Come ridicolizzare il già scarso lavoro del M5S a Roma

3 Commenti

Un tweet di Beppe Grillo nella giornata di ieri rende nota la strana iniziativa “Cose fatte”.

 

 

 

Sollecitati anche dagli amici di Riprendiamoci Roma siamo andati sul sito internet cosefatte.it e vi abbiamo trovato un contenuto a metà tra il losco e il ridicolo.

 

 

Il sito non ha firme né riferimenti, a parte un indirizzo email (info@cosefatte.it), e si apre col seguente testo:

 

COSE FATTE 2016-2019
AMMINISTRAZIONE RAGGI
Spero che questo lavoro di ricerca effettuato con l’aiuto di presidenti, assessori, consiglieri, amici e simpatizzanti in rete, possa documentare e far conoscere a tante persone, l’enorme lavoro che si è fatto nel triennio 2016-2019 da questa amministrazione.
 
Quando diranno che non hanno fatto nulla, che sono incompetenti, questo è il conto da presentare.
Conosciamo tutti le difficoltà che ci sono per i rifiuti urbani, 
ma questo problema ha bisogno di molto tempo per essere risolto. 
 
E questo non può essere l’alibi per distruggere tutto il lavoro e l’impegno che TUTTI ci stanno mettendo per
risollevare la nostra magnifica città dalle macerie.
Sarà un documento aggiornato e in evoluzione fino alla fine del mandato.
Questo è il loro lavoro e noi li ringrazieremo sempre per aver liberato Roma, grazie!
 
 
Sicuramente ci è sfuggito qualcosa e quindi invitiamo assessori/presidenti/consiglieri/simpatizzanti all’integrazione collettiva con un messaggio inviato a info@cosefatte.it

 

 

Fantastico il passaggio sul problema rifiuti che evidentemente non si può sottacere ma che “… ha bisogno di molto tempo per essere risolto“. Così come è incredibile che non si sia accennato anche alla caporetto del trasporto pubblico, dove l’altro ieri si è raggiunto il record di ben 7 fermate della metro A chiuse.

 

Il testo di cui sopra è poi seguito da un elenco di “cose fatte” che mette insieme gli elementi più disparati, iniziative impostate dall’amministrazione precedente e dove la Raggi si è limitata a fare l’inaugurazione o beneficiare degli effetti, iniziative inesistenti, progetti di privati in cui la Raggi ci ha messo solo il cappello sopra.

 

Scorrendo l’elenco vediamo quindi:

– “425 MILIONI PER METRO A E B”, che però sappiamo essere stati stanziati dall’ex-ministro Del Rio ed anzi ora a rischio per l’incapacità dell’amministrazione di presentare i progetti,

– “AVVIO CANTIERI PER LE TORRI DELL’EUR”, dopo oltre 3 anni persi a cercare di modificare il progetto predisposto dall’ex-assessore Caudo per poi tornare a quello stesso progetto,

– “AMPLIAMENTO ZONE ZTL” e “ZTL ALLARGATA AREA OFF LIMITS E ORARIO FINO ALLE 19” che non vogliono dire proprio nulla (si riferiscono alla ZTL A1, quella del Tridente, che già esisteva e non è stata modificata),

– “AVVIATO PROCESSO PER SUPERAMENTO CAMPI ROM”,  “AVVIO ITER PER DISMISSIONE BOTTICELLE” e altri “AVVII” vari anch’essi senza senso (una cosa può essere considerata “fatta” quando è giunta a conclusione non quando la si è semplicemente avviata, senza peraltro garanzie di riuscita),

– “BIKE SHARING ELETTRICO JUMP DI UBER” e “BIKE SHARING ELETTRICO GRETA DI HELBIZ” sono iniziative di privati in cui il Comune non c’entra nulla, a parte predisporre un terreno fertile per iniziative commerciali mancando a Roma il bike sharing tradizionale (e gratuito per i piccoli spostamenti) presente in tutte le grandi città europee,

– lista stucchevole di “BONIFICHE” ossia interventi di pulizia estemporanei che il più delle volte vengono vanificati dal degrado che in poco tempo ritorna negli stessi luoghi,

– “DIFFERENZIATA PORTA A PORTA TECNOLOGICA QUARTIERE EBRAICO”, un porta-a-porta bonsai che non ha portato a nulla laddove Roma, caso più unico che raro al mondo, con Raggi Sindaco è riuscita a diminuire la percentuale di raccolta differenziata dei rifiuti,

– inaugurazioni varie (cosa ci sarà mai da vantare per delle inaugurazioni …) dove spicca “INAUGURAZIONE STAZIONE METRO C SAN GIOVANNI”, un’opera interamente realizzata dalle amministrazioni precedenti e che anzi se fosse stato per il M5S neanche si sarebbe mai realizzata (con il tombamento in corso delle talpe della metro C a dimostrare la cosa),

– “LINEA 344 PASSA DA TPL AD ATAC” ossia il passaggio di una linea da Roma TPL ad ATAC viene segnata come cosa fatta, per capire il livello di cialtroneria di questa lista,

– serie di “NUOVE ILLUMINAZIONI” quando a Roma è ormai normale avere intere strade, centrali o periferiche, al buio per giorni senza spiegazioni,

– “PISTA CICLABILE PRENESTINA” appena iniziata e già data per fatta,

-“PIÙ RICICLI PIÙ VIAGGI” è un’iniziativa tutta privata ancora ferma a 3 misere macchinette,

– “PREMIAZIONE PER MERITI SPORTIVI ALLA SSLAZIO” e “PREMIAZIONE A SIMONA QUADARELLA PER AVER RAPPRESENTATO ROMA IN ITALIA E NEL MONDO” danno un’altra chiara idea di cosa gli estensori della lista abbiano dovuto metterci per allungare il brodino,

– “RICOLLOCAMENTO BANCARELLE Via Tiburtina, via Tuscolana , Via Appia Nuova e in altre zone di Roma”, ricollocamenti dovuti in base al PGTU approvato dall’amministrazione Marino, mentre l’amministrazione Raggi non è riuscita a spostare una bancarella che sia una,

– “SPONSORIZZAZIONE ALBERO DI NATALE BY NETFLIX”, ossia al terzo anno, dopo aver buttato soldi per due anni con alberi di Natale imbarazzanti, l’amministrazione Raggi riesce a fare quello che tutte le altre grandi città fanno da sempre,

 

E per finire le due maggiori cialtronate della lista:

– “TAPPA FINALE GIRO D’ITALIA”, questa se la potevano proprio risparmiare, visto che quella tappa fu neutralizzata per i gravissimi problemi che i corridori trovarono con le buche delle strade di Roma e visto che quest’anno il Giro d’Italia a Roma neanche ci è passato,

– “TUTTI I BANDI DEL COMUNE DI ROMA”, anche questa se la potevano risparmiare considerato che l’attuale amministrazione ha battuto ogni record mondiale di bandi sbagliati (quello per il servizio rimozioni veicoli è stata rifatto sette volte!?!).

 

Avevamo deciso di non perderci più tempo di tanto su questa iniziativa semi-clandestina benché pubblicizzata direttamente dall'”elevato”, ma i troppi strafalcioni in essa contenuti ci hanno preso la mano.

Si tratta probabilmente di un lavoro inutile in quanto gli adepti del movimento non sono in grado di valutare criticamente l’operato dei loro idoli, mentre chi a Roma ci vive ed ha mantenuto un minimo di capacità di ragionare non può che considerare la lista delle cose fatte un elenco inutile ed insulso.

Molto più utile sarebbe l’elenco delle cose non fatte o fatte male dall’attuale amministrazione, perché se essa avesse a cuore il bene della città e dei cittadini è proprio dalle cose che mancano che partirebbe, invece che cercare di vendere fumo.

 

La raccolta e il trattamento dei rifiuti è sempre più allo sbando con addirittura la percentuale di differenziata che indietreggia invece che aumentare, il trasporto pubblico è al collasso con fermate della metro che chiudono con frequenza preoccupante, impianti di traslazione che continuano ad essere fuori controllo, autobus che continuano a bruciare come mai altrove, il verde pubblico della città più verde d’Europa continua ad essere abbandonato, i disabili continuano ad essere discriminati in maniera inaccettabile, il livello di illegalità diffusa a Roma continua ad aumentare. E si potrebbe continuare all’infinito con l’elencare i problemi della città che però l’attuale amministrazione non vuole o non sa neanche vedere.

Articoli correlati

3 Commenti

  1. Paolo

    Da aggiungere alla lettera E:

    “E allora il PD?”

  2. mario

    senza contare le cose scritte due volte…..
    un po’ come la rubrica telefonica di Carlo Verdone: “Stadio Olimpico e Olimpico Stadio”

  3. Anonimo

    Segnalo anche la presenza tra le “cose fatte” della voce “colonnine elettriche”: ma delle 700 e oltre nuove colonnine per la ricarica di veicoli elettrici annunciate in tutta la città da anni, mi risulta non ne siano state installate che poche decine. Mi si corregga se sbaglio!

Partecipa alla discussione

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con (richiesto)

Tweets

I sedicenti paladini della democrazia diretta ignorano la sentenza del TAR sul referendum #Atac. Per il loro "campione" @materia__prima quasi 400mila cittadini è come se non si fossero espressi. La convochiamo questa Assemblea Capitolina @virginiaraggi? diarioromano.it/?p=37178

Avere questa roba prima nella capitale del paese è fantascienza, vero @virginiaraggi? Invece di chiedere agli agenti di @PLRomaCapitale di tornare a fare multe cartacee, vogliamo recuperare il ritardo? twitter.com/RepubblicaTv/s…

Dal 7 dicembre orario allungato (alle 19) della ZTL centro storico, fino al 6 gennaio. @EnricoStefano spinge per confermarlo anche dopo, ma #cafarotti frena: "Non siamo a Oslo" (lo sappiamo bene, purtroppo ma che c'entra?). diarioromano.it/?p=37146

Video diario
  • Chiodi ficcati nel tronco

    I chiodi sarebbe da ficcarli nella carne di chi fa queste schifezze. Un vigile non se ne accorge di un cartello così. Io l'ho staccato. A.D.

  • Nun se pò vedé!

    Possibile non esista una legge che vieti l'utilizzo di certi colori assurdi per gli esterni degli stabili? Qui a via della Magliana Nuova. rob

Newsletter
Rimani aggiornato! Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati.