Torna Open House: per esplorare e apprezzare 250 luoghi romani

Auditorium

 

Puntuale, come ormai da quattro anni, torna sabato 9 e domenica 10 maggio Open House Roma, http://www.openhouseroma.org/2015/ ovvero la possibilità di visitare gratuitamente numerosissimi luoghi della Capitale solitamente chiusi al pubblico: 250 fra visite, iniziative ed eventi. Una straordinaria occasione, unica in Italia, per essere condotti all’interno di luoghi pubblici e privati spesso inaccessibili, per scoprire l’architettura del passato e del presente tramite gli esempi più riusciti di progettisti più o meno noti, che hanno saputo creare spazi unici ed insoliti, soprattutto inaspettati, all’interno della nostra città.

Un numero elevatissimo di visite, sempre guidate, che si sviluppano su sette aree cittadine, dal centro storico alle periferie, secondo tre diversi itinerari, storico – moderno – contemporaneo, e che si affiancano ad eventi e tour specifici, sotto la guida di appassionati, studenti, professionisti ed esperti del settore, entusiasti nel mostrare a romani e non le realizzazioni progettuali più interessanti che si nascondono fra strade e piazze, dagli attici ai luoghi di recupero. Si avrà infatti la possibilità di visitare non solo siti archeologici, piccoli musei, palazzi, chiese, ministeri e biblioteche, ma anche studi, case private, complessi residenziali ed industriali rinnovati o in fase di recupero, a testimoniare come l’architettura sia lo spazio che viviamo in molteplici ambiti e momenti, imprescindibile dal nostro vivere quotidiano.

Gli ingressi avverranno secondo tre diverse modalità: libero per ordine di arrivo, con prenotazione sul sito (stampando la ricevuta), con prenotazione e rush line (possibilità di inserirsi nel gruppo senza prenotazione in caso di assenze).

Dato il successo riscontrato in ogni edizione è necessario selezionare con attenzione i luoghi da visitare e gli spostamenti necessari per raggiungerli, in modo da facilitare il lavoro delle centinaia di volontari impegnati in questo ambizioso progetto volto alla fruizione e alla conoscenza del nostro patrimonio architettonico. Roma è solo una delle ventotto città, presenti su quattro continenti, a far parte dell’evento internazionale Open House Worldwide, ma fin da subito, grazie anche a numerose partnership, è riuscita ad evidenziarsi come un appuntamento costante e decisivo per conoscere e riconoscere l’importanza dei luoghi che ci circondano, spesso celati, spesso privati, ma che per una volta si aprono a tutti coloro che vogliono approfondire il complesso mondo architettonico che ci circonda.

 

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Perché @PLRomaCapitale non dedica un paio dì pattuglie in bici al controllo delle ciclabili? Che fine hanno fatto i mezzi a due ruote periodicamente sfoggiati nelle parate? @gualtierieurope twitter.com/marcolatini19/…

L’inutilità dei vigili agli incroci: a viale Manzoni-via Emanuele Filiberto tengono fermi due bus al semaforo per 4/5 minuti, a via Merulana non gestiscono veicoli che bloccano i bus. C’è qualcuno che gli spiega come comportarsi o improvvisano?

Forse qualcuno dovrebbe spiegare all'architetto che il muro non serve a cingere il giardino bensì proprio a crearlo, ossia a contenere la terra dove mettere le piante. Quello che doveva essere un parcheggio interrato è venuto un po' fuori terra e da qui la necessità del muro. twitter.com/rep_roma/statu…

Piano per la #mobilità durante le festività natalizie: il migliore da molti anni, nonostante qualche ombra. Per la prima volta viene prevista l'attivazione fissa delle #ZTL e i collegamenti con alcuni parcheggi... 👇📰 diarioromano.it/piano-per-la-m…

#Domenica di giochi a villa Ada per i bambini. La giornata sarà dedicata al #Festival dei Giochi di Strada tra i quali il tiro alla fune, i birilli, la corsa dei sacchi e molto altro. Ingresso da via di Ponte Salario fino al tramonto

test Twitter Media - #Domenica di giochi a villa Ada per i bambini.
La giornata sarà dedicata al #Festival dei Giochi di Strada tra i quali il tiro alla fune, i birilli, la corsa dei sacchi e molto altro. Ingresso da via di Ponte Salario fino al tramonto https://t.co/H3ClE8Wsnz
Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Colonna della Pace, in abbandono

Davanti la basilica di Santa Maria Maggiore c’è l’unica superstite delle otto colonne che ornavano la volta della Basilica di Massenzio, lasciata nel degrado con le erbacce ad infestarla.

Leggi l'articolo »

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close