Cartelloni: il Tar rimanda al 27 gennaio i ricorsi sul Prip

Cartelloni abusivi

 

Neanche questa volta il Tar ha potuto decidere sui ricorsi presentati dalle ditte pubblicitarie contro il Prip (Piano Regolatore degli Impianti Pubblicitari) e le modifiche al Regolamento. Gli avvocati delle imprese hanno chiesto un rinvio per poter presentare nuove osservazioni sui piani di localizzazione. I piani hanno avuto il via libera della giunta solo adesso e sono stati tutti pubblicati sul sito del Comune proprio ieri. Le ditte, dunque, hanno domandato al presidente della seconda sezione Filoreto D’agostino e ai consiglieri Carlo Polidori e Elena Stanizzi di rinviare. I giudici hanno accolto la loro domanda e hanno stabilito la prossima udienza al 27 gennaio 2016.

Si tratta dell’ennesimo rinvio, frutto di una strategia ben precisa dei legali delle ditte: impugnare tutto ciò che è impugnabile. A maggior ragione adesso che la giunta è dimissionaria, la speranza delle ditte è che la nuova amministrazione si dimostri più malleabile ai cambiamenti e non voglia applicare rigidamente la riforma del settore ma magari prorogare lo status quo in attesa di modifiche. Una strategia perdente, a nostro avviso, sia perché chiunque vincerà le prossime elezioni difficilmente vorrà rimettere mano ad un provvedimento fortemente voluto dalla cittadinanza e che ha lo scopo di portare legalità, decoro e servizi. Sia perché le ditte più serie hanno tutti i mezzi per affermarsi in un mercato risanato, con molti meno impianti che produrranno maggiore redditività. Sopravvivere nelle condizioni attuali e tirare a campare è assai miope per un’impresa. Ad ogni modo non sta a noi giudicare le scelte strategiche di chi opera nell’outdoor advertising a Roma, quanto di sottolineare che il sistema dei ricorsi e degli appelli impatta eccessivamente sulle scelte politiche. Un Sindaco, un assessore non hanno la facoltà di aumentare le tariffe per la sosta o regolamentare un settore delicato come quello dei cartelloni, perché la massa di ricorsi è capace di bloccare ogni riforma.

All’udienza di mercoledì, come ha ben ricostruito l’architetto Bosi sul sito romano di Vas, erano presenti ben 18 avvocati per le ditte e solo un legale per il Campidoglio (affiancato dagli amministrativisti incaricati da Bastacartelloni, Vas e Cittadinanzattiva). Una sproporzione numerica che è simbolo delle forze messe in campo dalle imprese che hanno incaricato i migliori avvocati sulla piazza, con un notevole dispendio di energie e di denaro.

PIANI DI LOCALIZZAZIONE. Nel frattempo sono stati pubblicati on line i piani di localizzazione di tutti i municipi e la delibera della giunta che li ha approvati. Per chi fosse interessato a leggerli occorre andare a questo link e cercare la delibera di Giunta Capitolina n. 325 del 13/10/2015. Oltre al testo, ci sono gli allegati e gli elaborati grafici di tutti i 15 piani.

 

Clicca qui per il testo della delibera 325/2015

 

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

La praticamente inutile delibera sulle #bancarelle proposta dalla maggioranza Anche se lo scopo della delibera è adeguare la normativa al Testo Unico sul Commercio approvato dalla Regione Lazio nel 2019, così com'è risulta l'ennesima occasione sprecata 👇 diarioromano.it/la-praticament…

Laurentino: il nuovo parco dedicato a Luca Petrucci. E’ stato inaugurato ieri dal presidente del Lazio Zingaretti. Era in abbandono e ora ospita campo da calcetto e giochi per bambini. Petrucci fu presidente Ater #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Laurentino: il nuovo parco dedicato a Luca Petrucci.

E’ stato inaugurato ieri dal presidente del Lazio Zingaretti. Era in abbandono e ora ospita campo da calcetto e giochi per bambini. Petrucci fu presidente Ater
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/l6kD0m6O22

Roma ha il record europeo di #monopattini parcheggiati male I dati di Consumerismo No Profit mettono a paragone le capitali europee. Le linee guida previste dal #Campidoglio per risolvere la questione dal 2023 👇📰 diarioromano.it/roma-ha-il-rec…

Perché chi transita sulla corsia d’emergenza la fa sempre franca? Quando si potrà vedere un serio contrasto al malcostume di saltare le file sul GRA transitando sulla corsia d’emergenza? Ci sarebbe la hola per le pattuglie! #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Perché chi transita sulla corsia d’emergenza la fa sempre franca?

Quando si potrà vedere un serio contrasto al malcostume di saltare le file sul GRA transitando sulla corsia d’emergenza? Ci sarebbe la hola per le pattuglie!
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/AoiwjZlf2l

Cinema Metropolitan: per la #Regione Lazio il progetto di riconversione è da rifare. La trasformazione bocciata perché prevedeva una quota di commerciale del 90%, in contrasto con la normativa regionale sui #cinema che concede al massimo il 30% 👇📰 diarioromano.it/cinema-metropo…

Il murales per Alfredino finanziato dai residenti. L’opera, in piazza Carbonara alla Garbatella, ricorda la tragedia avvenuta nel 1981 del bimbo caduto nel pozzo. E’ frutto di una raccolta durata mesi su una piattaforma on line. #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Il murales per Alfredino finanziato dai residenti.

L’opera, in piazza Carbonara alla Garbatella, ricorda la tragedia avvenuta nel 1981 del bimbo caduto nel pozzo. E’ frutto di una raccolta durata mesi su una piattaforma on line.
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/HsTVsNZAG2
Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close