Parcheggio gratuito in centro, solo a Roma

1 Commento

La scorsa settimana è stato presentato “Ecosistema Urbano 2018“, il rapporto di Legambiente che misura le performance ambientali delle città capoluogo italiane prendendo in considerazione elementi come il clima, la mobilità, l’inquinamento atmosferico e acustico, la gestione dei rifiuti, quella idrica, le tematiche sociali, il verde pubblico.

 

Neanche a dirlo Roma ne è uscita con le ossa rotte, posizionatasi in un inglorioso 87mo posto su 104 posizioni; Milano, ad esempio, si è classificata in una invidiabile 23ma posizione, e pensare che nel ’94 era penultima in classifica, seguita solo da Napoli. Anche Roma un tempo non sfigurava in questa classifica, finendo entro le migliori 30 città, poi dal 2010 è iniziato un declino che non si è più arrestato.

 

Di questo sempre interessante rapporto abbiamo pensato di evidenziare l’elemento della sosta tariffata. Certamente non quello di maggior rilevanza ma tra quelli in cui Roma si distingue enormemente rispetto alle altre grandi capitali europee.

La tabella che segue è presa dal rapporto di Legambiente  e mostra il costo in euro di due ore di sosta su strada nelle aree centrali di alcune grandi città europee.

 

 

È chiaro come a Londra, Amsterdam, Copenhagen o Parigi facciano passare la voglia di sostare l’auto su strada, vero? Inoltre, in alcune delle città nella tabella, la durata della sosta è anche limitata; così ad esempio a Vienna e Madrid, dove il costo è alto ma non proibitivo, non si può sostare più di due ore.

A Roma invece si sosta a tempo indeterminato e a tariffe ultrapopolari. Senza contare poi la possibilità di sostare 8 ore pagando solo 4 euro o addirittura farsi l’abbonamento e sostare a piacimento per soli 70 euro mensili. Una vera pacchia!

Ma c’è di più. Non solo a Roma la sosta tariffata è stra-conveniente, ma esistono molte aree centrali dove è disponibile la sosta totalmente gratuita. Una su tutte via dei Cerchi, la strada che costeggia il Circo Massimo alle pendici del Palatino, dove sono disponibili centinaia di posti auto regolari completamente gratuiti.

 

 

In quale altra grande città europea chiunque può arrivare in pieno centro storico e lasciare la propria autovettura vita natural durante senza pagare un centesimo?

 

Ora, delle due l’una: o in tutte le altre città non hanno capito niente e si accaniscono gratuitamente contro chi ha solo la pretesa di trovare un posto regolare per la sua autovettura, oppure Roma è rimasta indietro, molto indietro, rispetto alle pratiche migliori di gestione della mobilità, incentivando quella privata che altrove da anni viene pesantemente scoraggiata a vantaggio della mobilità pubblica.

 

Va detto che almeno su questo tema pare si stiano facendo dei passi avanti, con l’amministrazione che ha in piano di modificare le tariffe della sosta sulle strisce blu a partire dalla metà del 2019.

Non sappiamo se i piani prevedano anche la sparizione delle tante “strisce bianche” presenti in centro storico, ossia le aree a sosta gratuita. Spereremmo di sì, giacché con gli aumenti tariffari previsti dal piano si creerebbe una sproporzione ancora più evidente tra chi dovrà pagare la sosta e chi invece riuscirà a godere dell’esenzione totale.

 

Chiariamo che non abbiamo alcuna particolare predilezione a veder gli automobilisti tartassati, anche perché siamo noi stessi automnobilisti ed i balzelli li subiamo anche noi. Se però si vuole andare verso una mobilità più sostenibile, che privilegi il trasporto pubblico e riduca quanto più possibile la mobilità privata, è indispensabile conformarsi alle pratiche già in vigore da anni nelle città più avanzate.

E sì, lo sappiamo che generalmente nelle altre città la qualità ed efficacia del trasporto pubblico è enormemente superiore a quella romana, ma che lo si riconosca o meno, un modo immediato per migliorare il trasporto pubblico è renderlo più veloce diminuendo i mezzi privati.

 

Articoli correlati

Partecipa alla discussione

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con (richiesto)

Tweets

romamobilita.it/it/media/event… Nuovi stalli, nuovi partner, stessa passione! Torna #RomaGiocaSostenibile per il @SeiNazioniRugby Scarica la mappa e raggiungi lo stadio a piedi, mezzi pubblici e bicicletta 🚲 @Handshake_EU @JUMPbyUber @Olandiamo @Federugby #ITAvSCO 🇮🇹 🏴󠁧󠁢󠁳󠁣󠁴󠁿 Retweeted by diarioromano

Elezioni suppletive nel collegio uninominale Lazio 1. Prosegue la nostra presentazione dei candidati. Oggi è la volta di @marioadinolfi del Popolo della Famiglia. diarioromano.it/?p=38110

Via della Bufalotta altezza civico 556. Sta buttato così, in terra, da oltre un anno. Un vero spauracchio per gli automobilisti indisciplinati! . #buonaserata #Roma #photo #lettori #città #segnalazioni #decoro #decorourbano

test Twitter Media - Via della Bufalotta altezza civico 556. Sta buttato così, in terra, da oltre un anno. Un vero spauracchio per gli automobilisti indisciplinati!
.
#buonaserata #Roma #photo #lettori #città #segnalazioni #decoro #decorourbano https://t.co/z4Zm68H7Yn

Sicurezza stradale. La vicesindaca di Helsinki: "Ho imparato da Roma come NON si fanno le strade". Nella capitale finlandese zero morti tra pedoni e ciclisti nel 2019. Carreggiate più strette in tutta Europa. @LindaMeleo @EnricoStefano @materia__prima diarioromano.it/?p=38105

Video diario
Error type: "Forbidden". Error message: "Access Not Configured. YouTube Data API has not been used in project 537752813138 before or it is disabled. Enable it by visiting https://console.developers.google.com/apis/api/youtube.googleapis.com/overview?project=537752813138 then retry. If you enabled this API recently, wait a few minutes for the action to propagate to our systems and retry." Domain: "usageLimits". Reason: "accessNotConfigured".

Did you added your own Google API key? Look at the help.

Check in YouTube if the id PLEjDk_cXPpAVKCrkyvdcyZMDVFWG7MzUp belongs to a playlist. Check the FAQ of the plugin or send error messages to support.
  • Degrado sull’argine del Tevere

    È questo il modo in cui la Regione Lazio onora la memoria di Pier Paolo Pasolini? Che poi lui apprezzerebbe pure tanto realismo ... R.T.

  • Marciapiede o foresta?

    In via Rapagnano, a Colle Salario, i marciapiedi sono impraticabili. L'erba è così alta che non si può passare. Mariano

  • La versione romana del Manneken Pis

    Si può sapere chi è il genio che decide la portata dei nasoni? Forse qualcuno la tiene così ridicola per vendere bottigliette d'acqua? R.T.