Per assumere 500 vigili, 200mila multe in più nel 2019

 

C’è un piano in Campidoglio che potrebbe rendere più fluido il traffico cittadino e riportare un minimo di legalità sulle strade. Lo ha anticipato il Messaggero secondo il quale nel corso del 2019 la Polizia di Roma Capitale avrà il mandato di elevare 200 mila multe in più rispetto all’anno precedente. Sarebbe un incasso medio di circa 12 milioni di euro che serviranno a pagare gli stipendi di 500 nuovi agenti di polizia urbana, assunti nei primi mesi. Come il comandante Di Maggio aveva anticipato in un’intervista che realizzammo a maggio per Quattroruote e diarioromano, tutti i nuovi assunti saranno destinati alla strada. Già i 350 entrati in servizio da maggio a novembre 2018 sono stati incaricati di controllare il traffico e elevare le multe. E stesso destino avranno i 500 che verranno assunti nelle prossime settimane.

Ma non si tratta di forza lavoro nuova. Infatti, poiché l’età media dei vigili romani è molto avanzata (54 anni), vi è una fetta consistente di agenti che è pronta ad andare in pensione non appena passerà la “quota 100” che il governo ha promesso sarà contenuta nella manovra economica. E’ vero che la gran parte di  quello che era promesso in questa manovra non ci sarà, ma in Comune non vogliono rischiare di trovarsi con alcune centinaia di agenti che faranno domanda di prepensionamento lasciando l’organico nuovamente scoperto. Ad oggi in servizio ci sono circa 6.000 agenti ma potrebbero scendere sotto la soglia critica dei 5.500 nel caso in cui facessero domanda di adesione alla quota 100. Ecco che le assunzioni previste entro i primissimi mesi del 2019 andrebbero a colmare questo possibile buco. Resta però il tema degli stipendi. Per le casse disastrate del Campidoglio pagare 500 nuovi stipendi è quasi impossibile. La giunta Raggi ha però trovato una possibile soluzione: più vigili equivalgono a più multe e dunque a maggior incasso. Allora perché non fare in modo che i nuovi assunti si paghino di fatto lo stipendio da soli? Tanto è vero che nel bilancio di previsione 2019, alla voce “contravvenzioni” si prevede un introito di 239 milioni contro i 221 dell’anno precedente. Si tratta proprio dei 12 milioni che mancano per pagare gli stipendi dei nuovi assunti.

In termini pratici significa l’8% di multe in più e cioè da 2,6 milioni di contravvenzioni a 2,8. Il mandato ricevuto dal Comandante di Maggio sarebbe di intensificare i controlli per la doppia fila grazie all’uso dello street control, l’apparecchio che fa le multe automaticamente senza che il vigile debba scendere dall’auto. Sarebbero inoltre in arrivo molti autovelox che porterebbero contravvenzioni per eccesso di velocità in diverse strade a grande scorrimento, quali la Colombo, via Cilicia e la Galleria Giovanni XXIII°. C’è poi il tema del cellulare alla guida. Ci sono molti studi che dimostrano quanto sia diventato una delle prime cause di incidentalità stradale e dunque la stretta arriverebbe anche su questo.

Per ora il piano sembra un po’ fumoso, fatto di molti annunci e poca certezza. Il dato delle assunzioni però sembra confermato, nonostante la copertura economica sia ancora incerta. I proventi delle multe a Roma sono per loro natura molto aleatori, basti pensare che nel bilancio 2018 era stato previsto il recupero di 268 milioni di arretrati, mentre nel 2019 si parla di ben 302 milioni ancora da riscuotere. Cifre che difficilmente diverranno realtà.

