Città in rovina – L’ex clinica San Giorgio alla Balduina

ex clinica san giorgio 2

ex clinica san giorgio

 

Nel luglio del 2013 sul sito bastacartelloni ci occupammo di questa clinica chiusa da anni perché un manipolo di vandali riuscì ad entrare nello stabile abbandonato per coprire di graffiti la facciata e ogni superficie.

Torniamo a parlare dell’ex casa di cura San Giorgio, in via delle Medaglie d’Oro, perché in questi tre anni la situazione è perfino peggiorata. L’edificio, infatti, è diventato rifugio per sbandati di ogni genere e ogni possibile attività illecita trova qui dentro un luogo ideale.  Secondo quanto ci è stato riferito da alcuni abitanti della zona, spaccio e prostituzione sono all’ordine del giorno nell’ex clinica che funge da catalizzatore di delinquenti. Anche RomaPost nelle scorse settimane si è introdotto nella struttura per fotografare le condizioni incredibili degli ex reparti.

ex clinica san giorgio 4

ex clinica san giorgio 3

 

Non si tratta infatti di poveri senzatetto che cercano solo di trascorrere la notte al riparo ma di veri criminali. E’ una storia comune a molte strutture abbandonate nella capitale come dimostra la vicenda dell’ex fabbrica di penicillina di via Tiburtina che abbiamo raccontato sempre in questa rubrica.

Si tratta in questo caso di una proprietà privata, la società Selene srl, fallita nel 2007 dopo 50 anni di servizi sanitari avanzati. La San Giorgio era diventato un polo oncologico di primo livello, poi purtroppo il crack finanziario, i posti di lavoro perduti e la struttura lasciata alla malora. Le istituzioni pubbliche, dunque, non hanno diretta responsabilità sulla questione ma quello che possono e debbono fare è mettere in sicurezza l’area, chiudendo tutti gli ingressi per impedire l’accesso. E intimare ai proprietari almeno una manutenzione minima dello stabile. Secondo voci raccolte da RomaPost sembra che presto l’edificio verrà abbattuto per ricostruire una nuova palazzina. Ma fino ad allora non si può restare solo a guardare.

La Asl ha intimato la bonifica a causa dell’amianto presente nell’eternit col quale è stato coibentato il palazzo mentre l’Ama dovrebbe organizzare una pulizia straordinaria dei rifiuti che sono stati gettati dai soliti cittadini “responsabili”.

ex clinica san giorgio 5
(foto RomaPost)

 

Torneremo in via delle Medaglie d’Oro nei prossimi mesi per verificare le condizioni della San Giorgio e gli eventuali interventi delle istituzioni.

 


 

Clicca qui per le precedenti puntate di Città in rovina

 

 

Condividi:

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Parcheggiare a Termini? E che problema c’è? In quale altra grande città europea si può parcheggiare fuori la stazione centrale in divieto di fermata con la certezza di non essere sanzionati? #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Parcheggiare a Termini? E che problema c’è?

In quale altra grande città europea si può parcheggiare fuori la stazione centrale in divieto di fermata con la certezza di non essere sanzionati?
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/Y0i0TCILyO

Parcheggio Mercato Trieste. I commercianti: “Datelo a noi in gestione” Dopo cinque anni di #chiusura sono finalmente cominciati i lavori per l'adeguamento. Ma se dovesse tornare ad #Atac i problemi si ripeteranno. Il modello del mercato Esquilino 👇📰 diarioromano.it/parcheggio-mer…

Dopo oltre un anno di mandato, anche nella Roma di @gualtierieurope basta un’auto fuori posto per deviare diverse linee tram. Carrattrezzi urgente e denuncia per interruzione di pubblico servizio, questi sconosciuti. twitter.com/InfoAtac/statu…

Voi capite perché insisto nel dire che è URGENTE una Commissione indipendente per far luce sul Trasporto pubblico e sulla Mobilità di Roma da parte di @Europarl_IT, @SenatoStampa e @Montecitorio. Per questo il 1° dicembre depositerò formalmente la petizione. 1/2 twitter.com/romatoday/stat… Retweeted by diarioromano

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Un Giubileo (quasi) senza Metro A

L’irresponsabile gestione delle manutenzioni negli anni passati ha portato alla scadenza della revisione per la gran parte dei treni della metro A. I prossimi saranno anni difficili

Leggi l'articolo »

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close