All’inizio di novembre abbiamo visto il seguente tweet:

 

 

 

… al quale abbiamo risposto chiedendoci, e chiedendo a @SULPLROMA, come fosse possibile che un furgone potesse accedere in piazza di Trevi, un’area pedonale dove, da codice della strada, possono transitare solo mezzi di soccorso e veicoli a servizio di disabili (art. 3, comma 1, punto 2)

@SULPROMA ci ha consigliato di chiedere copia degli atti autorizzativi al carico ed allo scarico delle merci se esistenti e noi abbiamo seguito il loro consiglio inviando al Primo Gruppo della Polizia Locale la seguente richiesta:

Si chiede cortesemente di conoscere se esistono disposizioni di traffico che consentano ai mezzi a servizio delle postazioni ambulanti presenti in piazza di Trevi di accedervi nonostante essa sia un’area pedonale.

 

Nel giro di una settimana è giunta la risposta del Primo Gruppo (risultato molto apprezzato e di cui ringraziamo la Polizia Locale, specialmente in un’amministrazione zeppa di figure politiche che ignorano tutte le richieste dei cittadini) che di seguito riportiamo:

 

 

Ribadiamo: “E’ consentito il transito solamente ai mezzi di soccorso, in servizio di polizia ed al transito a passo d’uomo dei mezzi dell’A.M.A. per il tempo strettamente necessario alle operazioni di pulizia della piazza e raccolta dei R.S.U.

 

Non essendo menzionati i mezzi adibiti al carico/scarico delle merci, deduciamo che il furgone mostrato dal tweet in alto non avrebbe potuto accedere in piazza di Trevi. Di più, dal chiarimento ricevuto capiamo che i mezzi che ogni giorno accedono all’apertura e alla chiusura delle postazioni ambulanti sulla piazza, per allestirle o smontarle, non potrebbero farlo.

 

Sorge quindi spontanea la domanda: com’è possibile che il presidio fisso della Polizia Locale in piazza di Trevi consenta quotidianamente l’accesso di mezzi non autorizzati?

 

Qualcuno si chiederà: eh ma allora come fanno le due bancarelle, che sono autorizzate, a movimentare le merci per l’allestimento e lo smontaggio?

Facile la risposta dal nostro punto di vista: che si attrezzino con carretti a mano, carriole o magari robot semoventi, tutto purché non continuino ad arrogarsi il diritto di violare un’area pedonale.

 

Vedremo se, ora che sono stati sollecitati, gli agenti del Primo Gruppo cominceranno a far rispettare l’area pedonale di piazza di Trevi. Noi vedremo di farci un salto prossimamente e se vedremo l’accesso di mezzi non autorizzati proveremo a chiedere lumi agli agenti in servizio sulla piazza.

 

Ovviamente se le due postazioni ambulanti venissero eliminate dalla piazza non solo ne beneficerebbe il godimento della straordinaria fontana ma si risolverebbe anche il problema dell’accesso dei furgoni.

Riusciranno Comune e Municipio I a smetterla di litigare e a procedere con questo sacrosanto spostamento?

Condividi:

Una risposta

  1. …a ‘sto punto sarebbe pure interessante conoscere la normativa Euro del furgone che, a occhio, non è proprio di primo pelo.
    Visto che a noi ci fanno buttare le Euro 3 pure se devi arrivarci solamente a Ponte Salario (anello ferroviario)……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

I piccoli #parchi e i giardini passano ai Municipi. Per ora solo in II e III. Entro l'anno il #Comune cederà sei milioni di metri quadri di aree verdi. Obiettivo: una migliore cura e agevolare il sovraccarico Servizio Giardini. 👇📰 diarioromano.it/i-piccoli-parc…

Il cassonetto prima e dopo lo svuotamento. Ecco cosa succede a cercare di svuotare un cassonetto circondato da altri rifiuti (che peraltro potrebbero essere riusati). Ora ci vorranno giorni per rimetterlo a posto #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Il cassonetto prima e dopo lo svuotamento.
Ecco cosa succede a cercare di svuotare un cassonetto circondato da altri rifiuti (che peraltro potrebbero essere riusati). Ora ci vorranno giorni per rimetterlo a posto
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/cpJtr4551J

Concerti a p.za del Popolo, per Onorato: “Un successo pazzesco”, peccato sia fuorilegge L'assessore ai grandi eventi deve aver dimenticato che a #Roma vigono dei limiti acustici e che un concerto pop non può che superarli 👇📰 diarioromano.it/concerti-a-p-z…

“Romeo e Giulietta en plein aire”. Dal 24 al 26 giugno a Cappella Orsini, Via di Grottapinta, spettacolo alle ore 21. Ingresso libero. Con i costumi del teatro dell’Opera #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - “Romeo e Giulietta en plein aire”.

Dal 24 al 26 giugno a Cappella Orsini, Via di Grottapinta, spettacolo alle ore 21. Ingresso libero. Con i costumi del teatro dell’Opera
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/n3xvBVAZAs

@globefaro L’ass. Onorato non sa, evidentemente, che l’unica volta che l’ARPA ha misurato i livelli acustici di un concerto a p.za del Popolo lì ha trovati tutti eccedere i valori massimi previsti dalle norme. D’altronde come potrebbe essere altrimenti? Irresponsabili. Retweeted by diarioromano

Villa Massimo: salta la #manifestazione teatrale prevista per l’estate. L'impossibilità di aprire il cancello, guasto da mesi, rende il luogo non idoneo. L'organizzatore: "Sono profondamente amareggiato" 👇📰 diarioromano.it/villa-massimo-…

Agevoliamo report ARPA, a beneficio del sindaco @gualtierieurope affinché sappia, insieme all'assessore Onorato, che ogni concerto che si tiene a p.za del Popolo è fuorilegge, se solo si facessero misurare i livelli acustici. twitter.com/residentiCM/st… Retweeted by diarioromano

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close