Il senso delle istituzioni (e del ridicolo)

L’abituale scorrere dei post su facebook ci ha regalato ieri una combinazione curiosa ma soprattutto assai irritante.

 

Dapprima ci siamo imbattuti in questo post del Presidente De Vito, dove egli è immortalato col capogruppo Ferrara, entrambi in tenuta vacanziera, sorridenti ed abbronzati.
deVitoFerrara

Nel post il Presidente fornisce chiarimenti su presunte indicazioni lui avrebbe dato a favore di Raffaele Marra ma soprattutto termina con la seguente frase:

Buona giornata a tutti ed un saluto dalla Puglia, insieme al nostro capogruppo Paolo Ferrara per una meritata settimana di riposo “.

 

Ebbene, sarà pure che esageriamo nel vedere sempre tutto nero, ma l’idea che, con una città che annaspa sempre di più tra problemi che si aggravano anziché risolversi, con la conta dei morti per le strade che non si ferma così come i roghi tossici un po’ ovunque, tanto per fare un paio di esempi tragici, due figure istituzionali dell’Assemblea Capitolina come il Presidente ed il capogruppo di maggioranza se la spassino tranquillamente in qualche posto ameno a noi suona irritante.

A noi non suonerebbe esagerato che in una situazione come quella romana, chi si è proposto per amministrarla lo faccia dimenticandosi di vacanze e riposi per tutto il periodo della legislatura. Ma seppure non si vuole arrivare a tal punto, che almeno si mantenga un contegno adeguato al ruolo ed alla gravità della situazione. Detto in termini più stringati: non c’è proprio niente da ridere.

 

Riguardo poi alla “… meritata settimana di riposo“, ci siamo chiesti: meritata de che?

E su questo ci è venuto in aiuto il post che, casualmente, seguiva quello di cui sopra. Eccolo:

 

riprendiamociR

Come si può capire, si tratta di un post di Riprendiamoci Roma che mostra l’assurdo suk all’ingresso del policlinico Umberto I.

 

furgoni

E allora ci è venuto in mente che il Presidente De Vito a questo deve essersi riferito parlando di “meritato riposo”, ossia al gran lavoro fatto per approvare una riforma del commercio ambulante che non ha riformato un bel niente ma anzi ha cristallizzato situazioni incredibili come quella mostrata nel video.

Proprio un riposo meritato.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close