Funivia Battistini-Casalotti: de profundis definitivo?

L'assessore Patané giudica l'opera non prioritaria rispolverando l'alternativa people mover, pensata ai tempi del sindaco Veltroni. In realtà basterebbe migliorare il servizio di bus esistente per ottenere risultai simili

La funivia Battistini-Casalotti è stato uno dei progetti prediletti dell’amministrazione Raggi e in quanto tale è stato inserito nel PUMS ed ha anche ottenuto la fattibilità tecnico-economica. Fino a qualche mese fa lo si sarebbe dato per quasi sicuro, ma la scorsa settimana, nell’ambito di una seduta della commissione mobilità dell’Assemblea Capitolina, l’assessore Patané ha affermato che il progetto non è una priorità per l’attuale amministrazione.

In queste settimane si sta infatti lavorando all’approvazione del PUMS e, per non appesantirne l’iter con nuove revisioni, l’amministrazione capitolina ha scelto di non fare modifiche sostanziali. Il progetto della funivia Battistini-Casalotti rimarrà quindi formalmente nel PUMS, ma stando alla spiegazione fornita da Patanè ad esso verrà data bassa priorità, potendo così valutare ipotesi alternative per servire quel quadrante col trasporto pubblico.

L’assessore ha citato la vecchia ipotesi di people mover elaborata nel 2011 dall’amministrazione Veltroni, mentre altri hanno riproposto la possibilità di prolungare la metro A fino a Torrevecchia.

 

Ovviamente i cittadini che per primi proposero il progetto della funivia e che ne hanno seguito e spinto l’iter fino alla sua approvazione da parte della giunta Raggi sono scesi sul piede di guerra, provando a difendere in ogni modo la loro creatura.

L’associazione Casalottilibera è in prima fila, pubblicando motivazioni e ragioni sulla propria pagina facebook.

 

Dalle dichiarazioni dell’assessore Patané si direbbe che le possibilità che la funivia venga realizzata siano davvero scarse e quindi assumono una certa rilevanza le ipotesi alternative.

Il prolungamento della metro A appare poco giustificato sulla base dei flussi di passeggeri attesi, mentre il people mover avrebbe le stesse criticità evidenziate per il progetto simile proposto a suo tempo per il prolungamento della metro B1 fino a Bufalotta, ossia una velocità inferiore agli autobus ed elevati costi di realizzazione.

 

Eppure ci sarebbe una terza ipotesi per fornire la zona di Casalotti di un servizio di trasporto pubblico affidabile e flessibile ad un costo contenuto; essa consiste nel migliorare l’esistente servizio di autobus.

Circa un anno fa abbiamo pubblicato le nostre considerazioni sulla funivia Battistini-Casalotti, segnalando come probabilmente basterebbe intensificare il servizio di bus esistente per renderla un’opera inutile.

Al tempo provammo anche a chiedere al comitato Casalottilibera di valutare la nostra tesi, ma non ottenemmo risposta.

 

Vorrà l’assessore Patané dare un’occhiata alle tesi esposte nei nostri articoli per valutare la possibilità di migliorare istantaneamente il servizio di trasporto pubblico nell’area interessata?

 

Condividi:

2 risposte

  1. Quanti autobus si possono comprare con i soldi della funivia? Tanti. Fossi un’abitante di Casalotti non avrei dubbi su cosa scegliere.

    1. Autobus elettrici e, molto probabilmente, ci sarebbero i soldi per un deposito con tutte le infrastrutture necessarie per questi autobus.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Prosegue oggi la serrata dei #tassisti che però appaiono sempre più isolati Si concludono oggi le 48 ore di agitazione dei tassisti, con moltissimi cittadini, e noi con loro, che si augurano che questa sia la volta buona per una vera #riforma del settore diarioromano.it/prosegue-oggi-…

King, ennesimo cinema a chiudere per sempre. Dalla storica sala stanno portando via le attrezzature. Al momento non c’è conferma ufficiale dalla Circuito Cinema ma la notizia è data per certa tra i residenti del quartiere Trieste #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - King, ennesimo cinema a chiudere per sempre.
Dalla storica sala stanno portando via le attrezzature. Al momento non c’è conferma ufficiale dalla Circuito Cinema ma la notizia è data per certa tra i residenti del quartiere Trieste
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/lSga6VxxfO
Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close