Il cartellone è sparito! (piccole soddisfazioni)

Lo scorso 11 novembre pubblicavamo la segnalazione giuntaci di un nuovo cartellone installato in via Aurelia Antica. A parte le difformità del suo posizionamento, che si trattasse di impianto abusivo lo testimoniava l’assenza della targhetta identificativa ed il fatto che la ditta proprietaria fosse stata già radiata dall’elenco di quelle autorizzate.

 

Aurelia Antica cartellone abusivo nov 15

 

Nel segnalarlo sottolineavamo il rischio di una mini-restaurazione in corso da parte delle ditte più spregiudicate, con la giunta Marino caduta ed il nuovo commissario che ancora non dava notizie di sé.

Dopo pochi giorni ricevevamo una nuova foto dell’impianto che lo mostrava “addobbato” da un cartello con la scritta “abusivo”.

 

CartAbusivo

All’immagine accompagnavamo l’auspicio che l’Ufficio Affissioni e Pubblicità, con la nuova responsabile dott.sa Monica Giampaoli, si desse da fare per rimuovere senza indugio l’impianto, dando un chiaro segnale che l’abusivismo continua a non essere tollerato.

Ebbene lo scorso venerdì gli amici della zona ci hanno informato che l’impianto è sparito, probabilmente nottetempo. Questo fa pensare che più che un intervento del Comune, si deve essere trattato di un’iniziativa della ditta proprietaria che deve aver capito l’antifona. Stiamo cercando di avere conferme di questa nostra ipotesi ma nel caso essa dimostrerebbe che l’attenzione dei cittadini paga e che i furbastri hanno gioco difficile quando si trovano sotto qualche riflettore.

Siamo sicuri infatti che se nessuno avesse segnalato l’impianto, esso pian piano sarebbe entrato a far parte integrante dell’ambiente divenendo un cancro difficile da estirpare.

Da qui l’invito a tutti a tenere gli occhi aperti ed a segnalare sia alle istituzioni che a noi o altri blog situazioni anomale. Insieme probabilmente possiamo alleggerire il compito dell’amministrazione, che ancora fatica ad andare a regime col regime commissariale, ed a mettere in fuga qualche furfante.

 

Condividi:

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Perché @PLRomaCapitale non dedica un paio dì pattuglie in bici al controllo delle ciclabili? Che fine hanno fatto i mezzi a due ruote periodicamente sfoggiati nelle parate? @gualtierieurope twitter.com/marcolatini19/…

L’inutilità dei vigili agli incroci: a viale Manzoni-via Emanuele Filiberto tengono fermi due bus al semaforo per 4/5 minuti, a via Merulana non gestiscono veicoli che bloccano i bus. C’è qualcuno che gli spiega come comportarsi o improvvisano?

Forse qualcuno dovrebbe spiegare all'architetto che il muro non serve a cingere il giardino bensì proprio a crearlo, ossia a contenere la terra dove mettere le piante. Quello che doveva essere un parcheggio interrato è venuto un po' fuori terra e da qui la necessità del muro. twitter.com/rep_roma/statu…

Piano per la #mobilità durante le festività natalizie: il migliore da molti anni, nonostante qualche ombra. Per la prima volta viene prevista l'attivazione fissa delle #ZTL e i collegamenti con alcuni parcheggi... 👇📰 diarioromano.it/piano-per-la-m…

#Domenica di giochi a villa Ada per i bambini. La giornata sarà dedicata al #Festival dei Giochi di Strada tra i quali il tiro alla fune, i birilli, la corsa dei sacchi e molto altro. Ingresso da via di Ponte Salario fino al tramonto

test Twitter Media - #Domenica di giochi a villa Ada per i bambini.
La giornata sarà dedicata al #Festival dei Giochi di Strada tra i quali il tiro alla fune, i birilli, la corsa dei sacchi e molto altro. Ingresso da via di Ponte Salario fino al tramonto https://t.co/H3ClE8Wsnz
Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Colonna della Pace, in abbandono

Davanti la basilica di Santa Maria Maggiore c’è l’unica superstite delle otto colonne che ornavano la volta della Basilica di Massenzio, lasciata nel degrado con le erbacce ad infestarla.

Leggi l'articolo »

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close