scritte vandaliche sui muri

scritte vandaliche sui muri2

scritte vandaliche sui muri3

scritte vandaliche sui muri4

 

C’è un film di qualche anno fa che aveva un titolo da brivido: “Scrivilo sui muri” si chiamava questo capolavoro della cinematografia italiana indirizzato ai giovanissimi. C’è uno scrittore che spopola tra gli adolescenti, Federico Moccia, che apre uno dei suoi best seller “Tre metri sopra il cielo” inneggiando alle scritte lasciate sui marmi del Ponte Flaminio (ne abbiamo parlato qui). Ci sono micidiali pagine Facebook intitolate “Diffida dai libri, leggilo sui muri”. Ci sono giornalisti che dedicano alle scritte d’amore fior di articoli, come se fossero una pratica normale e legale.

Insomma c’è una legittimazione culturale alla devastazione. Non dobbiamo stupirci quindi se un ragazzino innamorato e lasciato dalla sua amata abbia coperto oltre 400 metri del muro di recinzione di Villa Ada, sulla Salaria, con frasi insensate e melense. I suoi amici lo riterranno un figo, la sua famiglia soffrirà per le pene d’amore del pargolo, la sua ex ragazza andrà fiera di vedere tanta vernice a lei dedicata. Ma pochissimi comprenderanno il messaggio drammatico che stiamo dando alle future generazioni. Imbrattare e devastare è giusto! I muri, i monumenti, la strada, la città ……………sono terra di nessuno. Dobbiamo pensare solo al nostro spazio che finisce con la porta di casa. Dobbiamo occuparci solo di noi stessi. Ma tutto ciò che è altro, non ha diritto ad essere tutelato e difeso.

Le istituzioni si disinteressano totalmente al tema delle scritte perché “ci sono problemi più seri”. La sinistra e la destra le usano per le loro comunicazioni tribali. I giovanissimi scarabocchiano qualsiasi superficie con violenza.

Senza capire che i problemi seri partono proprio da qui. Se non si arrestano e governano questi fenomeni la città non potrà mai risolvere le questioni più grandi. In tutto il mondo l’hanno sperimentato. Perché solo a Roma dovrebbe funzionare diversamente?

 

Condividi:

2 risposte

  1. No vabbè … un idiota totale!
    Chissà in quanti saranno passati di lì mentre l’ imbecille scriveva e hanno fatto finta di niente. E ormai chi si gira dall’altra parte è complice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Noi facciamo richiesta formale al Dip. Ambiente, ma non sarebbe meglio che l’assessore @Sabrinalfonsi spiegasse subito cosa sta succedendo con le fototrappole? Tanto più se non c’è nulla da nascondere. twitter.com/diarioromano/s…

@rcalcina @comuneroma @ComunediTrieste Lo potevi fare con un comandante vigili serio e onesto e osteggiato come quello scelto da Marino quando iosegnalo funzionava poi adesso neppure più sistema funziona. Tralasciando quando ti contatta vano minacciando anche parenti vigili perché lavoravano troppo... Retweeted by diarioromano

Che brutto il plexiglass intorno alle aree archeologiche. Da tempo immemore alcune aree archeologiche a Roma sono circondate da indegni pannelli in plexiglass rovinati e imbrattati. A quando la loro rimozione? #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Che brutto il plexiglass intorno alle aree archeologiche.

Da tempo immemore alcune aree archeologiche a Roma sono circondate da indegni pannelli in plexiglass rovinati e imbrattati. A quando la loro rimozione?
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/OidSLFYrT1

Semplicemente sconfortante, segno che in fondo nulla è ancora cambiato. @gualtierieurope twitter.com/battaglia_pers…

@gualtierieurope @Corriere A proposito di rifiuti, ha forse chiarito la questione delle fototrappole tutte disattivate? Retweeted by diarioromano

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close