Riceviamo e pubblichiamo – Breve storia di un vigile coraggioso al Pantheon

Riceviamo da Antonio, che ringraziamo per la condivisione, e con estremo piacere pubblichiamo una storia che ha per protagonisti due vigili.

Ne abbiamo parlato più volte dei vigili e spesso in termini non lusinghieri (l’ultima qui). Ogni volta abbiamo sottolineato quanto l’efficacia della loro azione sia un elemento indispensabile per sperare in un riscatto della città di Roma, e pur ammettendo quanto sia sempre più difficile per loro operare, per il sempre crescente carico di impegni a cui sono sottoposti e per le complicate condizioni generali, abbiamo dovuto ogni volta prendere atto che i margini di miglioramento sono enormi. E questa storia ci piace particolarmente perché dimostra proprio che quando lo vogliono i nostri vigili riescono a non sfigurare di fronte ai tanto decantati loro colleghi delle altre capitali europee. Quando lo vogliono …icona180

 

“Vivo nel centro storico da molti anni e sono abituato ad una certa confusione, ai parcheggi selvaggi, alle masse di turisti.

Da un paio d’anni però la mia soglia di sopportazione viene superata tutti i giorni. Gruppi di dieci o venti ambulanti abusivi occupano il tratto di strada dove abito, su via dei Pastini, e spesso anche il nostro portone, con dei teli bianchi su cui poggiano borse contraffatte da vendere ai turisti.

I classici “vu cumprà” che però sono diventati tanti, troppi, e più aggressivi di qualche anno fa.

A pochi metri, su Piazza della Rotonda ( Pantheon ) ci sono vigili urbani che pattugliano la piazza H24. Da qualche mese di giorno le pattuglie sono tre e la nostra strada rimane più o meno libera, tranne che all’ora di pranzo. La sera però c’è una sola pattuglia e gli abusivi si impossessano della nostra strada, tutte le sere.

Tante, tantissime volte abbiamo chiesto all’unica pattuglia in piazza di aiutarci. Di solito rimediamo un po di comprensione “capisco che per voi è difficile” e tante scuse più o meno buone: “mi dispiace ma non posso muovermi dalla piazza”, “sono troppi e siamo solo in due, è pericoloso intervenire”, e sopratutto la risposta classica : “è inutile, li spostiamo e tornano dopo pochi minuti”.

Qualche sera fa usciamo di casa, preparati al solito nervosismo che ci prende alla bocca dello stomaco quando vediamo la distesa di teli bianchi occupare la nostra strada ed il portone. Mantenere sempre la massima calma è essenziale, se gli chiedi di lasciare libero il tuo portone e perdere cosi una posizione di vendita, partono insulti e le molestie.

 VuCumpraPastini

Incredibilmente, come in un film western, dalla piazza compare con un passo lento ma deciso un vigile che si avvicina al mucchio di abusivi: “andate via da qui”. L’ambiente si surriscalda perchè gli abusivi sono tanti, forse una ventina , e non sono abituati ad essere trattati in questo modo dai soliti vigili. Effettivamente un vigile da solo sembra un po poco per affrontarli.

Iniziano a discutere, alcuni fanno finta di allontanarsi ma rimanendo a pochi metri, altri non si spostano sfidando apertamente il vigile. Il più prepotente si avvicina al vigile e sbraita perchè pretende il diritto di “lavorare”, questo è il suo posto ed il suo mestiere.

Il vigile rimane calmo e deciso ed a quel punto si forma un grupetto di curiosi per vedere questo evento. Sembra un film con Terence Hill nella parte di un vigile al Pantheon.

Alla fine, il vigile con calma e fermezza insiste e tutti gi abusivi cedono, prendono i sacchi con le borse e se ne vanno.

Intanto arriva un secondo vigile che non era rimasto con le mani in mano, ma teneva tutto il resto della piazza in modo perfetto: niente macchine, niente abusivi, niente bottiglie sui gradini della fontana, tutto in ordine.

Piazza della Rotonda tenuta come una piazza di una città Europea, spettacolare.

Questa storia dimostra che il mestiere del vigile urbano è più complesso di qualche anno fa ed i vigili dovrebbero essere meglio preparati ed organizzati. Però sopratutto dimostra che una sola coppia di vigili determinata, preparata e coraggiosa può rimettere perfettamente in ordine una piazza difficile come piazza della Rotonda e farci tornare, per qualche ora, in Europa. Abbiamo bisogno di tanti vigili come questi per riprendere in mano la nostra città.”

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

La PA a #Roma è come un acquario in acqua stagnante. Intervista ad Alfredo Martini (@CCantiere). Una classe amministrativa più giovane, 15 veri comuni autonomi e flessibilità urbanistica. Una ricetta per uscire dalla crisi tremenda del dopo #Covid. ▪️ 👇📰 diarioromano.it/la-pa-a-roma-e…

Continua ad essere troppo frequente vedere autoveicoli in sosta sulle #ciclabili. Possibile sia così difficile reprimere infrazioni così odiose? (foto @bikediablo via Twitter) . #Roma #foto #lettori 📸

test Twitter Media - Continua ad essere troppo frequente vedere autoveicoli in sosta sulle #ciclabili. Possibile sia così difficile reprimere infrazioni così odiose? (foto @bikediablo via Twitter)
.
#Roma #foto #lettori 📸 https://t.co/2rcCjPcC8B

E niente, anche oggi la normativa definitiva sulle OSP verrà forse approvata domani, anzi al meglio lunedì. Ma per il presidente @AndreaCoiaM5S la responsabilità è sempre di qualcun altro. facebook.com/AndreaCoiaM5SR…

PD giù la maschera. Contro la delibera per aiutare le attività produttiveVirginia Raggi

Pubblicato da Andrea Coia su Venerdì 3 luglio 2020

Ma veramente @Lavoratori_Ama? twitter.com/mbx1900/status…

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close