Sui rifiuti così andiamo verso il commissariamento

Nessun commento

Da molti giorni la rete è intasata di immagini di rifiuti non raccolti a Roma.

Non si mai veramente usciti da un’emergenza rifiuti ma ultimamente la situazione sembra essere davvero peggiorata in maniera preoccupante.

In una tale situazione il Sindaco Raggi pubblica il seguente post:

 

 

Ancora a parlare con i vertici AMA (appena rinominati, ennesimo cambiamento radicale) e sindacati???

 

Ma non sarà che il Sindaco, nonché assessore all’ambiente con delega sui rifiuti (quale professionalità può vantare il Sindaco per mantenere una tale responsabilità lo sa solo il cielo), dovrebbe cominciare a parlare direttamente con i cittadini ed i lavoratori AMA?

 

C’è in particolare un gruppo di lavoratori AMA, riunitisi sotto la sigla LILA (Laboratorio Idee Lavoratori AMA), che da anni si sgola con denunce, suggerimenti, consigli indirizzati in maniera costruttiva ai responsabili istituzionali che però continua ad essere del tutto ignorato.

Ecco uno dei loro ultimi post:

 

MA CHE STA SUCEDENDO??
(Più i fornitori Ama sotto attacco)

Questa è la domanda che ci fanno tutti i cittadini in questi giorni di fase emergenziale.
Le risposte e le soluzioni le trovate nei nostri post, ma vi aggiorniamo ancora una volta sui due motivi principali:

AUTOMEZZI E OFFICINE

Siamo arrivati ormai ad un buon 50% di autocompattatori pesanti e leggeri fuori uso, con decine di autisti inoperosi.
La novità è che In queste ultime due settimane, c’è stata una “strana” impennata di fermi macchina, nonostante che con i ricambi non stiamo messi male (??).
Eppure, dall’alto dei cieli Ama, ancora non scende nessuno “quaggiù” per fare le opportune verifiche e controlli (??).
Persino dopo l’ennesimo drammatico incendio ad una CSL nuova, non si è ritenuto utile e opportuno avviare una semplice indagine tecnica per stabilire le cause.
Invece, noi “monnezzari” di LILA, come vi avevano promesso, attraverso le testimonianze raccolte tra i meccanici e vecchi autisti, abbiamo individuato, o meglio confermato, quella che sapevamo è la più probabile causa scatenante dei numerosi incendi.
Ma ora a chi lo diciamo?

Continuiamo a pensare che i veri “sabotatori” sono coloro che non fanno bene il lavoro per cui sono ben pagati, e quegli pseudo sindacati che non hanno a cuore il bene pubblico e se ne fregano anche loro di fare una ridicola indagine interna. Loro vogliono i “Tavoli apparecchiati” con i politici e tante tessere…

IMPIANTI

Nonostante il prezioso apporto dello STIR del Gruppo Porcarelli, continuano i ritardi negli scarichi e il TMB Ama è sempre sotto pressione e a rischio guasti, in attesa che i TMB di Malagrotta tornino ad operare pieno regime. Da noi non esistono manutenzioni agli impianti, ma solo degli eroi che rischiano la vita senza alcun “premio di risultato”.

 

 

Come si può pensare di mettere in campo un piano di pulizie straordinarie, così come suggerito dal Sindaco, con la scarsità di mezzi dichiarata dalla LILA?

 

Purtroppo non è continuando con proclami, a cui non crede più nessuno, o piani del tutto velleitari che si può pensare di arginare l’emergenza in corso a Roma.

 

 

I bigattini (larve di mosca) generati dai rifiuti non raccolti è un segnale che nessuno può seriamente trascurare, in primis il Sindaco che dovrebbe essere il depositario prima della salute pubblica.

 

A nostro avviso o Virginia Raggi la smette con la pretesa di voler affrontare da sola un problema di tale vastità e si apre al contributo di tutti, a partire proprio dai dipendenti AMA più attivi, oppure non si potrà che giungere in brevissimo tempo ad un commissariamento sui rifiuti a Roma.

In molti auspicano una tale soluzione in tempi strettissimi, visto che in tre anni l’amministrazione Raggi è riuscita a sbagliare tutto il possibile sulla raccolta e gestione dei rifiuti a Roma. È questa anche la nostra posizione.

Articoli correlati

Partecipa alla discussione

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con (richiesto)

Tweets

La storia recente di via del #Babuino dimostra che il Campidoglio non hai mai avuto le idee chiare sulla sosta e le aree pedonali. Oggi la normalità è camion sui marciapiedi a caos a tutte le ore. @virginiaraggi @Sabrinalfonsi @materia__prima. diarioromano.it/?p=38067

Video diario