Parco del Pineto: stasera l’aperitivo ecologico per dire basta all’abbandono

E’ un po’ come se fosse scuola di vita: voi lasciate sporco dopo le vostre feste, noi facciamo un aperitivo e vi mostriamo come si pulisce tutto. I Volontari Decoro XIII da anni si prendono cura del Parco del Pineto nel tratto compreso tra via Albergotti e Pineta Sacchetti. Raccolgono le bottiglie, levano le cartacce, svuotano i cestini, piantano nuovi alberi. Ma adesso si sono stufati. Si sentono soli dato che le istituzioni non muovono un dito per limitare il degrado del parco.

In particolare la festa organizzata settimanalmente da un gruppo di cittadini sudamericani che – dopo aver banchettato – lascia tutto in terra. I nostri eroi hanno pulito per anni a testa bassa, rimuovendo anche la sporcizia prodotta da questi personaggi finché hanno annunciato che si sarebbero arresti. Ne abbiamo dato conto anche noi con un articolo del 4 luglio scorso.

Ma la loro caparbietà è nota alla redazione di diarioromano e non ci stupisce che tirino fuori dal cilindro sempre nuove iniziative. Eccoli allora organizzare questo aperitivo, previsto per stasera alle ore 18.00 accanto al parcheggio di via Albergotti.

“Con l’occasione cercheremo di sensibilizzare le persone che ogni sera si riuniscono per mangiare e bere insieme ad un corretto smaltimento dei rifiuti che purtroppo continuano invece ad essere sparsi sui prati. Il degrado è forte ma abbiamo fiducia nella comprensione dei frequentatori abituali”, si legge sulla loro pagina Facebook. Insomma una sorta di sfida a base di rifiuti e cestini. Da una parte ci saranno i soliti zozzoni che lasceranno tutto in terra, dall’altra i Volontari con i cittadini che vorranno aderire all’aperitivo che invece mostreranno come è facile bere, mangiare e poi lasciare pulito.

“Vale più un esempio che cento regole”, dice un vecchio proverbio friulano. Ebbene questa volta sarà una lezione di vita per chi non vuol capire. Servirà a qualcosa? Non è detto, ma certamente fa parlare del problema.

Vediamo allora qualche foto del Pineto dopo i banchetti degli zozzoni.

 

E’ davvero un brutto spettacolo, eppure basterebbe poco. Un guardia parco che multa gli incivili, una pattuglia dei Vigili Urbani che si faccia vedere un paio di volte, insomma la presenza delle istituzioni che facciano capire che quella non è terra di nessuno. Che chi non rispetta la natura non verrà rispettato come uomo. Ma a Roma, si sa, le istituzioni non si vedono, non si sentono, la loro presenza è praticamente aleatoria.

E allora devono intervenire i cittadini, attraverso le organizzazioni di volontariato. Si sono rivolti al Municipio, all’Ente Roma Natura, al Campidoglio: tante strette di mano e complimenti per la loro attività civica ma nessun aiuto concreto.

Proviamo tutti noi a dare loro manforte. Facciamoci vedere questa sera, alle 18.00 presso il parcheggio di via Albergotti per un aperitivo forse meno alla moda ma certamente di grande soddisfazione.

 

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Dopo sette anni il restringimento di via Nairobi è sempre lì. L'intervento previsto per lo scorso aprile è stato annullato per sopravvenute complicazioni alla galleria dei sottoservizi e a settembre andrà trovata una nuova soluzione... 👇📰 diarioromano.it/dopo-sette-ann…

Uno slargo per Simonetta Cesaroni. Il largo della Gancia prenderà il nome della giovane che fu uccisa nel 1990. A pochi passi da via Carlo Poma, luogo dell’omicidio. #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Uno slargo per Simonetta Cesaroni.
Il largo della Gancia prenderà il nome della giovane che fu uccisa nel 1990. A pochi passi da via Carlo Poma, luogo dell’omicidio.
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/E6AW907eE2

#ATAC - alle aste immobiliari, previste dal Concordato, MANCANO circa 54 MLN€‼️ Sconosciuto l'esito del 4° tentativo di fine Luglio Comune #Roma si è impegnato a comprare 5 immobili per circa 23 MLN€ (e ha perso il 6°, la pregiata Rimessa Vittoria per #tram e #bus elettrici) Retweeted by diarioromano

Sapete che anche noi #disabili andiamo in vacanza? La domanda è chiaramente provocatoria ma la situazione è molto difficile, basta vedere i dati delle #BandiereLilla. Raccontatemi la vostra esperienza! travelquotidiano.com/mercato_e_tecn… (via @TravelQuot) #disabilità #SiamoTuttəUguali Retweeted by diarioromano

Nuovo porto al faro di #Fiumicino: ospiterà yacht o grandi navi da crociera? L'area, oggi in stato di abbandono, è stata acquisita da Royal Carribean che ne vuole fare un suo scalo. I #cittadini in allarme: i fondali non sono adatti 👇📰 diarioromano.it/nuovo-porto-al…

Al Ghetto si moltiplicano i guadagni dei locali ma anche la spazzatura. I locali cominciano dal primo pomeriggio ad ammucchiare la spazzatura in strada. Da una parte moltiplicano i tavoli e dall'altra i rifiuti in strada. Qualcuno che riprenda il controllo? #fotodelgiorno

test Twitter Media - Al Ghetto si moltiplicano i guadagni dei locali ma anche la spazzatura.
I locali cominciano dal primo pomeriggio ad ammucchiare la spazzatura in strada. Da una parte moltiplicano i tavoli e dall'altra i rifiuti in strada. Qualcuno che riprenda il controllo?
#fotodelgiorno https://t.co/HI6rk8uSHA

#Rinnovabili: l’ambizioso piano di Zingaretti, le utopie e la realtà. Secondo il presidente della Regione, entro il 2050 il Lazio sarà alimentato solo da energia green... 👇📰 diarioromano.it/rinnovabili-la…

Sant’Angela Merici: chiudete la buca. Appello dal quartiere Lanciani: una voragine aperta da oltre due anni è diventata una discarica. Si trova all’angolo tra Circ.ne Nomentana e via Sant’Angela Merici. #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Sant’Angela Merici: chiudete la buca.
Appello dal quartiere Lanciani: una voragine aperta da oltre due anni è diventata una discarica. Si trova all’angolo tra https://t.co/e5YgpquKdc Nomentana e via Sant’Angela Merici.
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/gYlcl40gbj
Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close