L’assessore Calabrese insiste con il montaggio/smontaggio della funivia

La sindaca Raggi ha ritirato subito la sciocchezza della funivia che si smonta e si sposta, mentre il responsabile ai trasporti la ripropone senza però fornire dati a supporto

L’altro giorno abbiamo illustrato come la vediamo noi la funivia Battistini-Casalotti; in estrema sintesi: 110 milioni di euro di spreco!

 

L’argomento è stato molto trattato sia dai media che dai social, soprattutto per un’infelice uscita della sindaca Raggi. In una risposta ad un commento del suo post, la sindaca della funivia ha infatti scritto: “Qualora non dovesse più servire si smonta e si può rimontare da un’altra parte …“.

 

 

In molti hanno sottolineato l’assurdità dell’affermazione della Raggi; così ad esempio La Repubblica:

 

 

La sindaca, o chi per lei, deve essersi resa subito conto della stupidaggine scritta ed il commento è stato prontamente rimosso.

 

Vi è però il responsabile della mobilità nella giunta Raggi, Pietro Calabrese, che la castroneria sulla possibilità di smontare e riutilizzare la funivia l’ha incisa direttamente in un suo post dove dice di spiegare il perché è stata scelta la funivia:

Per questo è ancora più valida una scelta impiantistica che consenta uno smontaggio e rimontaggio in altri territori.

 

 

Come tutti sanno, già le competenze del Calabrese in materia di trasporti sono scarsissime; immaginiamo poi che sul tema funivie non ne sappia proprio nulla e si limiti a riferire cose che qualcuno deve avergli detto ma che forse lui non ha capito.

Anche noi non ne sappiamo molto di trasporti (e contrariamente al Calabrese non ci sogneremmo neanche di fare l’assessore a Roma senza un briciolo di competenza) per cui per spiegare la sciocchezza scritta dall’assessore riportiamo quanto scritto dai competenti amici di Odissea Quotidiana in risposta ad un commento dell’assessore stesso (grassetto nostro):

 

Assessore,
a noi piace raccontare fatti e numeri in maniera molto pragmatica, il politichese non lo parliamo.
Andiamo nel merito dunque, sperando ci voglia rispondere, cominciando con l’argomento che ci ha portato qui: la funivia è davvero smontabile?
In termini di opere civili parliamo di 41 piloni, 7 stazioni e un ponte sul GRA che resteranno ben piantati dove stanno, visto che spostarli costerebbe di più che farne di nuovi: noi abbiamo stimato, tra smontaggio, spostamento e rimontaggio un costo di almeno mezzo miliardo di euro, ma voi lo avete fatto? Se sì dove pensate si potrebbe riposizionare un impianto del genere?
Stando alla documentazione preliminare del PUMS, i cui indici di esercizio sono calcolati a 40 anni, la funivia è destinata a rimanere dov’è almeno fino al 2065 per giustificarne l’investimento. L’avete detto ai cittadini di Boccea che la metropolitana grazie a voi la potranno vedere solo i loro nipoti? […]

 

 

Ma soprattutto, come può pensare di essere credibile nel difendere la funivia a Roma un assessore che non è in grado di assicurare il funzionamento di tecnologie molto più semplici e consolidate come le scale mobili e ascensori nelle stazioni della metro?

 

 

Infine, per la storia ed una descrizione dettagliata del progetto di funivia Battistini-Casalotti consigliamo la lettura di questo post di Odissea Quotidiana.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Una risposta

  1. Come scrisse il poeta nell’ode “Davanti a Battistini”:

    …”I piloni che a Roma alti e schietti
    Van da Battistini in duplice filar,
    Quasi in corsa giganti giovinetti,
    Mi balzarono incontro e mi guardar.”…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

La situazione della sosta selvaggia in Campidoglio sembra essere migliorata, ma qualcuno che fermi dove capita la propria auto non manca mai. #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - La situazione della sosta selvaggia in Campidoglio sembra essere migliorata, ma qualcuno che fermi dove capita la propria auto non manca mai.
#Roma  #fotodelgiorno https://t.co/oMzbWHJasb

Se fai un incidente con un #monopattino in #sharing sono fatti tuoi. Le compagnie hanno stipulato la polizza obbligatoria ma tra cavilli e clausole la copertura è molto aleatoria. Meglio prevedere un'assicurazione personale... #2marzo 👇📰 diarioromano.it/se-fai-un-inci… Retweeted by diarioromano

Lettura fortemente consigliata. twitter.com/francis_rojo_/…

#Roma agricola – Cooperativa sociale ARIA Produzione di ortaggi stagionali venduti tramite GAS, ma anche percorsi di #integrazione lavorativa per persone in difficoltà: un altro virtuoso esempio di sinergia tra la sfera #agricola e quella #sociale... 👇📰 diarioromano.it/roma-agricola-…

Al Traforo per eliminare lo scandaloso divieto di transito per le bici hanno aspettato di farci una ciclabile. Alquanto discutibile come scelta, ma finalmente si ripristina la civiltà su quella strada.

test Twitter Media - Al Traforo per eliminare lo scandaloso divieto di transito per le bici hanno aspettato di farci una ciclabile. Alquanto discutibile come scelta, ma finalmente si ripristina la civiltà su quella strada. https://t.co/HaQBZHWiws

Se fai un incidente con un #monopattino in #sharing sono fatti tuoi. Le compagnie hanno stipulato la polizza obbligatoria ma tra cavilli e clausole la copertura è molto aleatoria. Meglio prevedere un'assicurazione personale... #2marzo 👇📰 diarioromano.it/se-fai-un-inci…

Tragedia sfiorata in via R. Stern dove ieri sera alle 20.30 sono crollati pezzi di muratura dalla facciata di un palazzo Ater. Gravi danni alle auto in sosta. Si tratta del complesso di case popolari di piazza Perin del Vaga, totalmente lasciato andare al degrado... #Roma #foto Retweeted by diarioromano

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close