I “bike friendly ” a parole hanno risospeso la ciclabile sul Tevere

Da BiciRoma riceviamo e rilanciamo.

 

Gentile redattore,
riceviamo e vi giriamo quello che è un problema che si ripete ogni estate quando nel periodo di massima fruizione si annulla la ciclabile del Tevere, quella che dovrebbe essere la principale ciclabile romana e che invece viene REVOCATA.
Sì revocata dalla PLRC con atto che crediamo sia non legittimo e che sfoci nell’eccesso di potere in quanto in base alle nostre conoscenze con un alto flussi di pedoni e ciclisti non si può fare il ciclopedonale (come la viene trasformato il percorso dopo la revoca)
Abbiamo chiesto anche alla segreteria tecnica del ministro Toninelli ma ad oggi nessuna risposta…..come mai?
E’ bello essere bike friendly davanti le telecamere, o farsi le foto con qualche personaggio istituzionale internazionale annunciando grandi collaborazioni pro mobilità ciclistica, ma dinanzi a  questo scempio, a questo stato di abbandono che cosa hanno da dire gli amministratori che si professano amici dei ciclisti?
Non si vergognano a far chiudere (di fatto) la ciclabile principale di Roma???
Ecco chi ancora prova a percorrerla cosa trova:
“Buon giorno, non potendo pubblicare sulla pagina scrivo due righe qui, magari può servire.Stamani ho percorso la ciclabile del Tevere dall’EUR fino su quasi a ponte Milvio. Praticamente la ciclabile dall’altezza del lungo Tevere Portuense fino a Castel Sant’Angelo è una distesa di vetri e cocci di bottiglie di birra…. ( in particolare tutta l’area dove stanno allestendo i gazebo). Ovviamente diverse persone erano ferme per via di forature. Con la speranza che l’AMA o chi di competenza provveda a pulire vi auguro una buona giornata. Gioacchino”
Cari amministratori bike friendly iniziate a fare qualcosa di concreto per i ciclisti invece di inutili convegni, consulte, e buffonate varie.
Date ascolto a chi è dalla parte dei ciclisti e non dell’ideologia politica!
Realizzate quello che chiedono i ciclisti romani (Piano quadro ciclabilità, dorsale Tevere, bike sharing, vigili in bici, ecc) e non quello che viene in mente all’amichetto di turno!!!
Cordiali saluti

Fausto Bonafaccia

BiciRoma

lungotevere della Magliana 118
00146 Roma
Tel 0655590106
Fax 0655268356

 

 Immaginiamo che anche in questo caso i responsabili della mobilità cittadina ignoreranno la sollecitazione.

A buon bisogno ricordiamo che lo scorso anno ci fu una petizione indirizzata alla Regione Lazio dove si chiedeva di spostare sull’altra sponda del Tevere la manifestazione estiva. Petizione ovviamente ignorata dall’amministrazione regionale.

A conferma che dovunque ti giri i politici romani sono mediamente imbarazzanti.

 

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Camping Villa Borghese. Se pò fa’.

test Twitter Media - Camping Villa Borghese.
Se pò fa’. https://t.co/lqeqk8tNpD

#MetroA - dalle parole del Presidente #ATAC apprendiamo che in quasi 7 mesi i lavori sui binari sono solo al 30%‼️ Fine lavori (in ritardo) a Maggio 2024 Ass @eugenio_patane? ilmessaggero.it/roma/metropoli… Retweeted by diarioromano

Il #Discobolo Lancellotti deve rimanere al Museo Nazionale Romano! Comitati e cittadini di Esquilino e Castro Pretorio contestano il depauperamento di palazzo Massimo e delle terme di Diocleziano a favore di musei posti in zone "più turistiche". 👇📰 diarioromano.it/il-discobolo-l…

QUI LA PUNTATA DI "ROMA DI SERA" ANCHE SU FB. fb.watch/ijSdLjDeBe/ GRAZIE

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close