Incredibile in Municipio I: si occupano dei cittadini!

Nessun commento

 

La foto sopra è tratta da un video che abbiamo pubblicato la scorsa settimana, video girato in piazza della Rotonda, davanti al Panthoen (si intravede il colonnato), e che mostra l’ultima novità in termini di complessi musicali che, senza regole né limiti acustici, da anni si esibiscono in quel luogo.

Chi ci segue sa come dell’invasività delle esibizioni degli artisti di strada ci siamo occupati fin dall’inizio della nostra storia. Ci siamo poi ritornati sistematicamente ogni volta stupiti di come il problema non sembrava interessare nessuna delle istituzioni e questo nonostante, in alcuni luoghi, sempre più persone si ritrovavano costrette a convivere con i concerti esagerati degli artisti nell’ambito delle mura domestiche o durante tutto l’orario di lavoro.

 

A Roma vige un regolamento sull’arte  di strada approvato dall’amministrazione Alemanno nel 2012 che, fin dall’inizio, dimostrò di essere inefficace a gestire il fenomeno. Una sentenza del TAR minò ulteriormente tale regolamento eliminando il divieto di utilizzo degli amplificatori, dando così modo a chiunque di sparare della musica a volume altissimo senza che le forze dell’ordine potessero mai intervenire perché sprovviste di misuratori acustici.

All’inizio dell’attuale legislatura c’è stato un tentativo della presidente della commissione cultura, Eleonora Guadagno, di scrivere un nuovo regolamento per l’arte di strada ma il compito deve essere stato avvertito come improbo per la Guadagno tant’è che ha lasciato cadere la cosa senza fornire spiegazione alcuna.

 

Per quanto riguarda il Municipio I, quello in cui ricadono praticamente tutti i luoghi in cui si manifesta l’arte di strada con i problemi connessi, la presidente Alfonsi, che pure avrebbe il potere di inibire alcuni luoghi all’arte di strada, non è mai voluta intervenire a difesa dei cittadini che subivano gli eccessi acustici degli artisti e questo perfino quando è stato lo stesso suo Consiglio Municipale ad impegnarla formalmente.

 

Dopo anni di una tale situazione completamente fuori controllo ieri c’è stato un incredibile colpo di scena: il consiglio Municipale si è riunito ed ha approvato una delibera che, applicando un articolo del regolamento comunale dell’arte di strada, vieta ogni esibizione sonora, con o senza amplificatori, in una serie di luoghi del centro storico. Ecco il dispositivo della delibera:

 

 

Come si può vedere nell’elenco è inserita piazza della Rotonda dove, finalmente, non si sarà più costretti ad assistere a concerti rock a volume stratosferico.

Immaginiamo come prenderà questa notizia il gruppetto di “artisti” affezionati al Pantheon che per anni hanno fatto il bello e cattivo tempo sparando decibel a piacimento al volume voluto e spesso senza neanche il rispetto degli orari. Quella gente ci fa affari d’oro sulla piazza, tutti esentasse ovviamente, per cui probabilmente faranno il diavolo a quattro per contrastare l’atto del Municipio.

 

Per una volta siamo allora lieti di congratularci con i consiglieri del Municipio I, in particolare con i firmatari dell’atto (Sara Lilli, Nathalie Naim, Giulia Urso, Flavia De Gregorio, Stefani Marin, Matteo Costantini, Roberto Morziello) ma anche con tutti gli altri che l’hanno approvato all’unanimità e chiedendone l’immediata esecutività.

Immaginiamo che ci sia anche lo zampino della presidente Alfonsi dietro questo atto, considerato che difficilmente qualcosa si muove in Municipio senza il suo assenso, per cui per una volta riconosciamo volentieri anche a lei il merito di un atto che finalmente fa l’interesse diretto degli abitanti del Municipio.

 

Articoli correlati

Partecipa alla discussione

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con (richiesto)

Tweets

Vai di cartelloni! @virginiaraggi la riforma tenetela bella imboscata nei cassetti Retweeted by diarioromano

test Twitter Media - RT @aventinerome: Vai di cartelloni! @virginiaraggi la riforma tenetela bella imboscata nei cassetti https://t.co/6NBZyxsRzs

Fermate metro chiuse. Non basta revocare l'appalto alla ditta di manutenzione. Occorre individuare la responsabilità politica. @virginiaraggi dovrebbe chiedere le dimissioni di Linda #Meleo. diarioromano.it/?p=31547

Atac e @virginiaraggi stanno per revocare l'appalto alla ditta di manutenzione delle scale mobili. Ma i problemi nascono nel 2017 e già da allora l'impresa non rispetta il contratto. Gli scenari futuri sono ancora peggiori. Un articolo di @MercurioPsi diarioromano.it/?p=31548

test Twitter Media - Atac e @virginiaraggi stanno per revocare l'appalto alla ditta di manutenzione delle scale mobili. Ma i problemi nascono nel 2017 e già da allora l'impresa non rispetta il contratto. Gli scenari futuri sono ancora peggiori. Un articolo di @MercurioPsi https://t.co/cE5KU6hjSo https://t.co/xieirj7PPa

Allora @andreavenuto , riusciamo a far aggiornare le pagine @InfoAtac in tempo reale così che chi ha problemi deambulatori non finisca sequestrato in qualche stazione? @virginiaraggi : che altro occorre per congedare @LindaMeleo ? twitter.com/mercuriopsi/st…

Video diario
Newsletter
Rimani aggiornato! Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati.