Il piazzale della Metro Conca d’Oro in disfacimento. Si salverà?

Nessun commento

Conca d'oro fermata metro 2

 

La grande pensilina che vedete nella foto qui sopra doveva accogliere i passeggeri proteggendoli dalla pioggia e permettendo di ammirare il verde dei giardini attraverso il vetro. Era questo il progetto dello studio di Paolo Desideri che ha disegnato la grande stazione metro Conca d’Oro. Ma a neanche tre anni dalla sua inaugurazione, il vetro ha perso ogni trasparenza, sfregiato definitivamente dagli acidi.

Il resto del piazzale non sta messo meglio.

Conca d'oro fermata metro 13

Conca d'oro fermata metro 11

Ogni superficie vetrata è stata sfregiata e la sostituzione costerebbe troppi soldi. Dunque per tanti anni a venire saremo condannati a vivere con questi immondi graffiti.

Neanche il resto dei materiali che affacciano sul piazzale è stato preservato dal vandalismo.

Conca d'oro fermata metro 10

Conca d'oro fermata metro 12

Conca d'oro fermata metro 6

 

Muri in cemento, griglie di aerazione e pannelli in cartongesso sono stati tutti ugualmente devastati. A proposito dei pannelli in cartongesso di colore ruggine, ci sembra che questi non siano adatti a fronteggiare la furia distruttrice dei romani che tanto “amano la loro città“. Basta un calcio o un colpo di casco per sfondarli. E infatti ecco nelle foto che seguono la condizione della gran parte di questi rivestimenti.

 

Conca d'oro fermata metro 7

Conca d'oro fermata metro 8

Conca d'oro fermata metro 5

Nota a parte merita poi la bella canalizzazione di scolo delle acque della grande piazza ipogea progettata da Paolo Desideri. Sebbene sia suggestiva a livello architettonico è diventata un mega cestino dei rifiuti dato che gli stessi “amanti della città” si divertono a farci rotolare le bottiglie e monnezza varia, otturando i canali e provocando allagamenti.

Conca d'oro fermata metro 3

 

Tutta l’area è stata ripulita 2 volte da quando è stata inaugurata. Il Comune quindi ha sostenuto una spesa importante per la cancellazione delle scritte, il ripristino dei pannelli, la defissione dei manifesti. Ma poche settimane dopo tutto torna come prima. Una pulizia ogni tanto, infatti, non serve a nulla. Come è noto, occorre cancellare i graffiti immediatamente dopo che sono comparsi e farlo per un determinato periodo di tempo. In questo modo si scoraggia a scrivere sui muri e ben presto le scritte scompaiono.

Ma quello che manca realmente è una politica repressiva del fenomeno. Le “trappole” che il Sindaco Marino aveva minacciato ai graffitari non si sono mai viste. Inoltre sembra davvero incomprensibile che in un’area videosorvegliata come quella della metro Conca d’Oro non si riesca mai a cogliere qualcuno sul fatto. La verità è che questo fenomeno è tollerato dall’amministrazione che lo ritiene un problema minore.

Che sia una visione del tutto errata lo dimostra l’esempio di questa fermata. Costata milioni di euro e già in condizioni disastrose per il lassismo e il disinteresse di tutti: cittadini e amministratori.

 

Articoli correlati

Partecipa alla discussione

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con (richiesto)

Tweets

Sicurezza stradale a #Roma: un bel dibattito tra @EnricoStefano, @MomyLozzi e il suo assessore al VII Mun. Vivace, su attraversamenti, ciclabili e pedoni. Per quando si tornerà alla vita normale e le strade saranno di nuovo pericolose. diarioromano.it/?p=38667

Slittano di almeno tre settimane i lavori per la rimozione dei sanpietrini da via Nazionale. Il #Campidoglio fa sapere che ci sono difficoltà negli approvvigionamenti a causa del #virus. . #Roma #photo #lettori

test Twitter Media - Slittano di almeno tre settimane i lavori per la rimozione dei sanpietrini da via Nazionale. Il #Campidoglio fa sapere che ci sono difficoltà negli approvvigionamenti a causa del #virus.
.
#Roma #photo #lettori https://t.co/RsqCMfrPYd
Video diario
Error type: "Forbidden". Error message: "Access Not Configured. YouTube Data API has not been used in project 537752813138 before or it is disabled. Enable it by visiting https://console.developers.google.com/apis/api/youtube.googleapis.com/overview?project=537752813138 then retry. If you enabled this API recently, wait a few minutes for the action to propagate to our systems and retry." Domain: "usageLimits". Reason: "accessNotConfigured".

Did you added your own Google API key? Look at the help.

Check in YouTube if the id PLEjDk_cXPpAVKCrkyvdcyZMDVFWG7MzUp belongs to a playlist. Check the FAQ of the plugin or send error messages to support.