Rifacimento di via Sistina: verso un nuovo spreco di soldi pubblici?

Il Municipio I si accinge a rifare via Sistina ma sembra senza modificarne la struttura, lasciando così due marciapiedi ridotti ed una carreggiata che consente la sosta in doppia fila

Leggiamo su Romatoday del prossimo intervento di manutenzione straordinaria in via Sistina.

È un’iniziativa del Municipio I e fa parte degli investimenti triennali programmati dallo stesso, per un importo totale di circa 500mila euro.

Se capiamo bene, i lavori interesseranno essenzialmente la carreggiata, dove verrà rifatta la pavimentazione a sampietrini, e solo in una minima parte è previsto un intervento sui marciapiedi.

Cosa significherà questo per la strada?

 

 

In buona sostanza significa che essa rimarrà brutta com’è adesso, con marciapiedi molto stretti, dove è difficile camminare in due, e una carreggiata che consente la sosta in doppia fila.

Possibile che in Municipio I non abbiano pensato a ridurre la carreggiata quanto basta per lasciare una corsia di scorrimento ed una fila di auto in sosta dedicando tutto il resto ai marciapiedi?

Via Sistina è una strada storica di Roma, creata da Sisto V nel XVI secolo per collegare il Pincio con la basilica di Santa Croce in Gerusalemme passando per la basilica di Santa Maria Maggiore. Davvero la si vuole lasciare con due marciapiedi ridicoli solo per consentire la sosta in doppia fila dei veicoli?

 

Quando abbiamo letto la notizia a noi è venuto subito in mente il precedente di via Ripetta, la strada non lontana da via Sistina che nel 2012 fu rifatta così com’era con una struttura simile a quella di via Sistina: due marciapiedi ridotti ed una carreggiata che consente la sosta in doppia fila. Al tempo furono spesi circa 900mila euro per rifare via Ripetta e il risultato fu fin da subito deludente, laddove invece si sarebbe potuto ridurre la carreggiata allargando un poco i marciapiedi.

 

 

Ma l’errore fatto in via Ripetta divenne lampante quando nel 2014 si intervenne in via del Babuino, dove i marciapiedi furono allargati al massimo rendendo la strada molto più fruibile dall’utenza pedonale.

 

Serve altro per convincere il Municipio I a riconsiderare l’intervento prevedendo un allargamento dei marciapiedi?

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

2 risposte

  1. concordo pienamente, grazie. Essendo residente conosco bene il problema dei marciapiedi, si va in fila indiana e i bambini scappano sulla carreggiata con evidente pericolo. Allargare i marciapiedi sarebbe stato un toccasana per residenti e esercenti, sulla stregua del successo di via del babuino. Speriamo almeno il piccolo tratto di marciapiede verrà rifatto in pietra e non in asfalto. Altimenti dopo 6 mesi di agonia per i lavori, neanchè si vedrà un piccolo cambiamento.

  2. niente da fare……all’ufficio tecnico del I municipio non ci arrivano proprio……
    e se anche ci arrivassero e si ostinassero a continuare a non cambiare niente, vuol dire che la politica che li indirizza è veramente da ricovero!!!!!
    Poi, questi commercianti io sinceramente non li capisco (ma è una tara mia, lo confesso): preferiscono fare meno affari con 4 macchine che si fermano in doppia fila, piuttosto che avere una bella strada con marciapiedi ampi dove la gente apprezzi passeggiare e dove potenzialmente passino più clienti.
    Oggi via Sistina è un bugigattolo angusto, dove passi a piedi giusto-perchè-ci-devi-passare…….
    Se i marciapiedi fossero più ampi penso che si avrebbe più piacere anche a guardare le vetrine invece che a guardarsi dalle auto, o no?
    Ripeto, sono io che non capisco…….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Toh … si riparla dello #stadiodellaroma. Odore di campagna elettorale? La due diligence chiesta dal sindaco #Raggi ha dato esito positivo ma il documento è solo consultabile da parte dei soli consiglieri. Quanto mai ci sarà da nascondere? 🤔 ▪️ 👇📰 diarioromano.it/toh-si-riparla…

A Piazza della Cancelleria una locale attività commerciale ha installato qualche arredo leggero per migliorare la fermata del bus (e forse per proteggersi dalla sosta selvaggia). . #Roma #foto #lettori 📸

test Twitter Media - A Piazza della Cancelleria una locale attività commerciale ha installato qualche arredo leggero per migliorare la fermata del bus (e forse per proteggersi dalla sosta selvaggia).
.
#Roma #foto #lettori 📸 https://t.co/slXBuDS7dz

È nata la web app "Roma al Tuo Fianco", per segnalare all'amministrazione "#sovraffollamento, lampioni rotti, abbandono illecito di #Rifiuti...", ma la prima segnalazione è che il sito indicato dal #Comune non funziona❗Stiamo provando ad accedere da giorni. 🤷🏻‍♂️✌️

test Twitter Media - È nata la web app "Roma al Tuo Fianco", per segnalare all'amministrazione "#sovraffollamento, lampioni rotti, abbandono illecito di #Rifiuti...", ma la prima segnalazione è che il sito indicato dal #Comune non funziona❗Stiamo provando ad accedere da giorni. 🤷🏻‍♂️✌️ https://t.co/yS9qwk4aO3

Approvata le “disciplina transitoria”. @AndreaCoiaM5S fa approvare la nuova disciplina OSP con illegittimità che la rendono facilmente annullabile. Una vittoria di Pirro evidenziata dalle dimissioni presentate, e ritirate, dall'assessore Cafarotti.🤦🏻‍♂️ 👇📰 diarioromano.it/approvata-le-d…

Secondo questo gentile esercente, come dovrebbe fare un pedone che volesse transitare sul marciapiede mantenendo la necessaria, per legge, distanza di sicurezza? . #Roma #foto #lettori 📸

test Twitter Media - Secondo questo gentile esercente, come dovrebbe fare un pedone che volesse transitare sul marciapiede mantenendo la necessaria, per legge, distanza di sicurezza?
.
#Roma #foto #lettori 📸 https://t.co/T4NVImueIc

#Roma, Metro A #Cornelia, in filodiffusione qualche opera di #EnnioMorricone. Bravi 👏👏👏😢

test Twitter Media - #Roma, Metro A #Cornelia, in filodiffusione qualche opera di #EnnioMorricone. Bravi 👏👏👏😢 https://t.co/XGgDTMeGXm
Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close