L’incendio di Rocca Cencia ha responsabili precisi

Nessun commento

Fino allo scorso dicembre Roma aveva due impianti per il trattamento dei rifiuti indifferenziati: uno al Salario e l’altro a Rocca Cencia.

Entrambi gli impianti lavoravano a pieno ritmo e garantivano la gestione dei rifiuti indifferenziati della città, che poi è in sostanza la loro pre-lavorazione per poi essere spediti in giro per la regione e l’Italia.

Già al tempo però la situazione era critica, in quanto un qualsiasi problema ad uno dei due impianti avrebbe richiesto soluzioni di emergenza. In una tale situazione una gestione accorta avrebbe preservato i due impianti in maniera ferrea, ad esempio predisponendo controlli e precauzioni per evitare incidenti catastrofici.

Invece a metà dicembre dello scorso anno scoppia un devastante incendio nell’impianto del Salario che lo mette definitivamente fuori uso.

Dopo un primo momento di panico, l’amministrazione capitolina riesce a trovare una serie di alternative per i rifiuti indifferenziati, spedendoli in altre regioni. Sembra anzi che alla fine per il Campidoglio ci sia stato un vantaggio dall’incendio, riuscendo le nuove alternative a gestire una quantità maggiore di rifiuti rispetto all’impianto bruciato.

 

Una volta perso uno dei due impianti di trattamento dei rifiuti indifferenziati, ci si sarebbe aspettati che quello rimanente venisse preservato in tutti i modi, rimanendo l’unica alternativa in città.

Ed invece ecco cosa scrivevano gli amici di Riprendiamoci Roma a fine febbraio:

 

 

Da ciò risulta chiaro che l’amministrazione non si è minimamente preoccupata di proteggere l’impianto di Rocca Cencia da possibili incidenti, casuali o dolosi, ma lo ha continuato a gestire “alla romana”.

Come ci si può stupire o rammaricare per l’incidente occorso se non si è fatto nulla per prevenirlo?

Ha dichiarato il Sindaco Raggi dopo l’incendio:

Non ho elementi. Se questo è un attacco e non un incidente chi lo ha fatto deve sapere che non ci fermiamo“.

 

La verità è che per la città non fa molta differenza tra un attacco ed un incidente: rimane il fatto che l’unico impianto di trattamento dei rifiuti indifferenziati a Roma ha subito gravi danni che ne pregiudicano l’utilizzo, almento parzialmente.

Si può essere così irresponsabili? Giustamente a seguito dell’incendio quelli di Riprendiamoci Roma hanno potuto sottolineare che loro l’avevano detto.

 

 

 

Peccato che parlare con l’attuale amministrazione capitolina è come farlo col muro.

 

Articoli correlati

Partecipa alla discussione

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con (richiesto)

Tweets

Il giardinetto di viale Somalia è abitato da senza tetto e sbandati che abbandonano rifiuti su panchine e muretti. Andrebbero aiutati se bisognosi o sgomberati. . #buonaserata #photo #lettori #Roma #decoro

test Twitter Media - Il giardinetto di viale Somalia è abitato da senza tetto e sbandati che abbandonano rifiuti su panchine e muretti. Andrebbero aiutati se bisognosi o sgomberati.
.
#buonaserata #photo #lettori #Roma #decoro https://t.co/I8Hvfv4ZAm

A Roma siamo oltre: inutile mantenere in funzione gli ascensori delle metropolitane o liberi gli scivoli dei marciapiedi, basta mettere ‘sta specie di ruota un po’ ovunque ed è tutto risolto. A questi la Corrida di Corrado je spiccia casa ... twitter.com/virginiaraggi/…

Come se non bastassero quelle che già ci sono, a Roma sono in arrivo nuove bancarelle su iniziativa di @M5SGuadagnoE. Follia pura a poche settimane dall'allontanamento degli urtisti da Pantheon e Trevi. @AndreaCoiaM5S #Cafarotti @virginiaraggi. diarioromano.it/?p=38141

Video diario
Error type: "Forbidden". Error message: "Access Not Configured. YouTube Data API has not been used in project 537752813138 before or it is disabled. Enable it by visiting https://console.developers.google.com/apis/api/youtube.googleapis.com/overview?project=537752813138 then retry. If you enabled this API recently, wait a few minutes for the action to propagate to our systems and retry." Domain: "usageLimits". Reason: "accessNotConfigured".

Did you added your own Google API key? Look at the help.

Check in YouTube if the id PLEjDk_cXPpAVKCrkyvdcyZMDVFWG7MzUp belongs to a playlist. Check the FAQ of the plugin or send error messages to support.
  • Braccia rubate all’agricoltura

    Il cumulo di svarioni della newsletter di un consigliere del Municipio I mostra l'imbarazzante livello medio dei politici municipali

  • Parcheggio molto creativo

    Questo genio si è parcheggiato così, tanto la probabilità di prendere una multa è nulla, anche sotto il Campidoglio. S.F.