Continua sempre più disperata la propaganda su ATAC. L’ultima velina riguarda i grandi successi già a inizio 2020. Verrebbe spontaneo da dire: grazie, nel corso del 2019 sono arrivati 283 mezzi nuovi! Ovvero:

  • +18 minubus elettrici revisionati
  • +38 autobus nuovi a noleggio
  • +227 autobus nuovi dalla Turchia

Ma vediamo cosa ha scritto ATAC, e come si è tirata la zappa sui piedi.

 

 

“Il 2020 inizia con un deciso miglioramento…si rileva infatti un aumento di quasi il 9% dei chilometri….in particolare a gennaio 2020 sono stati prodotti circa 7 milioni e 800 mila chilometri, a fronte dei circa  7 milioni e 100 mila del 2019”.

Verifichiamo. Prendiamo il report sul servizio di Gennaio 2019 dal sito ATAC:

 

 

Il servizio programmato richiesto per il mese di gennaio è di 8.637.810 km.

Nel 2019 ATAC ne ha fatti solo 7.033.541 km, cioè solo l’81,4%.

A gennaio 2020 ha fatto 7,8 Mln di km, cioè solo il 90,3%, pari a quel “quasi +9%” del comunicato ATAC.

 

Dalle rilevazioni fatte sul numero di mezzi effettivamente in circolazione nei 2 mesi:

  • tram: invariati  (88 rilevati sia a gennaio 2019 che a gennaio 2020)
  • filobus: +8 (sono passati da 46 di gennaio 2019  a 54 di gennaio 2020)
  • minibus elettrici: +18 (sono passati da ZERO a gennaio 2019 a 18 a gennaio 2020)
  • autobus: +232  (sono passati da 1.467 a gennaio 2019 a 1.699 a gennaio 2020)

TOTALI: +256 mezzi   (1.601 mezzi a gennaio 2019, diventati 1.857 a gennaio 2020 – sono spariti giusto i flambus)

 

Quindi a fronte di un incremento REALE di +16,0% di mezzi disponibili, il servizio è aumentato solo dell’8,9%. Un clamoroso flop, certificato dalla stessa ATAC.

Con tutti quei mezzi Il servizio doveva superare il 97% (come aveva detto lo stesso Presidente di ATAC Simioni ad ottobre 2019), ed invece si è fermato ben 7 punti percentuali sotto. Perché continuano ad ingannare i cittadini, brindando su un misero 90,3%?

 

Secondo voi ATAC nel 2020 lo raggiungerà l’obiettivo del concordato (+20% rispetto al 2019)?

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Una risposta

  1. Salve. Io mi faccio delle domande ovvio sulla veridicita dei dati presentati. Non avete idea quante volte aspettavo gli autobus e sulla pallina gli vedevi in arrivo oppure a 5 minuti e tu stavi fermo alla fermata perche tanto stava arrivando. Col cavolo saltate 3 corse arrivava dopo quasi un ora e mezza. Se le corse ci sono sulla pallina vuol dire che sono registrate pero nello stesso tempo sono finte. Questa cosa succede su un sacco di linee e la gente resta ferma ad aspettare, aspettare, al infinito. Morale? Se l’ Atac funziona allora dove sono gli autobus?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Rigenerazione urbana❗ Inaugurato a #Roma il coworking space definito “la nuova Silicon Valley romana”, un progetto che pare inserirsi alla perfezione nella #stagione di cambiamenti dettati dalla #pandemia. #25settembre ▪️ 👇📰 diarioromano.it/rigenerazione-…

... poi Andrea Coia ha messo mano alla normativa sugli arredi esterni dei locali ed ora chiunque può esporre quello che gli pare. Non male per un sito #UNESCO. . #Roma #fotodelgiorno 📸

test Twitter Media - ... poi Andrea Coia ha messo mano alla normativa sugli arredi esterni dei locali ed ora chiunque può esporre quello che gli pare. Non male per un sito #UNESCO.
.
#Roma #fotodelgiorno 📸 https://t.co/dlnM1kouT0

Bancarellopoli: le responsabilità di Virginia #Raggi e del M5S. Non bastano gli arresti a risolvere il problema dell'ambulantato romano. Occorrono regole che però il #M5S a tutti i livelli ha sempre boicottato. #Roma #24settembre ▪️ 👇📰 diarioromano.it/bancarellopoli… Retweeted by diarioromano

Bancarellopoli: le responsabilità di Virginia #Raggi e del M5S. Non bastano gli arresti a risolvere il problema dell'ambulantato romano. Occorrono regole che però il #M5S a tutti i livelli ha sempre boicottato. #Roma #24settembre ▪️ 👇📰 diarioromano.it/bancarellopoli…

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close