ATAC – sempre peggio il servizio di superficie

Nessun commento

ATAC ha appena pubblicato i dati sul servizio di Maggio. Il servizio di bus e tram, filobus va sempre peggio, ben al di sotto degli standard minimi di accettabilità, semmai servissero ulteriori conferme.

 

 

Il servizio della metropolitana nel complesso va molto bene, se paragonato a quanto richiesto a contratto dal Comune, così come va abbastanza bene per le ferrovie ex-concesse rispetto quanto previsto dalla Regione (probabilmente ignorando le vere esigenze dei pendolari).

Nei primi 5 mesi, gli incassi sono rimasti sostanzialmente invariati rispetto lo stesso periodo 2018 (un misero +0,3% rispetto al 2018, anno che è stato il minimo storico per ATAC). Le perdite per mancata produzione stimate in 5 mesi, sono di ben -27 Milioni€ circa.

Il fatto più allarmante è il servizio bus, da concordato il 2019 deve segnare un +8%, mentre nei primi 5 mesi del 2019 siamo col segno meno: -0,5%, un’ulteriore conferma che l’obiettivo può considerarsi già FALLITO con matematica certezza, insieme all’obiettivo dei tram, che va ancora peggio con un -2,2%.

Articoli correlati

Partecipa alla discussione

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con (richiesto)

Tweets

Tavolini e dehors ovunque? E' un po' quello che propone @AndreaCoiaM5S nella sua delibera che vede pochi oppositori tranne @OrlandoCorsetti. Inspiegabile il silenzio di @Sabrinalfonsi. diarioromano.it/?p=36334

La parabola discendente del car sharing comunale. Mentre @car2goItalia, @Enjoy e @sharengozd fanno numeri sempre maggiori, il servizio pubblico si ferma a 34 mila noleggi l'anno. Tanto vale chiuderlo. @materia__prima diarioromano.it/?p=36270

Video diario
  • Tavolini senza vergogna

    Via Zanardelli: marciapiede solo per tavolini e pedoni, inclusi disabili, in mezzo alla strada (Tea)

  • Di-mission impossible

    Marino ritira le dimissioni e chiede il confronto in aula. Ma il Pd non glielo concederà. E intanto la città è senza guida

Newsletter
Rimani aggiornato! Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere direttamente nella tua casella di posta elettronica gli ultimi articoli pubblicati.