 

Condividi:

3 risposte

  1. Bel piano!
    Peccato che a Roma vengano effettivamente pagate meno di un quarto delle multe comminate
    Personalmente credo che l’unico risultato sarà una maggiore attenzione da parte dei pochi che pagano mentre gli altri (tanti) continueranno a fregarsene, col risultato di ridurre ulteriormente gli incassi senza migliorare né la situazione del traffico né la sicurezza stradale (per le quali servirebbero rimozioni e contestazioni immediate delle violazioni)

  2. Aspetto ancora di vedere gli usiliari del traffico multare i furgoni dei traslochi che si sono appropriati dei parcheggi (strisce blu) A Via Cipro (angolo via Meloria) E i vigili rimuovere gli ostacoli (motorini,sedie,scale,poltrone…)che i conducenti di tali furgoni posizionano per impedire ai cittadini di poter usufruire dei parcheggi (e pagare la sosta) … Altrimenti la Sindaca il mio voto questa volta se lo scorda…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Dopo sette anni il restringimento di via Nairobi è sempre lì. L'intervento previsto per lo scorso aprile è stato annullato per sopravvenute complicazioni alla galleria dei sottoservizi e a settembre andrà trovata una nuova soluzione... 👇📰 diarioromano.it/dopo-sette-ann…

Uno slargo per Simonetta Cesaroni. Il largo della Gancia prenderà il nome della giovane che fu uccisa nel 1990. A pochi passi da via Carlo Poma, luogo dell’omicidio. #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Uno slargo per Simonetta Cesaroni.
Il largo della Gancia prenderà il nome della giovane che fu uccisa nel 1990. A pochi passi da via Carlo Poma, luogo dell’omicidio.
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/E6AW907eE2

#ATAC - alle aste immobiliari, previste dal Concordato, MANCANO circa 54 MLN€‼️ Sconosciuto l'esito del 4° tentativo di fine Luglio Comune #Roma si è impegnato a comprare 5 immobili per circa 23 MLN€ (e ha perso il 6°, la pregiata Rimessa Vittoria per #tram e #bus elettrici) Retweeted by diarioromano

Sapete che anche noi #disabili andiamo in vacanza? La domanda è chiaramente provocatoria ma la situazione è molto difficile, basta vedere i dati delle #BandiereLilla. Raccontatemi la vostra esperienza! travelquotidiano.com/mercato_e_tecn… (via @TravelQuot) #disabilità #SiamoTuttəUguali Retweeted by diarioromano

Nuovo porto al faro di #Fiumicino: ospiterà yacht o grandi navi da crociera? L'area, oggi in stato di abbandono, è stata acquisita da Royal Carribean che ne vuole fare un suo scalo. I #cittadini in allarme: i fondali non sono adatti 👇📰 diarioromano.it/nuovo-porto-al…

Al Ghetto si moltiplicano i guadagni dei locali ma anche la spazzatura. I locali cominciano dal primo pomeriggio ad ammucchiare la spazzatura in strada. Da una parte moltiplicano i tavoli e dall'altra i rifiuti in strada. Qualcuno che riprenda il controllo? #fotodelgiorno

test Twitter Media - Al Ghetto si moltiplicano i guadagni dei locali ma anche la spazzatura.
I locali cominciano dal primo pomeriggio ad ammucchiare la spazzatura in strada. Da una parte moltiplicano i tavoli e dall'altra i rifiuti in strada. Qualcuno che riprenda il controllo?
#fotodelgiorno https://t.co/HI6rk8uSHA

#Rinnovabili: l’ambizioso piano di Zingaretti, le utopie e la realtà. Secondo il presidente della Regione, entro il 2050 il Lazio sarà alimentato solo da energia green... 👇📰 diarioromano.it/rinnovabili-la…

Sant’Angela Merici: chiudete la buca. Appello dal quartiere Lanciani: una voragine aperta da oltre due anni è diventata una discarica. Si trova all’angolo tra Circ.ne Nomentana e via Sant’Angela Merici. #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Sant’Angela Merici: chiudete la buca.
Appello dal quartiere Lanciani: una voragine aperta da oltre due anni è diventata una discarica. Si trova all’angolo tra https://t.co/e5YgpquKdc Nomentana e via Sant’Angela Merici.
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/gYlcl40gbj
Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close