Tutti gli articoli

Città in rovina

Città in rovina – Il Luneur

  Il Luneur era il vecchio parco divertimenti di Roma, il più antico d’Italia. Nato nel 1953 per la Fiera dell’Agricoltura, fu aperto periodicamente negli anni successivi fino al 1960, anno delle Olimpiadi a Roma, quando si decise che sarebbe

Leggi l'articolo »

Città in rovina – Forte Boccea

  Alla fine dell’800, Roma divenuta da poco capitale, credeva di doversi difendere da possibili attacchi militari. In quegli anni si pensò di costruire un insieme di fortini che, collegati tra loro, costituissero una cinta muraria e un primo ostacolo

Leggi l'articolo »

Città in rovina – L’ex-oleificio alla Magliana

Chiunque transiti sulla Roma-Fiumicino, all’altezza della Magliana, non può non notare un mostro arrugginito che si staglia minaccioso, perfetto simbolo di un’archeologia industriale alla romana. Si tratta di un ex-oleificio dove fino a poco più di trent’anni fa si producevano

Leggi l'articolo »

Città in rovina – L’ex cartiera di via Assisi

  Se non fossimo a Roma e dunque non fossimo abituati al degrado e all’abbandono, potremmo pensare che il Ministero del Tesoro abbia incentivato le continue occupazioni dell’ex Cartiera di via Assisi. Uno stabile di 13mila metri quadri all’interno di un’area

Leggi l'articolo »

Città in rovina – Lo stadio Flaminio

  A pochi giorni dalla caduta della giunta Marino una promessa accese le speranze di molti estimatori dello Stadio Flaminio. “Un bando sarà pubblicato entro fine novembre – dissero in Campidoglio – per l’affidamento ai privati dello Stadio”. Nessuno potrà

Leggi l'articolo »

Città in Rovina – L’ex Velodromo olimpico

In questa puntata della “Città in Rovina” parliamo di un edificio che non c’è più, ma che quando realizzato fu considerato il gioiello delle architetture realizzate per le Olimpiadi di Roma del 1960.   Il progetto, dello Studio Tecnico Impianti

Leggi l'articolo »

Città in rovina – L’ex Nuova Fiorentini

  Quando nel dopoguerra il giovanissimo Giuseppe Fiorentini decise di trasferire qui la sede dell’azienda di famiglia, il suo cuore era pieno di dolore. Il padre, Filippo, colui che aveva creato il primo escavatore italiano e fondato la più importante

Leggi l'articolo »
I nostri ultimi Tweets

Da giorni a #Roma si è aperta la campagna elettorale‼️🗣️📢 Qualcosa bolle in pentola... ▪️▪️▪️▪️ #25maggio #news @ilmessaggeroit @SchwarzGuido @mcacciaglia64 @MercurioPsi @HuffPostItalia @RiprendRoma @Miti_Vigliero @marcolatini19 @lucarallo

test Twitter Media - Da giorni a #Roma si è aperta la campagna elettorale‼️🗣️📢
Qualcosa bolle in pentola...
▪️▪️▪️▪️
#25maggio #news @ilmessaggeroit @SchwarzGuido @mcacciaglia64 @MercurioPsi @HuffPostItalia @RiprendRoma @Miti_Vigliero @marcolatini19 @lucarallo https://t.co/3kDp5xUagv
test Twitter Media - Da giorni a #Roma si è aperta la campagna elettorale‼️🗣️📢
Qualcosa bolle in pentola...
▪️▪️▪️▪️
#25maggio #news @ilmessaggeroit @SchwarzGuido @mcacciaglia64 @MercurioPsi @HuffPostItalia @RiprendRoma @Miti_Vigliero @marcolatini19 @lucarallo https://t.co/3kDp5xUagv
Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti
Archivi

Articoli simili

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close