Quest’oggi apro la pagina romana di Repubblica e trovo il titolone sull’ennesima rissa tra giovani, questa volta nei pressi di una discoteca a Tor Bella Monaca.

TBM

Poi apro facebook e trovo quest’altro:

SPiV

Ovviamente non posso non collegare le due cose e pensare che se ci fosse un’offerta culturale del tipo di quella rivendicata dai ragazzi dell’America, in molte parti di Roma i ragazzi avrebbero un’alternativa alla discoteca e alla movida con annessi abusi di alcool e droghe.

Si potrà anche non essere d’accordo con alcuni metodi adottati da questi ragazzi, quando ad esempio si presero un cinema di proprietà privata chiuso da 14 anni e lo fecero rinascere con proiezioni gratuite ed eventi a cui accorse il miglior cinema italiano. Si può legittimamente pretendere che anche per loro debba valere la normale legalità e che quindi se vogliono organizzare eventi culturali debbono seguire i percorsi previsti. Ma dove sono questi benedetti percorsi?

Quando il Sindaco Marino ha incontrato i ragazzi gli propose addirittura di mettere a frutto le loro idee in tante parti della periferia romana che di offerta culturale sono allo zero più assoluto. Dove sono finiti questi bei propositi?

Se, legittimamente, non si vogliono più utilizzare le idee di questi ragazzi, si può sapere qual è l’iniziativa dell’amministrazione comunale per dare alternative valide ai giovani rispetto all’andarsi ad intruppare in luoghi degradati, pericolosi e buoni solo per chi ci lucra senza scrupoli?

Non sfugge infatti che se da una parte il Comune nulla fa di positivo per i giovani, dall’altra molto fa, nel senso di non muovere mai un’unghia, per incentivare il consumo di alcool nei minorenni, dato che non è dato di sapere di un solo locale di somministrazione che usi rifiutare bevande alcoliche ai minorenni.

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Via Aurelia allagata poco dopo l'Aurelia Hospital. Strada ad una corsia, in fila una ventina di minuti.

test Twitter Media - Via Aurelia allagata poco dopo l'Aurelia Hospital. Strada ad una corsia, in fila una ventina di minuti. https://t.co/2o8TvJ2jFC

Il problema è sempre più serio. Sono oltre 60mila, in continua crescita. Ogni strada ha almeno un’auto abbandonata. Clicca il link per approfondire❗ #Roma #fotodelgiorno 📸 ➡️diarioromano.it/a-roma-le-auto…⬅️ℹ️

test Twitter Media - Il problema è sempre più serio. Sono oltre 60mila, in continua crescita. Ogni strada ha almeno un’auto abbandonata. Clicca il link per approfondire❗
#Roma #fotodelgiorno 📸
➡️https://t.co/dXXLRlAm8x⬅️ℹ️ https://t.co/22zYcXsDgQ

L’assessore “portavoce dei cittadini” Calabrese continua a negarsi ai #cittadini. Vi sono ad esempio molte migliaia di titolari di permesso #ZTL che attendono da mesi una decisione dell'assessore sulla proroga della scadenza... #23settembre #Roma ▪️ 👇📰 diarioromano.it/lassessore-por… Retweeted by diarioromano

L’assessore “portavoce dei cittadini” Calabrese continua a negarsi ai #cittadini. Vi sono ad esempio molte migliaia di titolari di permesso #ZTL che attendono da mesi una decisione dell'assessore sulla proroga della scadenza... #23settembre #Roma ▪️ 👇📰 diarioromano.it/lassessore-por…

Nonostante vi siano a #Montecitorio dei sedicenti "portavoce dei cittadini", quelli che dovevano aprire il #Parlamento come una scatoletta di tonno, sotto il palazzo si continua a parcheggiare sui marciapiedi. . #Roma #fotodelgiorno 📸

test Twitter Media - Nonostante vi siano a #Montecitorio dei sedicenti "portavoce dei cittadini", quelli che dovevano aprire il #Parlamento come una scatoletta di tonno, sotto il palazzo si continua a parcheggiare sui marciapiedi.
.
#Roma #fotodelgiorno 📸 https://t.co/VRIVCAjIze
Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close