Tornano gli strani cartelloni con Conte

 

Per la seconda volta, ignoti estimatori avrebbero pagato affissioni pubbliche in favore dell’ex premier. Stessa ditta pubblicitaria, stesso stile. E se fosse opera dello stesso Conte?

 

 

Condividi:

4 risposte

  1. 🤣🤣🤣🤣🤣
    Figurati se il Presidente Conte ha tempo per fare queste operazioni.. non ti ricordi, CARO DARIO, dei mllti cartelloni messi in tutta Italia mentre lui viaggiava in lungo e in largo per incontrare la popolazione e spiegare senso della sua politica ? SVEGLIA !

  2. Correggiamo quanto scritto e pubblicato, Diarioromano. Ci sono nomi e cognomi di chi ha partecipato all’iniziativa dei cartelloni. Tutte persone che apprezzano il grande operato di Conte. Basterebbe affacciarsi sulla pagina Facebook dell’ideatore e scoprire tutto quello che c’è da sapere. Non scriviamo a vanvera!!!

    1. Bene, e perché non si firmano? Non sarebbe un’operazione più trasparente degna del partito che doveva aprire il parlamento come una scatoletta di tonno? La pubblicità (perché di questo si tratta) deve avere un papà e una mamma chiari e limpidi e non deve richiedere indagini per risalire agli autori.
      Aggiungo che per legge la pubblicità elettorale deve contenere il nome del committente. Sebbene questa non sia pubblicità elettorale, regole di buon senso richiederebbero un richiamo a chi l’ha ideata e finanziata.

      1. Gentile sig. Filippo Guardascione innanzitutto buongiorno, e poi se legge bene la firma c’è …”il tuo popolo” questa è la firma; e con il “tuo popolo” a questo popolo che si è autotassato senza “ASPETTARSI NULLA IN CAMBIO” gli è bastato e basta esprimere la PROPRIA STIMA ed AFFETTO ad un Uomo di sani principi morali… lo trova strano vero in una Società incattivita, irosa, dove tutti odiano tutti odiando in definitiva anche sè stessi? Si rassereni e provi a pensare che dietro a questo, PER UNA VOLTA TANTO non c’è NULLA se non PERSONE PERBENE che manifestano STIMA ad una PERSONA PERBENE! Saluti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Perché @PLRomaCapitale non dedica un paio dì pattuglie in bici al controllo delle ciclabili? Che fine hanno fatto i mezzi a due ruote periodicamente sfoggiati nelle parate? @gualtierieurope twitter.com/marcolatini19/…

L’inutilità dei vigili agli incroci: a viale Manzoni-via Emanuele Filiberto tengono fermi due bus al semaforo per 4/5 minuti, a via Merulana non gestiscono veicoli che bloccano i bus. C’è qualcuno che gli spiega come comportarsi o improvvisano?

Forse qualcuno dovrebbe spiegare all'architetto che il muro non serve a cingere il giardino bensì proprio a crearlo, ossia a contenere la terra dove mettere le piante. Quello che doveva essere un parcheggio interrato è venuto un po' fuori terra e da qui la necessità del muro. twitter.com/rep_roma/statu…

Piano per la #mobilità durante le festività natalizie: il migliore da molti anni, nonostante qualche ombra. Per la prima volta viene prevista l'attivazione fissa delle #ZTL e i collegamenti con alcuni parcheggi... 👇📰 diarioromano.it/piano-per-la-m…

#Domenica di giochi a villa Ada per i bambini. La giornata sarà dedicata al #Festival dei Giochi di Strada tra i quali il tiro alla fune, i birilli, la corsa dei sacchi e molto altro. Ingresso da via di Ponte Salario fino al tramonto

test Twitter Media - #Domenica di giochi a villa Ada per i bambini.
La giornata sarà dedicata al #Festival dei Giochi di Strada tra i quali il tiro alla fune, i birilli, la corsa dei sacchi e molto altro. Ingresso da via di Ponte Salario fino al tramonto https://t.co/H3ClE8Wsnz
Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Colonna della Pace, in abbandono

Davanti la basilica di Santa Maria Maggiore c’è l’unica superstite delle otto colonne che ornavano la volta della Basilica di Massenzio, lasciata nel degrado con le erbacce ad infestarla.

Leggi l'articolo »

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close