Il mercatino illegale di V.le Carlo Felice

Una mattina qualsiasi a viale Carlo Felice, dove è ormai fisso il mercatino del rifiuto (o del rubato), del tutto illegale ma apparentemente impossibile da contrastare da parte delle nostre forze dell’ordine. Qualche foto rubata (che gli “esercenti” si inalberano se vedono qualcuno che fa foto).

 

felice5

 

felice4

 

felice3

 

Poi arriva la Polizia ed i venditori si spostano dall’altra parte della strada, in attesa che vada via.

felice1

 

Ed appena via la Polizia si riaprono le esposizioni:

felice2

 

Dopo aver preso preso queste immagini, ci siamo spostati sull’altro lato della strada proprio quando uno di questi straccivendoli svuotava il suo sacco di roba dentro un cassonetto (per non si sa quale motivo); la cosa grave è che il tizio ha svuotato il suo carico di stracci dentro il cassonetto della plastica, mandando a farsi benedire la differenziata in esso contenuta. Chiaramente a questa gentaglia non interessa nulla della raccolta differenziata così come del decoro e della pulizia che ogni strada della città merita.

Viale Carlo Felice poi potrebbe essere una strada modello per Roma, con costruzioni eleganti, ancorché non particolarmente ricercate, delle belle file di alberi ed un giardino che la percorre per tutta la sua lunghezza. Eppure anche un luogo del genere può venir deturpato impunemente per mesi senza che le forze dell’ordine sappiano fare altro che mandare via periodicamente gli straccivendoli.

 

C’è però chi vorrebbe cercare di superare questa situazione e per far ciò sta provando a mettersi in contatto con chi abita sulla strada o nei dintorni ed è disposto a prendere qualche iniziativa. Se siete interessati, o se conoscete qualcuno che potrebbe esserlo, scriveteci al nostro indirizzo (redazione@diarioromano.it) e vi metteremo in contatto.

Condividi:

3 risposte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Perché @PLRomaCapitale non dedica un paio dì pattuglie in bici al controllo delle ciclabili? Che fine hanno fatto i mezzi a due ruote periodicamente sfoggiati nelle parate? @gualtierieurope twitter.com/marcolatini19/…

L’inutilità dei vigili agli incroci: a viale Manzoni-via Emanuele Filiberto tengono fermi due bus al semaforo per 4/5 minuti, a via Merulana non gestiscono veicoli che bloccano i bus. C’è qualcuno che gli spiega come comportarsi o improvvisano?

Forse qualcuno dovrebbe spiegare all'architetto che il muro non serve a cingere il giardino bensì proprio a crearlo, ossia a contenere la terra dove mettere le piante. Quello che doveva essere un parcheggio interrato è venuto un po' fuori terra e da qui la necessità del muro. twitter.com/rep_roma/statu…

Piano per la #mobilità durante le festività natalizie: il migliore da molti anni, nonostante qualche ombra. Per la prima volta viene prevista l'attivazione fissa delle #ZTL e i collegamenti con alcuni parcheggi... 👇📰 diarioromano.it/piano-per-la-m…

#Domenica di giochi a villa Ada per i bambini. La giornata sarà dedicata al #Festival dei Giochi di Strada tra i quali il tiro alla fune, i birilli, la corsa dei sacchi e molto altro. Ingresso da via di Ponte Salario fino al tramonto

test Twitter Media - #Domenica di giochi a villa Ada per i bambini.
La giornata sarà dedicata al #Festival dei Giochi di Strada tra i quali il tiro alla fune, i birilli, la corsa dei sacchi e molto altro. Ingresso da via di Ponte Salario fino al tramonto https://t.co/H3ClE8Wsnz
Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Colonna della Pace, in abbandono

Davanti la basilica di Santa Maria Maggiore c’è l’unica superstite delle otto colonne che ornavano la volta della Basilica di Massenzio, lasciata nel degrado con le erbacce ad infestarla.

Leggi l'articolo »

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close