Il degrado non va in ferie, ma anche chi lo combatte

Non sappiamo chi del governo cittadino o dell’amministrazione sia al lavoro di questi giorni centrali di agosto.

Tradizionalmente è questo un periodo di riposo, benché considerando i disastri in cui continua a dibattersi Roma l’aspettativa è che chi si sia assunto il compito di governare capisca che non è proprio il caso di andare in vacanza.

Speravamo di non dover leggere in giro post o messaggi di esponenti dell’amministrazione che annunciano dei “meritati riposi” totalmente fuori luogo, come ci era capitato nel recente passato, ed invece proprio il Sindaco ha pensato bene di salutare i cittadini romani per una “piccolissima pausa estiva“.

Ebbene giunga al Sindaco la nostra pur insignificante censura al suo video: continua a non esserci nulla di cui sorridere (ma quelli della Casaleggio non riescono a farglielo capire al Sindaco che deve mantenere un contegno più decoroso e meno sbarazzino quando parla?), è perfettamente inutile fare l’ennesima listina delle minutaglie fatte sorvolando completamente sui problemi più drammatici della città e soprattutto è irriguardoso salutare i cittadini andando in vacanza sapendo che i tantissimi che rimarranno dovranno fare i conti quotidianamente con il disastro di cui il Sindaco stesso è ormai corresponsabile.

Mai come in questo caso si può affermare che “un bel tacer non fu mai scritto“.

 

Per parte nostra, nell’augurare un buon ferragosto alle amiche ed amici che ci seguono, vogliamo oggi rendere ennesimo merito a quei cittadini che imperterriti continuano a combattere contro il degrado a Roma, pur dovendo fare i conti con un’amministrazione che appare incapace di reprimere gli abusi, come se non peggio le amministrazioni che l’hanno preceduta.

 

anto2

 

Incredibile a dirsi, dopo oltre un anno di governo M5S ancora dobbiamo assistere all’affissione impunita di questi osceni cartelli con tanto di numero di telefono fisso ed indirizzo internet (qui in zona Ponte di Nona). Agli inizi di quest’anno ci eravamo un po’ illusi che alcune iniziative della Polizia Locale avessero dato qualche colpo decisivo a certi zozzoni, ma probabilmente le cose non stanno così.

 

Meno male quindi che c’è ancora chi, agosto o non agosto, cerca di rendere vane le affissioni abusive (ABUSIVE!?!, sia chiaro) di certi farabutti.

 

anto1

 

Ne contiamo ben otto di cartelli in un colpo solo. Ottimo lavoro Antonello!!!

Un rigraziamento da parte nostra anche a nome di tutti quelli che sono stufi di rimanere inermi davanti al degrado ed hanno iniziato a prendere a calci in culo (figurativamente, per il momento) i troppi zozzoni che infestano Roma.

 

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

#Roma non vuole sentire parlare di vuoto a rendere. Eppure il vetro è ricchezza. Laddove non arrivano le #istituzioni ci pensano i privati: le aziende che già lo adottano. I dati sugli enormi risparmi energetici frutto del recupero delle bottiglie. 👇📰 diarioromano.it/roma-non-vuole…

Lavori su Corso Francia a partire dalle 18.30. Follia pura! Ieri sera, il viadotto e corso Francia sono stati ridotti ad un’unica corsia già dalle 18.30 per rifare l’asfalto. Il traffico in tilt in tutto il quadrante. Sono lavori da svolgersi la notte!!! #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Lavori su Corso Francia a partire dalle 18.30. Follia pura!

Ieri sera, il viadotto e corso Francia sono stati ridotti ad un’unica corsia già dalle 18.30 per rifare l’asfalto. Il traffico in tilt in tutto il quadrante. Sono lavori da svolgersi la notte!!!
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/W0RDaYhQ1x

Invasioni continue e spropositate, tutte amorevolmente servite dagli agenti della @PLRomaCapitale per i motivi poco commendevoli che a suo tempo @reportrai3 ha ottimamente spiegato. twitter.com/stormi1904/sta… Retweeted by diarioromano

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close