Il Sindaco sui pedoni che però continuano a morire

Nessun commento

RaggiTods

 

Lo scorso 3 marzo il Sindaco Raggi così scriveva sul suo facebook:

 

La strada non è solo delle macchine: la strada è dei pedoni, è dei ciclisti e dei bambini. La strada è di tutti e tutti devono poter convivere senza assistere ogni giorno a un bollettino di guerra.

Oggi, alla presenza di un ospite d’onore Jean Todt, presidente della Fia e inviato speciale dell’Onu per la sicurezza stradale, l’Assemblea Capitolina ha approvato una mozione per recepire la Giornata mondiale in memoria delle vittime della strada e una delibera per ampliare le competenze della Consulta cittadina della Sicurezza stradale rispetto ai temi della sostenibilità, inclusività e accessibilità urbana.

Quindi da ora in poi prenderà il nome di Consulta Cittadina Sicurezza Stradale, Mobilità Dolce e Sostenibilità.
Già in questo nome si esprime un concetto nuovo, ossia la sicurezza deve riguardare tutti gli aspetti della mobilità e deve consentire a tutti di vivere la strada in modo consapevole e sicuro.

Ci impegniamo con azioni concrete a raggiungere un obiettivo: ridurre drasticamente le vittime degli incidenti e rendere finalmente le nostre strade un ambiente sicuro e inclusivo. Ci diamo appuntamento tra qualche mese, numeri alla mano, per vedere insieme i risultati di Roma.

 

Peccato che siano passati solo pochi giorni e la realtà si sia incaricata di ricordare al Sindaco il disastro della situazione di Roma. Il 9 marzo scorso infatti c’è stato l’ennesimo pedone morto sulle strade romane, apparentemente mentre stava attraversando le strisce pedonali.

Sono trascorsi quasi due anni da quando parlammo per la prima volta di “mattanza pedonale” a Roma, presentando anche una modesta proposta per voltare pagina, e non si vede ancora nessun segnale che possa sperare di cambiare le cose. Nulla fece la Giunta Marino sul tema, nulla dal Commissario Tronca ed anche l’attuale amministrazione, ormai in carica da oltre otto mesi, non ha mostrato il minimo segnale di cambiamento rispetto al far west in voga sulle strade romane.

È quindi particolarmente fastidioso leggere le vuote parole del Sindaco a seguito dell’ennesimo pedone falciato a Roma.

E allora lo prendiamo in parola il Sindaco, contando di tornare tra qualche mese a vedere se sarà cambiato qualcosa sulle strade di Roma. Parlando però di numeri, chiediamo al Sindaco di dare oggi quelli relativi, ad esempio, alle multe elevate dagli agenti della Polizia Locale Roma Capitale per mancato rispetto delle strisce pedonali. Pronti a scommettere che oggi non ve ne sia neanche una di multa del genere, considereremmo un valido segnale del nuovo corso il cominciare ad elevarne di sanzioni per mancato rispetto delle strisce pedonali.

Riuscirà il Sindaco in un compito apparentemente tanto semplice?

 

P.s.: tralasciamo per carità di patria qualsiasi commento sul cambio di denominazione della Consulta Cittadina Sicurezza Stradale segnalando solo che le pagine internet ad essa dedicate e quelle che trattano di sicurezza stradale in genere sono ferme al 2014.

 

Articoli correlati

Partecipa alla discussione

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con (richiesto)

Tweets

Vai di cartelloni! @virginiaraggi la riforma tenetela bella imboscata nei cassetti Retweeted by diarioromano

test Twitter Media - RT @aventinerome: Vai di cartelloni! @virginiaraggi la riforma tenetela bella imboscata nei cassetti https://t.co/6NBZyxsRzs

Fermate metro chiuse. Non basta revocare l'appalto alla ditta di manutenzione. Occorre individuare la responsabilità politica. @virginiaraggi dovrebbe chiedere le dimissioni di Linda #Meleo. diarioromano.it/?p=31547

Atac e @virginiaraggi stanno per revocare l'appalto alla ditta di manutenzione delle scale mobili. Ma i problemi nascono nel 2017 e già da allora l'impresa non rispetta il contratto. Gli scenari futuri sono ancora peggiori. Un articolo di @MercurioPsi diarioromano.it/?p=31548

test Twitter Media - Atac e @virginiaraggi stanno per revocare l'appalto alla ditta di manutenzione delle scale mobili. Ma i problemi nascono nel 2017 e già da allora l'impresa non rispetta il contratto. Gli scenari futuri sono ancora peggiori. Un articolo di @MercurioPsi https://t.co/cE5KU6hjSo https://t.co/xieirj7PPa

Allora @andreavenuto , riusciamo a far aggiornare le pagine @InfoAtac in tempo reale così che chi ha problemi deambulatori non finisca sequestrato in qualche stazione? @virginiaraggi : che altro occorre per congedare @LindaMeleo ? twitter.com/mercuriopsi/st…

Video diario
Newsletter
Rimani aggiornato! Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati.