Due immagini sui rifiuti a Roma prese dalla rete in questi giorni, tra le decine o centinaia che ne vengono pubblicate.

 

Rifiuti1marzo02

 

rifiuti1marzo01

 

La situazione dei rifiuti a Roma è indubbiamente sempre critica sia dal lato della raccolta che da quello della gestione a valle dei materiali.

Per quanto riguarda la raccolta vige sempre il far west, con gli errati conferimenti che continuano a non essere sanzionati, per cui ognuno butta dove vuole, anche a terra, con la certezza di non subire mai una multa.

Riguardo la gestione dei materiali raccolti, per l’indifferenziato ci si continua ad affidare all’esportazione in altre regioni, con costi elevati, mentre la novità di questi giorni è la partenza dell’iter autorizzativo in Regione Lazio dei due impianti di compostaggio di Cesano e Casal Selce (le richieste avrebbero dovuto essere presentate dall’assessore Montanari a fine gennaio ma ci deve essere stato qualche ritardo).

 

In una situazione che continua a mantenere Roma sull’orlo dell’invasione dei rifiuti, vogliamo tornare a parlare di una piccola realtà romana dove i rifiuti hanno un valore e la gente fa la fila per conferirli, ovviamente tutti ben differenziati.

 

nsr3

 

Parliamo di nuovo del box 95 del Mercato Trionfale, quello gestito da circa tre anni da NonsonoRifiuti.it, dove è possibile vendere i propri rifiuti differenziati, seppur a prezzi poco più che simbolici. Ecco il listino aggiornato della borsa delle materie prime recuperabili:

 

listino

 

Chiaramente nessuno si arricchirà mai vendendo i propri rifiuti, ma anzitutto con questa attività è possibile tirar su qualche euro che non è ininfluente per chi deve fare i conti al centesimo pur di arrivare alla fine del mese; vi è poi il fatto che questi rifiuti vengono distratti dalla raccolta stradale, alleggerendola in qualche modo, ed essendo controllati al conferimento, essi possono essere avviati al riciclo in maniera ottimale.

La domanda che continuiamo a farci fin da quando, tre anni fa, scoprimmo questa realtà al Mercato Trionfale è: perché diavolo un’iniziativa simile non viene replicata in ogni mercato rionale o magari anche in ogni centro di raccolta AMA?

Pur non potendo una simile raccolta sostituire in toto quella tradizionale, una sua diffusione in tutta la città permetterebbe di attirare chissà quante tonnellate di rifiuti sottraendole ai conferimenti in strada.

Il fatto che al box 95 vi sia sempre la fila per i conferimenti vuol dire che tanti cittadini sono già pronti a fare la propria parte per rendere più virtuosa la gestione dei rifiuti a Roma. È però triste dover prendere atto che sembra essere proprio l’amministrazione quella più indietro, ancorata ancora a vecchie logiche e condannando così la città ad annaspare tra i rifiuti.

 

Da sottolineare inoltre che al box 95 hanno anche dedicato un piccolo spazio per il riuso, dove sono esposti oggetti che a qualcuno non servono più ma che hanno ancora un’utilità. Purtroppo a Roma questo genere di oggetti sono destinati alla discarica, contribuendo ad aumentare notevolmente la quantità di rifiuti, mentre potrebbero benissimo essere rimessi in circolo se solo il Comune ne predisponesse la possibilità (come abbiamo provato a proporre qui ormai quasi tre anni fa).

 

Purtroppo bisogna ormai rassegnarsi ad un’assessore all’ambiente che ha dimostrato tutta la sua imbarazzante incapacità.

 

Ma anche il Sindaco Raggi dimostra una certa impreparazione sulla questione rifiuti. È di qualche tempo fa il suo appello a quelli di Amici di Maria De Filippi affinché mettessero su uno spettacolo per aiutare le persone a fare la raccolta differenziata. In realtà tanti romani sanno bene come farla la differenziata e sarebbero disponibili anche a farla meglio, più spinta, se solo l’amministrazione facesse la sua parte mettendo a disposizione le strutture necessarie e cominciando a sanzionare gli zozzoni che conferiscono in modo errato.

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

La fascia NON garantita degli #scioperi #atac. Da un monitoraggio su venerdì scorso emerge che, al pomeriggio, il 18% di autisti non è tornato in servizio. Molto meglio #Roma Tpl che ha confermato il 97% delle corse. Un contributo di ➡️@MercurioPsi ▪️ 👇📰 diarioromano.it/la-fascia-non-…

Anche dopo 4 anni di governo a 5 stelle, se un cartello stradale dà fastidio lo si può abbattere e lasciarlo lì. Occorreranno mesi o anni perché qualcuno lo ripristini. #Roma #fotodelgiorno 📸

test Twitter Media - Anche dopo 4 anni di governo a 5 stelle, se un cartello stradale dà fastidio lo si può abbattere e lasciarlo lì. Occorreranno mesi o anni perché qualcuno lo ripristini.
#Roma #fotodelgiorno 📸 https://t.co/kuFZZFnE5k

Coronavirus: per smorzare la paura i #meme più esilaranti. Tra possibili #lockdown e #coprifuoco, non manca chi riesce a fare gustosa ironia. E ridere è la cura migliore. #25ottobre #coronavirus ▪️ 👇📰 diarioromano.it/coronavirus-pe… Retweeted by diarioromano

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close