Atac e l’inspiegabile flop del servizio bus

Abbiamo chiesto a Mercurio Viaggiatore perché il servizio peggiora nonostante i 750 nuovi autobus. Il problema del contratto col Comune e lo spettro del fallimento

 

Sono arrivati  750 autobus nuovissimi da fine 2016 a fine 2020 (e ne stanno arrivando altri nel 2021), ma il servizio continua ad andare male. Nei primi 2 mesi 2021 i km percorsi risultano inferiori a quelli del 2020, e tutto il 1° quadrimestre, mese per mese, risulta inferiore addirittura ai corrispondenti mesi del 2016.

Gli obiettivi del Concordato sono lontani perfino con i “bonus covid”, quelli che vanno a compensare i km non percorsi a causa della pandemia (ma che il Comune riconosce e paga lo stesso).

Nel grafico qui sotto abbiamo “normalizzato” il servizio programmato (cioè il servizio che il Comune chiede ad ATAC), considerando la media del programmato degli anni 2015-2019, in modo da avere una base comune per confrontare i vari anni. Tale base risulta in linea con il contratto e con il Concordato.

Il crollo del servizio inizia da giugno 2016, né tornerà più sopra il 90% se non nel 2020 (a febbraio e dicembre), e poi ad aprile 2021.

Il Concordato fissa come riferimento il 2017, e stabilisce che nel 2021 ATAC debba aumentare il servizio del +18%. Tuttavia il servizio nei primi 4 mesi 2021, inclusi i “bonus” (accettati ai fini del risultato), è stato appena il +3,9%.

Dai rilevamenti sugli autobus circolanti nel 2021, risulta che ATAC dispone di oltre 1.800 mezzi impiegabili per il servizio, di cui oltre il 40% sono nuovi. Un numero sufficiente a raggiungere gli obiettivi, cosa che invece non è accaduta, così come non c’è stato alcun potenziamento da parte di ATAC per far fronte all’emergenza pandemica, se non grazie al supporto dei privati in subappalto (+8%).

Per quanto riguarda il personale: al 31 dicembre 2016 ATAC aveva 11.652 dipendenti, al 31 dicembre 2020 erano 11.293. La differenza (359 unità in meno) è quasi totalmente attribuibile alla diminuzione di Impiegati negli uffici (-306), ed una manciata di Dirigenti (-23) e Quadri (-15).

 

 

Quindi a parità di personale, e con almeno il 40% degli autobus nuovissimi, ATAC non riesce nemmeno a raggiungere il servizio fatto nel 2016. Per quale motivo?

In attesa che qualcuno dica come stanno veramente le cose, si può giusto ipotizzare che ATAC abbia un grosso problema di liquidità, legato al crollo dei passeggeri. Se fosse questa la motivazione, sarebbe un fatto molto grave: già a suo tempo (nel 2019) ed in maniera corale (Antitrust, ANAC, Commissari Giudiziali, blogger, cittadini), ciascuno per motivi e con toni differenti,  disse che il contratto tra Comune ed ATAC non andava prorogato. Andava piuttosto fatto un nuovo contratto col quale il Comune pagava il 100% dei costi (come fa il Comune di Milano con ATM, e lo stesso Comune di Roma con Roma TPL scarl), incassando direttamente i ricavi dalla vendita di biglietti e abbonamenti. Sarebbe stato uno scudo quasi perfetto alle nefaste conseguenze della pandemia.

Se il comune rinnoverà il contratto in linea con quello attuale (che scade il 3.12.2021) ATAC sarà inesorabilmente condannata al fallimento.


Sullo stesso tema

Atac. Raggi parla di miracolo ma il servizio è addirittura peggiorato rispetto al 2016 – Diarioromano

ATAC – sempre peggio il servizio di superficie – Diarioromano

Bus e tram Atac: i mezzi in servizio in costante calo per scarsa manutenzione – Diarioromano

 

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Una risposta

  1. Esiste un dato di fatto assolutamente incontestabile:
    a Roma il 50% (se non di piu’) degli utenti che utilizzano i mezzi pubblici non pagano il biglietto e non hanno l’abbonamento, ovvero viaggiano gratis.
    Rimettiamo i controllori o consentiamo l’accesso solo dalla porta anteriore in modo che l’autista possa verificare il titolo di viaggio.
    Sicuramente non parleremo piu’ di deficit.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

I nostri ultimi Tweets

Riuscirà Diarioromano a far ripulire il marciapiede? Invio foto di Via Proba Petronia, quartiere Balduina (la via del film Il Sorpasso), sperando che la visibilità sul blog interpelli chi di dovere per il degrado mostrato (F.M.) #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Riuscirà Diarioromano a far ripulire il marciapiede?

Invio foto di Via Proba Petronia, quartiere Balduina (la via del film Il Sorpasso), sperando che la visibilità sul blog interpelli chi di dovere per il degrado mostrato (F.M.)
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/rpAPhrUx9Z

“Roma è l’unica grande città italiana a non avere un termovalorizzatore”. Intervista a Francesco Capone, esperto nella gestione dei #rifiuti e candidato di @Azione_it. "Più isole ecologiche e fusione tra Ama e Acea"... 👇📰 diarioromano.it/roma-e-lunica-… Retweeted by diarioromano

“Roma è l’unica grande città italiana a non avere un termovalorizzatore”. Intervista a Francesco Capone, esperto nella gestione dei #rifiuti e candidato di @Azione_it. "Più isole ecologiche e fusione tra Ama e Acea"... 👇📰 diarioromano.it/roma-e-lunica-…

Nel 2021 a Roma le merci le consegnamo ancora così. Piazza Testaccio: furgone staziona per 4/5 minuti in mezzo alla strada con numerosi veicoli che aspettano pazienti. Nessuno si lamenta, tutto normale. #Roma #fotodelgiorno

test Twitter Media - Nel 2021 a Roma le merci le consegnamo ancora così.

Piazza Testaccio: furgone staziona per 4/5 minuti in mezzo alla strada con numerosi veicoli che aspettano pazienti. Nessuno si lamenta, tutto normale.
#Roma #fotodelgiorno https://t.co/onmVuAwsa4

La fuffa di #Zingaretti sulla Roma-Lido e i #giornali che gli vanno dietro. Invece di criticarlo per aver lasciato in servizio solo 4 #treni, i media riportano come pappagalli le ennesime promesse del Presidente del Lazio... 👇📰 diarioromano.it/la-fuffa-di-zi… Retweeted by diarioromano

Suggerimenti di lettura
Ultimi commenti

Altri articoli nella stessa categoria

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito permetti il loro utilizzo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close