La battaglia di Giulia continua (e noi con lei)

Situazione sostanzialmente ferma riguardo l'esproprio del terreno di Giulia ma questo aumenta le probabilità che esso avvenga a breve. Il silenzio di Virginia Raggi

Come avevamo annunciato, ci siamo appassionati alla storia di Giulia, la giovane imprenditrice agricola che rischia di vedere il proprio terreno espropriato a causa del Programma di Trasformazione Urbanistica “Colle delle Gensole”.

Non ci sono grandi novità ma un paio di segnali preoccupanti.

 

Da una parte infatti il TAR non si è ancora pronunciato sulla richiesta di sospensiva del provvedimento di esproprio e se scadranno i 60 giorni i titolari del progetto potranno procedere con l’esproprio stesso.

 

Dall’altra si è tenuta la seduta della Commissione Controllo, Garanzia e Trasparenza dell’Assemblea Capitolina, convocata il 30 marzo u.s. per approfondire il decreto di esproprio, ma gli uffici tecnici non si sono presentati, rendendo quindi vano l’incontro.

Il presidente della commissione ha detto che provvederà a convocare una nuova seduta ma anche questo è un segnale che desta preoccupazione.

 

Infine il 18 marzo u.s. il consiglio del Municipio IX ha votato all’unanimità una risoluzione per chiedere alla sindaca Raggi di sospendere il provvedimento di esproprio ma finora dalla sindaca non è giunta alcuna risposta.

 

Noi non vorremmo che in questa specie di riedizione di Golia (24 ettari di progetto di edificazione) contro Davide (8.000 mq di proprietà agraria) alla fine la spunti il gigante per la disattenzione di troppi.

Noi non saremo tra questi.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Il percorso pedonale di piazza Venezia, sotto il Campidoglio, è del tutto scolorito. Resta solo la sua indicazione ma poi il pedone è perduto. Foto Emanuela V. #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Il percorso pedonale di piazza Venezia, sotto il Campidoglio, è del tutto scolorito. Resta solo la sua indicazione ma poi il pedone è perduto. Foto Emanuela V.
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/vrdmWakH22

Il #parcheggio nell’Acquedotto Alessandrino Da molti anni le auto parcheggiano in prossimità e sotto le arcate dell'acquedotto. In quale altra #città un manufatto del III sec. d.C. rimane adibito a parcheggio? #Roma 👇📰 diarioromano.it/il-parcheggio-… Retweeted by diarioromano

#Roma agricola – Cooperativa Garibaldi Un progetto nato e cresciuto grazie alla collaborazione di famiglie e enti locali, rendendo possibile la partecipazione attiva di ragazzi con abilità speciali... #13aprile 👇📰 diarioromano.it/roma-agricola-…

Il #parcheggio nell’Acquedotto Alessandrino Da molti anni le auto parcheggiano in prossimità e sotto le arcate dell'acquedotto. In quale altra #città un manufatto del III sec. d.C. rimane adibito a parcheggio? #Roma 👇📰 diarioromano.it/il-parcheggio-…

Forse per accorciare, questa moto più volte transita sulla pista per le bici di Monte Mario. Pericoloso e incivile. Foto Corrado G. #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Forse per accorciare, questa moto più volte transita sulla pista per le bici di Monte Mario. Pericoloso e incivile. Foto Corrado G.
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/rZ9a5o7Cev

“Per la #Raggi e la sua Giunta non è una priorità sconfiggere le #mafie”. La rete di associazioni Libera emana un durissimo comunicato dopo la bocciatura della mozione per l'istituzione del Forum dei beni confiscati alla #criminalità (atteso da 3 anni) 👇 diarioromano.it/per-la-raggi-e… Retweeted by diarioromano

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Roma agricola – Cooperativa Garibaldi

Un progetto nato e cresciuto grazie alla collaborazione di famiglie e enti locali, rendendo possibile la partecipazione attiva di ragazzi con abilità speciali nella coltivazione e lavorazione di prodotti biologici e a km0

Leggi l'articolo »

“Le mille lingue di Roma”

Un saggio di Luca Serianni spiega perché il romanesco non è un vero dialetto ma un modo di parlare. Cinema, tv e inclusione degli stranieri l’hanno reso un “contenitore” di idiomi

Leggi l'articolo »

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close