Ripulita l’area sotto Ponte Nomentano da dove originavano roghi tossici

Ieri intervento dell'Ama e dell'assessorato. Restano da portare via vecchi mobili. Le immagini della scala di via Livorno dopo la bonifica della scorsa settimana

A settembre vi avevamo mostrato il luogo impossibile dove viveva Iosif, uno straniero senza dimora che aveva eletto l’area sotto Ponte Nomentano a casa provvisoria. Da alcune settimane Iosif si è allontanato e la zona era rimasta in condizioni disperate, con accumuli di rifiuti e masserizie. Nelle foto che seguono la situazione fino a lunedì.

 

Ieri mattina l’Ama e l’assessorato all’Ambiente di Roma Capitale hanno proceduto ad una bonifica completa e una profonda pulizia. Gli operai della linea decoro Ama, coordinati da Alberto Di Vincenzo, hanno rimosso una marea di immondizia che a volte veniva bruciata. Ecco le foto dopo l’intervento di Ama.

 

 

 

“Quando avete sentito parlare di roghi tossici lungo la tangenziale, uno dei luoghi dai cui veniva appiccato il fuoco era proprio questo”, scrive sulla sua pagina Facebook, Rino Fabiano, assessore al Verde Pubblico del II Municipio. Fabiano fa notare che durante le operazioni di bonifica era presente Antonella Liardo, delegata da Sabrina Alfonsi a seguire questo tipo di operazioni.

Un buon segnale se l’assessorato capitolino ha voluto dedicare una risorsa a seguire il decoro di tante aree abbandonate. Inoltre, in questa occasione, si è riusciti a coordinare i compiti dei vari enti che dovevano intervenire: capita infatti che i rifiuti ingombranti vadano portati via da ditte speciali e non da Ama, che l’Ufficio Giardini debba occuparsi degli spazi verdi e così via. Una figura di riferimento che riesca a mettere in fila i ruoli di ciascuno è indispensabile.

In realtà il letto dove dormiva lo straniero, l’armadio, una vecchia lavatrice e tanto altro materiale sono ancora sul posto e dovranno essere trasportati in discarica nei prossimi giorni.

Anche l’area a ridosso della Tangenziale è stata ripulita.

 

Un’operazione simile era stata condotta la settimana scorsa nei pressi di piazza Bologna, in quella che nel quartiere chiamano “la scala dell’inferno”. In fondo a via Livorno, i sottopassi della ex Tangenziale erano diventati una gigante discarica. Alla presenza dell’assessore Alfonsi sono stati bonificati dagli uomini dell’Ama. Siamo andati a verificare le condizioni attuali.

Uno degli accessi è stato parzialmente recintato con la “tradizionale” rete arancione per via dei gradini dissestati e dei marmi staccati. Ma è comunque possibile entrare.

All’interno le luci sono funzionanti, il pavimento è pulito e non ci sono più rifiuti. Certo non si ha l’impressione di essere in un sottopassaggio di Zurigo, ma per gli standard romani è già qualcosa.

 

“Fa schifo”, direte voi! Si è vero, ma dobbiamo fare il raffronto con la situazione precedente quando il tanfo si avvertiva dai palazzi circostanti e l’interno era una massa informe di rifiuti.

 

Il prossimi da bonificare dovrebbero essere i sottopassaggi di Porta Pia e corso Italia che invece sono in ottime condizioni edili, perché riverniciati e risistemati da poco ma già sono stati occupati i e adibiti ad immondezzaio.

 

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

La praticamente inutile delibera sulle #bancarelle proposta dalla maggioranza Anche se lo scopo della delibera è adeguare la normativa al Testo Unico sul Commercio approvato dalla Regione Lazio nel 2019, così com'è risulta l'ennesima occasione sprecata 👇 diarioromano.it/la-praticament…

Laurentino: il nuovo parco dedicato a Luca Petrucci. E’ stato inaugurato ieri dal presidente del Lazio Zingaretti. Era in abbandono e ora ospita campo da calcetto e giochi per bambini. Petrucci fu presidente Ater #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Laurentino: il nuovo parco dedicato a Luca Petrucci.

E’ stato inaugurato ieri dal presidente del Lazio Zingaretti. Era in abbandono e ora ospita campo da calcetto e giochi per bambini. Petrucci fu presidente Ater
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/l6kD0m6O22

Roma ha il record europeo di #monopattini parcheggiati male I dati di Consumerismo No Profit mettono a paragone le capitali europee. Le linee guida previste dal #Campidoglio per risolvere la questione dal 2023 👇📰 diarioromano.it/roma-ha-il-rec…

Perché chi transita sulla corsia d’emergenza la fa sempre franca? Quando si potrà vedere un serio contrasto al malcostume di saltare le file sul GRA transitando sulla corsia d’emergenza? Ci sarebbe la hola per le pattuglie! #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Perché chi transita sulla corsia d’emergenza la fa sempre franca?

Quando si potrà vedere un serio contrasto al malcostume di saltare le file sul GRA transitando sulla corsia d’emergenza? Ci sarebbe la hola per le pattuglie!
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/AoiwjZlf2l

Cinema Metropolitan: per la #Regione Lazio il progetto di riconversione è da rifare. La trasformazione bocciata perché prevedeva una quota di commerciale del 90%, in contrasto con la normativa regionale sui #cinema che concede al massimo il 30% 👇📰 diarioromano.it/cinema-metropo…

Il murales per Alfredino finanziato dai residenti. L’opera, in piazza Carbonara alla Garbatella, ricorda la tragedia avvenuta nel 1981 del bimbo caduto nel pozzo. E’ frutto di una raccolta durata mesi su una piattaforma on line. #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Il murales per Alfredino finanziato dai residenti.

L’opera, in piazza Carbonara alla Garbatella, ricorda la tragedia avvenuta nel 1981 del bimbo caduto nel pozzo. E’ frutto di una raccolta durata mesi su una piattaforma on line.
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/HsTVsNZAG2
Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close