Metà delle scale mobili bloccate alla fermata Termini della metro

Impianti di traslazione ancora fuori uso nella fermata più trafficata della metropolitana. Con la riapertura delle scuole gli affollamenti saranno inevitabili

Riceviamo e rilanciamo (tremando al pensiero di quello che potrà succedere con la riapertura delle scuole).

 

Caro Diario Romano,

Vi scrivo per segnalarvi uno dei tanti problemi legato al trasporto pubblico di Roma. Dal 31 di agosto, lo scorso lunedì, ho ricominciato a prendere la metropolitana per andare a lavoro. Come moltissimi altri lavoratori e studenti prendo la linea A e scendo a Termini. La situazione delle scale mobili da utilizzare dopo la discesa dal treno (per uscire, per prendere la metro B o per raggiungere la stazione dei treni) è quella che vedete nelle foto allegate…. Su 4 scale ne funzionano solo 2. Gli assembramenti e i disagi sono purtroppo inevitabili… Possibile che uno snodo così importante per il trasporto pubblico della nostra città venga tenuto in questo modo? Le foto che vi allego sono di questa mattina ma le 2 scale mobili ferme sono in questo stato (almeno!) da lunedì scorso.
Non ci sono peraltro indizi di lavori di manutenzione…
Paolo S.

 

Ringraziando Paolo per la segnalazione, noi ricordiamo l’assessore Calabrese che a gennaio di quest’anno si lamentava con Atac in commissione mobilità per gli innumerevoli problemi irrisolti agli impianti di traslazione.

Sono passati otto mesi e la situazione è evidentemente ancora fuori controllo. Una persona responsabile al posto dell’assessore avrebbe già rassegnato delle dignitose dimissioni, ma è chiaro che egli non sappia dove la responsabilità sia di casa.

Che il cielo ce la mandi buona.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

La rivista "ilMulino" (@rivistailmulino) ha lasciato aperto il saggio di @marcosimoni_ sulla questione "Romana", per garantirne una maggiore circolazione, perché ormai i problemi della Capitale sono sempre di più una questione "Nazionale". 👇📰 rivistailmulino.it/journal/articl…

test Twitter Media - La rivista "ilMulino" (@rivistailmulino) ha lasciato aperto il saggio di @marcosimoni_ sulla questione "Romana", per garantirne una maggiore circolazione, perché ormai i problemi della Capitale sono sempre di più una questione "Nazionale". 
👇📰
https://t.co/20b4pRX5Y3 https://t.co/WEGXhQ2GQv

In strada, il 24 settembre, per difendere i pini di Corso Trieste: “Si possono curare”. Residenti e #comitati organizzano una #manifestazione a difesa dei 157 alberi che il #Comune minaccia di tagliare. Sì alle cure naturali, no alle motoseghe. ▪️ 👇📰 diarioromano.it/in-strada-il-2…

Via S. Polo dei Cavalieri. Cassetta postale sbilenca, palo divelto, #rifiuti ovunque. Questa sarebbe una città decorosa? . #Roma #fotodelgiorno 📸

test Twitter Media - Via S. Polo dei Cavalieri. Cassetta postale sbilenca, palo divelto, #rifiuti ovunque. Questa sarebbe una città decorosa?
.
#Roma #fotodelgiorno 📸 https://t.co/FqAj4ccZPV

L'assessore Calabrese afferma ci sia parità di trattamento per fare #pubblicità sui bus, ma perché nel 2018 #Atac rifiutò la pubblicità dei promotori del #referendum mentre oggi accoglie quella del #M5S? #Roma #17settembre ▪️ 👇📰 diarioromano.it/pubblicita-sui… Retweeted by diarioromano

L'assessore Calabrese afferma ci sia parità di trattamento per fare #pubblicità sui bus, ma perché nel 2018 #Atac rifiutò la pubblicità dei promotori del #referendum mentre oggi accoglie quella del #M5S? #Roma #17settembre ▪️ 👇📰 diarioromano.it/pubblicita-sui…

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close