Il Pd e il vecchio vizio dei manifesti abusivi

Nessun commento

Manifesti abusivi pd

 

Si è scritto troppe volte sui blog antidegrado dei manifesti abusivi. Una campagna martellante durata anni che ha lentamente prodotto alcuni frutti. La percentuale delle affissioni illegali a Roma è calata drasticamente, soprattutto quelle ad opera dei grandi partiti. Restano le frange dell’estrema destra e dei centri sociali ma le principali forze politiche sembravano aver capito che questo metodo di comunicazione si ritorceva contro loro stessi perchè indignava la città più che informarla.

Evidentemente questa volta qualcosa non ha funzionato tra gli attacchini ai quali il Pd ha dato incarico di pubblicizzare un evento previsto per giovedì prossimo. Un lettore ci ha inviato queste foto scattate in zona Tiburtina e Collatina dove afferma di aver visto più di un muro imbrattato dai manifesti del Partito Democratico.

Manifesti abusivi pd 2

Manifesti abusivi pd 3

 

“L’Italia e il Lazio ripartono” dice lo slogan. Non sappiamo se sia vero, ma quello che sembra sicuro è che sono ripartite le campagne di affissione irregolari. Con le elezioni che si avvicinano non si tratta di un buon presagio. Per anni, in Parlamento, con una leggina trasversale votata da quasi tutti i partiti (tranne Radicali e M5Stelle), si stabiliva un condono e la riduzione delle multe elevate per i manifesti politici. Alle promesse che leggine come queste non si sarebbero più scritte non crede nessuno. E la ricomparsa di questi manifesti ne è la conferma.

 

Articoli correlati

Partecipa alla discussione

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con (richiesto)

Tweets

Tra 15 giorni stop alle auto diesel euro3 nell'anello ferroviario. Ma #Atac ha ancora il 41% dei suoi bus euro3. Invece di accelerare l'acquisto di quelli a metano, la gara salta per la 4a volta. Ce lo racconta @MercurioPsi. @TplRoma @saveMetroC. diarioromano.it/?p=36594

I residenti di piazza Armellini, via Pisa e via Moroni chiedono il perché della soppressione di 110 posti auto. La caserma GdF parla di motivi di sicurezza ma sembrano pretestuosi. @Delbellotw. diarioromano.it/?p=36536

Chiude per ben 3 mesi la fermata Baldo degli Ubaldi per controllare le scale mobili. Una revisione che si poteva programmare senza bloccare la stazione. Ma @virginiaraggi se la prende con quelli di prima. La storia raccontata da @MercurioPsi. @saveMetroC diarioromano.it/?p=36584

Video diario
Newsletter
Rimani aggiornato! Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati.