Sei aree fitness su 10 imbrattate dai graffiti

Pineto giardino degrado

 

L’Agenzia per il Controllo e la Qualità dei Servizi di Roma Capitale ci ha abituato a ricerche ben fatte e puntuali. Era accaduto con un fondamentale rapporto sulla cartellonistica pubblicitaria e oggi conferma la bontà del proprio lavoro con il monitoraggio sulle aree ludiche e fitness del Comune.

I ricercatori dell’Agenzia hanno preso in esame 100 aree distribuite in tutta la città (su un totale di circa 500) e le hanno analizzate relativamente alla accessibilità, agli orari di frequentazione, alla valutazione delle attrezzature e al decoro.

Ed è su quest’ultimo che attiriamo la vostra attenzione. Il decoro dei parchi gioco e delle aree fitness è risultato molto scadente. Nel 77% dei casi erano presenti rifiuti gettati qui e là e nel 61% dei casi attrezzi e giochi erano coperti da graffiti e scritte vandaliche. Stiamo parlando quindi della stragrande maggioranza delle altalene, degli scivoli per i bambini o dei macchinari per gli sportivi. Un fenomeno, quello delle scritte, che accentua la percezione di degrado e insicurezza, trasmettendo ai piccoli e agli adolescenti il messaggio che sia normale vivere in mezzo alle tags, ai rifiuti. Un comune che abdica al suo ruolo di prevenzione e repressione di questi fenomeni sarà un comune sempre più sporco, con una qualità della vita in costante peggioramento.

aree fitness decoro

 

Come si vede dalla diapositiva qui sopra, non solo il 61% degli scivoli è coperto da graffiti, ma anche il 49% degli altri giochi, oltre al 30 e al 18% di altre tipologie di altalene. Gli atti vandalici, poi, provocano la necessità di sostituire molti attrezzi, spesso deteriorati anche per la normale usura.

 

aree fitness decoro2

 

Oltre alla presenza di rifiuti, troppo frequenti sono le buche, le bottiglie o le lattine abbandonate e le deiezioni dei cani. Alcuni di questi problemi sono di facile soluzione: la consegna tramite il vuoto a rendere del vetro e dell’alluminio farebbe improvvisamente sparire dai parchi le centinaia di bottiglie che vengono abbandonate. Mentre per quanto riguarda rifiuti e deiezioni canine occorre un maggior controllo, dato che il senso civico pare latitare tra i romani.

Più di un anno fa, avevamo mostrato la situazione dell’area fitness del Parco del Pineto, chiedendo al Municipio un intervento di manutenzione delle strutture che purtroppo non è mai arrivato. Situazioni simili, a leggere il rapporto dell’Agenzia, sono presenti in molti quartieri di Roma. Vi riproponiamo un paio di foto significative.

Attrezzi sportivi parco pineto 2

 

Attrezzi sportivi parco pineto 6

 

Tra i diversi Municipi, una situazione leggermente migliore si registra in II° con le aree di Villa Balestra e Parco Nemorense in condizioni discrete, mentre il XV° si pone in fondo alla classifica dove quasi tutti gli intervistati hanno espresso un giudizio negativo.

 

aree fitness decoro3

 

Interessante notare come la stragrande maggioranza dei cittadini chieda interventi sul decoro: maggiore pulizia, manutenzione del verde, delle pavimentazioni etc. La richiesta di decoro è talmente elevata in tutti i campi che ha colpito la totale assenza dell’argomento nelle dichiarazioni programmatiche della giunta Raggi che ha parlato di tutto ma non ha ritenuto di voler dedicare neanche una riga ad una delle vere emergenze della città. In quelle dichiarazioni programmatiche si è dedicato un capitolo alla sicurezza, per esempio, ma a leggere la diapositiva che segue la sicurezza è ritenuta una questione meno prioritaria del decoro (6 su 10 si sentono sufficientemente sicuri).

aree fitness decoro4

 

Insomma, anche dal lavoro dell’Agenzia, sembra evidente che al momento l’amministrazione non sia in perfetta sintonia con le richieste dei romani, ma speriamo che col tempo ci sia una correzione di rotta.

Infine, un dato interessante è relativo alle disinfestazioni: molti romani chiedono che il verde, troppo trascurato, venga sottoposto a bonifica di insetti e animali infestanti per permettere una fruizione migliore delle aree.

 


 

Cliccare qui per scaricare il rapporto completo 

 

 

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Viale Carso, angolo via Monte Pertica. Strisce pedonali ridipinte in questo modo. "Civilizziamo Roma" via #Facebook . #Roma #foto #lettori

test Twitter Media - Viale Carso, angolo via Monte Pertica. Strisce pedonali ridipinte in questo modo. "Civilizziamo Roma" via #Facebook 
.
#Roma #foto #lettori https://t.co/UqtchPoF7h

Rimborso degli abbonamenti agli utenti del Tpl. A Milano lo fanno e non mettono dipendenti in Cig. A Roma niente rimborsi e 4000 in cassa integrazione. @MercurioPsi ci spiega le differenze e la cattiva gestione di #Atac. @materia__prima @virginiaraggi diarioromano.it/?p=38875

Il parroco della S.S. Trinità di viale Arrigo Boito ha deciso ieri di celebrare la messa sul tetto. Molti i fedeli affacciati che hanno ricevuto la benedizione. . #Roma #photo #lettori

test Twitter Media - Il parroco della S.S. Trinità di viale Arrigo Boito ha deciso ieri di celebrare la messa sul tetto. Molti i fedeli affacciati che hanno ricevuto la benedizione.
.
#Roma #photo #lettori https://t.co/F5y22yOUeh

Dopo 5 anni diarioromano rinnova la sua grafica, aggiunge nuove rubriche e migliora la fruibilità sui dispositivi mobili. I numeri dei contatti e gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni. @MercurioPsi. #blog #redazione #news. diarioromano.it/?p=38859 Retweeted by diarioromano

Dopo 5 anni diarioromano rinnova la sua grafica, aggiunge nuove rubriche e migliora la fruibilità sui dispositivi mobili. I numeri dei contatti e gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni. @MercurioPsi. #blog #redazione #news. diarioromano.it/?p=38859

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close