Impianti pubblicitari: una proposta di legge regionale

Nessun commento

Considerato che la questione degli impianti pubblicitari è nel nostro DNA, non potevamo non dar conto della presentazione di una proposta di legge regionale che intende fornire una regolamentazione quadro per tutti i comuni.

La proposta è stata presentata dal Gruppo consiliare M5S alla Regione Lazio che così la descrive:

“La salvaguardia uniforme del paesaggio, nell’ambito delle competenze della Regione Lazio in materia di governo del territorio, deve passare anche attraverso una regolamentazione comune dei mezzi pubblicitari atta a valorizzare le risorse culturali e ambientali. Per queste finalità si rende necessario stabilire in modo uniforme e per tutto il territorio laziale i criteri autorizzativi degli impianti pubblicitari nelle aree da preservare, la loro densità, le modalità di installazione ed un adeguato impianto sanzionatorio in grado di attribuire la giusta responsabilità anche a coloro che si avvalgono di mezzi pubblicitari abusivi.

Il conseguimento di questi obiettivi necessita anche la corretta gestione degli impianti pubblicitari da parte dei comuni: i regolamenti comunali di cui all’art. 3 del D.Lgs. n.507/1993, oltre a recepire le norrne del Codice della strada e del Codice dei beni ambientali e del paesaggio dovranno conseguentemente essere pienamente attuati e attenersi a quanto stabilito in termini di pianificazione sul territorio. Particolare attenzione viene infine posta nei confronti delle autorizzazioni all’installazione di mezzi pubblicitari in aree sottoposte a vincoli paesaggistici e
culturali, nonché in centri storici e nei tratti extra-urbani delle strade facenti parte della rete viaria di
competenza regionale.

Le sanzioni previste per la violazione delle disposizioni dei regolamenti comunali stabiliscono infine responsabilità sia per chi realizza installazioni abusi ve che per coloro che ne usufruiscono, prevedendo l’immediata rimozione dei mezzi pubblicitari abusivi e il pagamento di somme proporzionate alla natura e al tempo intercorso dalla notifica fino alla rimozione.

La Proposta di Legge conta 8 articoli:

  • Articolo 1, Finalità;
  • Articolo 2, Tipologie e dimensione dei mezzi pubblicitari: per garantire un equilibrato uso del territorio e valorizzare le risorse ambientali della regione, vengono qui definite le tipologie di mezzi pubblicitari in conformità con quanto previsto dal regolamento di attuazione del codice della strada, comprendendo anche le massime dimensioni ammesse per gli stessi;
  • Articolo 3, Adempimenti comunali: prevede che i regolamenti comunali siano conforrni ai principi e alle disposizioni della presente legge;
  • Articolo 4, Pianificazione: descrive le modalità attraverso le quali i comuni applicano le disposizioni della presente legge e i divieti all’installazione in particolari condizioni;
  • Articolo 5, Autorizzazioni: elenca particolari modalità autorizzati ve per i mezzi pubblicitari installati su vincoli, aree protette o tratti extra-urbani di strade regionali;
  • Articolo 6, Installazioni abusive: prevede sanzioni per le installazioni abusive e coloro che usufruiscono di tali mezzi;
  • Articolo 7, Disposizioni transitorie;
  • Articolo 8, Entrata in vigore.

 

La natura e l’applicazione della presente legge non comportano alcun onere di spesa per il bilancio
regionale né per l’entrata in vigore né per gli anni a seguire.”

 

Qui il testo completo della proposta.

 

L’iniziativa è di sicuro interesse e la speranza è che gli altri gruppi per una volta mettano da parte ostilità preconcette ed operino tutti insieme per il bene dei cittadini e del territorio. Purtroppo da quel poco che si sente arrivare dalla Regione Lazio (di cui notoriamente nessun organo di stampa può parlare se non almeno benissimo), non sembra che il clima politico sia esattamente quello sperato.

Articoli correlati

Partecipa alla discussione

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con (richiesto)

Tweets

Al via da oggi la sperimentazione dei tornelli sui bus Atac della linea 51. Più affollata della 669, metterà in evidenza svantaggi e pregi del sistema. Atac ricava 0,20 cent per passeggero contro gli 0,80 di Parigi @LindaMeleo @EnricoStefano diarioromano.it/?p=24302

test Twitter Media - Al via da oggi la sperimentazione dei tornelli sui bus Atac della linea 51. Più affollata della 669, metterà in evidenza svantaggi e pregi del sistema. Atac ricava 0,20 cent per passeggero contro gli 0,80 di Parigi @LindaMeleo @EnricoStefano https://t.co/liLzWhRJLs https://t.co/KIGGR3PUMD

La storiaccia dello Stadio della Roma spiegata a tua zia in 27 facili punti chiave dlvr.it/QXfqNH Retweeted by diarioromano

Il futuro di due strutture abbandonate sarà deciso dai cittadini. Forte Antenne e il Casino di Villa Leopardi sottoposti a partecipazione popolare. Basta che non resti un'utopia @Delbellotw diarioromano.it/?p=24297

La mezza maratona si svolgerà sullo stesso percorso della @MaratonadiRoma diarioromano.it/?p=22122 E ricalca parte del tracciato del @giroditalia diarioromano.it/?p=23490 Oggi si corre di notte, meglio così, al buio il degrado sarà meno visibile twitter.com/Roma/status/10…

Video diario
Newsletter
Rimani aggiornato! Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati.