Caldarroste a piazza di Spagna

Nessun commento

Dell’ormai famoso caldarostaro di piazza di Spagna ce ne siamo occupati subito dopo il grande spostamento di bancarelle e camion bar dall’area Tridente, stupiti di come la più ingombrante delle postazioni fosse scampata al repulisti generale.

La spiegazione è che la risistemazione delle postazioni ambulanti nel Tridente ha riguardato piazza di Spagna ed altre vie ma non via Condotti, e siccome la licenza del caldarostaro è rilasciata su via Condotti, bisognerà aspettare che il Tavolo del Decoro (quello formato da Comune e Mibac) si decida a lavorare anche su questa strada.

Nel frattempo abbiamo però voluto dare un’occhiata ad una delle strane caratteristiche di questa postazione, ossia l’allaccio alla rete elettrica che gli permette di tenere accesa la luce quando fa buio. Si tratta di una scatoletta elettrica collegata ad un lungo cavo che abbiamo provato a seguire.

Ecco il percorso per immagini.

cast01

L’attacco elettrico del banchetto parte da qui, da una scatoletta attaccata sulla parete del palazzo (immaginiamo tutto a norma sia dal punto di vista tecnico che per le soprintendenze)

 

cast02

Seguiamo il cavo sulla parete

 

cast03

Il cavo prosegue …

 

cast04

… e prosegue …

 

cast05

… arriva ad un balcone …

 

cast06

… e lo oltrepassa …

 

cast07

… passa sopra Bulgari …

 

cast08

… e prosegue …

 

cast09

… arriva sopra Angeletti …

 

cast10

… e qui apparentemente si distacca dalla parete per oltrepassare la strada

 

cast11

E dopo aver “saltato” via Mario de’ Fiori fa un ulteriore salto sopra via Condotti …

 

cast12

… per arrivare dietro la targa dello storico ristorante Ranieri dove però ne perdiamo le tracce.

Ma sarà normale un allaccio elettrico del genere? E le soprintendenze non hanno nulla da ridire sulla scatoletta e filo elettrico in bella mostra sulla parete che dà su piazza di Spagna?

Teniamoci questi misteri in attesa che, sperabilmente, il Tavolo del Decoro faccia il suo dovere e risolva la cosa una volta per tutte.

Articoli correlati

Partecipa alla discussione

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con (richiesto)

Tweets

La storia recente di via del #Babuino dimostra che il Campidoglio non hai mai avuto le idee chiare sulla sosta e le aree pedonali. Oggi la normalità è camion sui marciapiedi a caos a tutte le ore. @virginiaraggi @Sabrinalfonsi @materia__prima. diarioromano.it/?p=38067

Il più giovane dei parcheggi di scambio, ad Arco di Travertino, nel degrado totale. La grande struttura in legno è chiusa dal 2013 e presto finirà nel degrado. Qualcuno si svegli!!! @virginiaraggi @materia__prima @LindaMeleo diarioromano.it/?p=37993

Sembra che le #stradenuove non sempre prevedano la segnaletica orizzontale, come nel lungo tratto dell’Aurelia rifatto da settimane. . #Roma #rubriche #photo #città #Temi #primopiano #sicurezza #sicurezzastradale

test Twitter Media - Sembra che le #stradenuove non sempre prevedano la segnaletica orizzontale, come nel lungo tratto dell’Aurelia rifatto da settimane.
.
 #Roma #rubriche #photo #città #Temi #primopiano  #sicurezza #sicurezzastradale https://t.co/6tLQyMRPq8

Una vergogna di #atac (e una vergogna di amministrazione) @materia__prima @virginiaraggi twitter.com/iltrenoromalid…

Video diario
  • Piazza Navona senza pace

    Distrutta definitivamente la festa della Befana, Coia torna ad occuparsi di piazza Navona volendo questa volte aumentare di nuovo i tavolini dei locali

  • Il cartello che si regge sui rifiuti

    Quest'officina di Largo Addis Abeba lascia un cartello abusivo sul marciapiede che si tiene con un secchio di rifiuti. Gran classe. B. T.