la gara salta per la 4a volta. Ce lo racconta @MercurioPsi. @TplRoma @saveMetroC. diarioromano.it/?p=36594

I residenti di piazza Armellini, via Pisa e via Moroni chiedono il perché della soppressione di 110 posti auto. La caserma GdF parla di motivi di sicurezza ma sembrano pretestuosi. @Delbellotw. diarioromano.it/?p=36536

Chiude per ben 3 mesi la fermata Baldo degli Ubaldi per controllare le scale mobili. Una revisione che si poteva programmare senza bloccare la stazione. Ma @virginiaraggi se la prende con quelli di prima. La storia raccontata da @MercurioPsi. @saveMetroC diarioromano.it/?p=36584

Video diario
Newsletter
Rimani aggiornato! Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati.