L’odissea quotidiana di un disabile in carrozzina a Roma

Nessun commento

disabili

 

Un giovane avvocato costretto su una sedia a rotelle a causa di un incidente stradale. Una telecamera che lo segue per diverse ore nelle strade di Roma e il risultato è scoraggiante. Scivoli occupati dalle auto in sosta selvaggia o mal progettati, marciapiedi troppo alti o dissestati, bus senza pedane. La violenza di una città che costringe in casa migliaia e migliaia di persone per cattiveria ed egoismo.

Le stazioni della metro A in alcuni casi hanno solo scale o in 15 fermate su 27 hanno l’ascensore guasto. Il filmato realizzato dalla trasmissione di Rai3 Presa Diretta è andato in onda lunedì 6 marzo.

Non sembra al momento che da parte del Campidoglio vi siano programmi per l’inclusione. Anzi la delega alla disabilità che era in capo all’assessore Frongia è stata revocata e non più assegnata. Se questa è l’attenzione che la giunta Raggi pone su una delle vergogne maggiori di Roma, ci sono assai poche speranze per i prossimi anni.

Purtroppo la Rai impedisce di riportare su altri siti i video delle proprie trasmissioni, per cui dovrete cliccare a questo link e poi andare al minuto 51 per vedere la parte relativa a Roma e al giro in città accanto al disabile in carrozzina.

 

 

 

Articoli correlati

Partecipa alla discussione

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con (richiesto)

Tweets

Sempre a proposito di quelle/i che in Assemblea Capitolina dovrebbero fare opposizione al più imbarazzante governo cittadino mai visto a Roma. Con queste/i @virginiaraggi rischia la rielezione. twitter.com/giorgiameloni/…

Ecco un altro pezzo della prodigiosa macchina da guerra dell'opposizione in Assemblea Capitolina, dopo @GiorgiaMeloni @bobogiac @StefanoFassina Con gente simile la pur inguardabile maggioranza rischia addirittura la rielezione! twitter.com/LorenzoSchiavo…

Video diario
  • Ruggine e manifesti abusivi

    Non solo questo cartello comunale di cso Trieste è cadente per la ruggine ma viene pure coperto da manifesti abusivi. Degrado su degrado. M.

Newsletter
Rimani aggiornato! Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati.