Dopo l’esplosione alla Rustica, la paura dei residenti di via Gradoli

Alcuni giorni fa, a La Rustica, una esplosione ha ferito gravemente tre persone. La causa va ricercata in un accumulo di gas in un sottoscala adibito abusivamente ad abitazione. Si tratta dello stesso pericolo che gli abitanti di via Gradoli, sulla Cassia, denunciano da anni. Anche in questa strada, infatti, gli scantinati delle palazzine sono stati trasformati senza alcun permesso in appartamentini che per riscaldarsi e cucinare utilizzano bombole per il gas. Una situazione fuori norma che abbiamo mostrato anche noi in diversi articoli e che non riesce a trovare soluzioni concrete.

Il comitato ha deciso comunque di rimandare un appello, l’ennesimo, alle autorità cittadine. Così – si legge nel comunicato – nessuno potrà dire “non lo sapevo”.

B civico 96 intercapedine

 

H civico 65 vista grata dal 2 seminterrato

 

    NESSUNO POTRA’ DIRE NON LO SAPEVO

 

 

Con riferimento all’esplosione, causa fuga di gas, nella palazzina dormitorio alla Rustica, il Comitato ha segnalato per l’ennesima volta al Direttore Apicale del XV Municipio Francesca Romana Nicastro e al Presidente del medesimo Daniele Torquati il grave pericolo per la sicurezza che incombe sui residenti di via Gradoli proprio in merito alle violazioni sulle normative antincendio.

Solo la casualità e la buona sorte ha impedito per tre volte che la “stampa” titolasse sulla “tragedia annunciata” dopo episodi analoghi avvenuti in via Gradoli nel giugno 2015, presso il civico 96,  nel novembre e dicembre 2009 con esplosione e principio di incendio, rispettivamente ai civici 35 e 96.

A seguito di tali accadimenti il Comitato ha più volte  fatto presente all’Ufficio Tecnico del XV Municipio (già XX) e al vertice politico del medesimo il perdurante uso  delle bombole GPL

nei locali abusivamente ricavati e destinati ad uso abitativo presso i piani seminterrati e interrati, richiedendo l’emanazione di un provvedimento di diffida, come richiesto specificatamente dalla Polizia di Roma Capitale con nota prot. 31587 del 10 maggio 2010.

         Tutte le richieste formulate con lettere del 22/04/2011, del 13/06/2013, del 11/07/2013, del 24/10/2013, del 19/03/2014, del 01/08/2014, del 22/08/2014 e nel corso delle sedute della Commissione Urbanistica-Edilizia sono rimaste senza riscontro. Ricordiamo anche che analoga richiesta  era stata sollecitata con carattere di urgenza da alcuni condomini del civico 96 con nota del 15/02/2012.

          Abbiamo, pertanto, richiesto l’emanazione del suddetto provvedimento, unitamente a tutti gli altri di pertinenza della Direzione Tecnica del Municipio, anch’essi invano più volte reclamati.

Trattasi, questi ultimi, di atti dovuti e necessari per porre fine allo sfruttamento da parte del “mondo di sopra” (speculatori senza scrupoli) in danno del mondo di sotto” (popolo degli scantinati)    

         A buon intenditor poche parole.

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Il parroco della S.S. Trinità di viale Arrigo Boito ha deciso ieri di celebrare la messa sul tetto. Molti i fedeli affacciati che hanno ricevuto la benedizione. . #Roma #photo #lettori

test Twitter Media - Il parroco della S.S. Trinità di viale Arrigo Boito ha deciso ieri di celebrare la messa sul tetto. Molti i fedeli affacciati che hanno ricevuto la benedizione.
.
#Roma #photo #lettori https://t.co/F5y22yOUeh

Dopo 5 anni diarioromano rinnova la sua grafica, aggiunge nuove rubriche e migliora la fruibilità sui dispositivi mobili. I numeri dei contatti e gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni. @MercurioPsi. #blog #redazione #news. diarioromano.it/?p=38859 Retweeted by diarioromano

Dopo 5 anni diarioromano rinnova la sua grafica, aggiunge nuove rubriche e migliora la fruibilità sui dispositivi mobili. I numeri dei contatti e gli articoli più letti negli ultimi 30 giorni. @MercurioPsi. #blog #redazione #news. diarioromano.it/?p=38859

Per il weekend di #quarantena un #film che ci riporta agli anni '50: Stazione Termini di Vittorio De Sica. Il genio del neorealismo ci fa scoprire inedite immagini della Stazione senza negozi, con le sale d'attesa divise per classi. #Cinema diarioromano.it/?p=38711 Retweeted by diarioromano

Essere investiti a #Roma mentre la città è deserta. Ennesima tragedia che deve far riflettere sulla mattanza pedonale che vive la Capitale d'Italia. @materia__prima @virginiaraggi @EnricoStefano. diarioromano.it/?p=38709 Retweeted by diarioromano

Diarioromano si rifà il look. Saremo off line per poche ore. . Per interventi di manutenzione il sito non sarà raggiungibile né da desktop, né da mobile. Torniamo presto!

test Twitter Media - Diarioromano si rifà il look. Saremo off line per poche ore.
.
Per interventi di manutenzione il sito non sarà raggiungibile né da desktop, né da mobile. Torniamo presto! https://t.co/gX753oVegk

Anche le periferie illuminate con i colori della bandiera. Corviale ricorda E. De Crescenzo, morto per il #Covid, che ha lavorato una vita per le zone più disagiate. . #Roma #coronavirus #photo #lettori

test Twitter Media - Anche le periferie illuminate con i colori della bandiera. Corviale ricorda E. De Crescenzo, morto per il #Covid, che ha lavorato una vita per le zone più disagiate.
.
#Roma #coronavirus #photo #lettori https://t.co/J6wQJLyzvS

Essere investiti a #Roma mentre la città è deserta. Ennesima tragedia che deve far riflettere sulla mattanza pedonale che vive la Capitale d'Italia. @materia__prima @virginiaraggi @EnricoStefano. diarioromano.it/?p=38709

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close